American_Swimming_Coaches_Association_Vs_FINA

La FINA spacca il mondo del nuoto con il premio a Putin.

La FINA spacca il mondo del nuoto con il premio a Putin.
La ASCA si ribella e invita le Federazioni a fare lo stesso, Craid Lord si dimette.

American_Swimming_Coaches_Association_Vs_FINA

di Paco Clienti
Como noto a tutti, in occasione della conferenza internazionale “Russia – A Sport Power” svolta il 9 ottobre 2014 a Cheboksary, il Presidente della FINA, Julio C. Maglione, ha conferito a Vladimir Putin, Presidente della Russia, il “FINA Order”, ovvero il riconoscimento FINA più alto in grado.
Questo riconoscimento va solitamente ad un Capo di Stato o un importante personalità che ha raggiunto un merito straordinario nel mondo acquatico e nel caso di Putin, la FINA gli riconosciuto l’importante sostegno per l’organizzazione dei grandi eventi organizzati tra cui i Mondiali che si terranno a Kazan nel 2015.
Quella che per qualcuno qui in Italia è stata una notizia tale da portare addirittura i complimenti al Presidente della Russia, nel mondo sta invece facendo esplodere una polemica non da poco che per forza di cose  intreccia lo sport con la politica, mix dal quale questo portale cerca sempre di stare lontano.
Trattiamo dunque l’argomento viste le conseguenze che stanno venendo fuori a valle della decisione presa dalla FINA.
Non si tratta di semplici polemiche, ma di forti prese di posizione. Craig Lord, noto giornalista investito anche dello Schoenfield Award dall’International Swimming Hall of Fame nel 2007, si è dimesso dalla carica di membro della Commissione Stampa della FINA. Le sue parole sono molto chiare.

«La mia decisione non si basa tanto su fattori sentimenti e personali che io possa nutrire su Vladimir Putin in merito a come gestisce la Russia, l’Unione Europea e come e perché si è sentito nella giusta posizione di inviare truppe attraverso una frontiera in un altro Paese giudicando il suo ruolo e le sue responsabilità per le conseguenze di una crisi in cui è protagonista di primo piano – afferma Craig Lord nell’editoriale pubblicato da SwimVortexPiuttosto la mia opposizione nasce sull’argomento di come il mondo si impegna nello sport.»

La reazione di Craig Lord fa eco alla decisione della American Swimming Coaches Association che ha invitato le Federazioni Nazionali di tutto il mondo a rifiutare di riconoscere il premio concesso dalla FINA per Vladimir Putin.

«Questo premio è selvaggiamente inadeguato, offensivo e sprezzante verso tutti coloro che hanno combattuto il doping nello sport in tutto il mondo, proprio nel momento in cui la Russia è con ampio margine il più Paese più dopato del pianeta si legge ancora nella lettera della ASCA – La Russia ha speso i soldi per ospitare più eventi FINA. Hanno anche raccolto i benefici da questi eventi. Non c’è bisogno di ulteriore “premi” Putin ha il diritto di presentare manifestazioni FINA che è ciò che il denaro russo ha pagato.»

vladimir-putinNella sua lettera, ASCA osserva che l’Ufficio di Presidenza, il corpo dirigente della FINA, non ha approvato il premio e che l’assegnazione è stata decisa da un piccolo gruppo del Presidente FINA Julio Maglione e che una decisione del genere dovrebbe invece essere presa a valle di una riunione democratica convocando l’intero Consiglio.

«Il “FINA Order” è la più alta onorificenza della federazione internazionale di nuoto – scrive SwimVortex – e la sua assegnazione al Presidente Russo mentre è nell’occhio di una tempesta politica e nel momento in cui in Russia si stanno verificando numerosi casi di doping, crea sgomento nel mondo del nuoto.»

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

«Naturalmente non è Putin che è responsabile per i casi positivi di doping russi, così come non lo è Obama per Armstrong ad esempio, ma la lettera e la critica si rivolge a FINA che ha deciso di assegnare il premio basandosi prettamente su un discorso economico.» – ha affermato Craig Lord in un commento su SwimVortex.

Commenta i nostri articoli sui Social Network.
Swim4life è anche su:

Facebook, diventa fan: www.facebook.com/Swim4life.it
Twitter, diventa follower: www.twitter.com/Swim4life_it

Swim4life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights