nuovo_Blocco_Omega_per_il_dorso

Il nuovo Blocco Omega per il dorso ai Mondiali di Doha.

La decisione della FINA dopo i test ai Campionati Assoluti Olandesi.

Il Grand Prix Arena disputato in Arizona dal 24 al 26 aprile scorso doveva essere il primo evento ufficiale nel quale avrebbe fatto la sua prima apparizione il nuovo blocco di partenza per il dorso, ma l’evento, che possiamo definire storico, fu poi rinviato nel momento in cui la FINA si rese conto di dover rivedere il sistema di partenza.
Come già ampiamente descritto in un nostro articolo pubblicato a marzo, del nuovo Omega backstroke start device se ne era parlato molto già da giugno 2013, quando furono eseguiti i test prima di mettere l’argomento alle votazioni nella FINA. Grazie alla preziosa collaborazione della Variopool della KNZB, la Federazione Nuoto Olandese, il rivoluzionario blocco per le partenze a dorso sembra essere pronto, tanto che pare sarà utilizzato per la prima volta durante l’ONK, i Campionati Olandesi Assoluti in vasca corta che si terranno a Tilburg presso lo Sportcomplex Drieburcht te Tilburg.
Dopo quest’ultimo test, quasi sicuramente la FINA deciderà che il nuovo blocco di partenza Omega per il dorso sia utilizzato in occasione dei Campionati del Mondo in vasca corta che si disputeranno dal 3 al 7 dicembre a Doha.
Si tratta di un importante passo in avanti nella rivoluzione tecnologica del nuoto, fortemente sostenuto dal primo momento da USA Swimming che successivamente ha trovato anche l’appoggio del Presidente della Federazione Russa Vladimir Salnikov. 

Nel video pubblicato lo scorso mese di marzo dalla FINA, si apprende meglio circa le dimensioni della piattaforma e le altezze regolabili disponibili per il posizionamento del piede sopra e sotto la superficie dell’acqua. 
Il particolare più interessante di questa nuova modalità di partenza a dorso riguarda la relativa normativa FINA che richiede che le dita del nuotatore debbano essere comunque in contatto con la piastra segna tempo per far si che la partenza sia valida e questo significa che l’atleta non avrà la possibilità di aggrapparsi al blocco di partenza con i piedi arricciando le dita intorno alla parte superiore dello stesso!

Il nuovo blocco di partenza Omega per il dorso prevede un vantaggio di circa due decimi, non poco per una gara da 50 metri ed eviterà agli atleti di scivolare in fase di stacco alla partenza.

Omega_backstroke_start_deviceEcco come potrà essere utilizzato il nuovo blocco di partenza Omega:

– Alla partenza, le dita dei piedi devono essere a contatto con la parete frontale o lato della piastra Omega segna tempo. È vietato piegare le dita sopra la parte superiore della piastra;
– La sporgenza può essere regolabile a 4 al di sopra o 4 centimetri sotto il livello dell’acqua;
– La sporgenza è un minimo di 65 centimetri di lunghezza;
– La sporgenza deve essere di 8 centimetri di altezza, 2 centimetri in larghezza con 10 gradi di pendenza.

Il nuovo sistema di partenza a dorso sarà testato giovedì 6 novembre dalle 15:00 alle 17:00 durante il riscaldamento dei Campionati Olandesi Assoluti in vasca corta.

Ecco le indicazioni pubblicate dalla KNZB per gli atleti che testeranno il nuovo blocco di partenza:

  • Saranno disponibili 8 blocchi di partenza durante la competizione, una per ogni corsia
  • Il blocco di partenza a dorso deve essere regolato all’altezza preferita dall’atleta
  • Il supporto può essere regolato ruotando un anello che ne regola l’altezza
  • La posizione di supporto regolata a zero risulterà all’altezza del livello dell’acqua
  • Ruotando l’anello di supporto di 2 o 4 pollici, il supporto sarà regolato di 2 o 4 pollici sopra il livello dell’acqua
  • L’atleta è responsabile per l’impostazione della giusta altezza per la partenza

Clicca qui per maggiori dettagli tecnici sul nuovo blocco di partenza Omega per il dorso

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Commenta i nostri articoli sui Social Network.
Swim4life è anche su:

Facebook, diventa fan: www.facebook.com/Swim4life.it
Twitter, diventa follower: www.twitter.com/Swim4life_it

Swim4life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares