Russia protagonista nella seconda giornata dei Giochi Europei con 10 medaglie.

Elisa Scarpa aggiunge una medaglia d’argento al bottino dell’Italia con l’argento nei 200 farfalla.

Russi tarantolati nella seconda giornata dei Giochi Europei (foto di copertina di Harry Engels / Getty Images) che si stano disputando a Baku, ai quali ieri si sono resi protagonisti conquistando 10 medaglie in otto finali, quattro delle quali d’oro. Il resto dei titoli è andato a Francia, Gran Bretagna, Germania e Olanda.

È arrivata un’altra medaglia per gli Azzurrini grazie ad Elisa Scarpa Vidal, anche lei del Team Veneto, che ha conquistato un argento nei 200 farfalla segnando il personale di 2’12”27 alle spalle della tedesca Julia Mrozinski con 2’11”19 e davanti alla magiara Boglarka Bonecz con 2’12”42. Nella stessa finale l’altra Azzurrina Marina Luperi chiude quinta in 2’12”56.

Nella semifinale maschile dei 200 farfalla si è comportato bene Giacomo Carini che ha segnato il secondo miglior crono con Record Italiano di 1’57”80.

Ottime anche le prove delle frecce tricolore con Alessandro Miressi che ha agguantato la finale dei 100 stile libero che si disputerà domani con il miglior crono di 49″80 insieme ad Alessandro Bori, terzo in 50″04.

elisa scarpa vidal-Giochi Europei Baku 2015Arriva in finale anche Lorenzo Glessi che nei 200 misti nuota in 2’02”23 migliorando il suo personale di 15 centesimi, mentre esce fuori Matteo Bertoldi, 13esimo in 2’05”48.

Le finali di ieri si sono aperte così come si erano chiuse quelle della prima giornata, ovvero con la vittoria di un britannico, Luke Greenbank che per soli 5 centesimi ha vinto i 100 dorso davanti al russo Filipp Shopin che ha segnato 54”81 precedendo il tedesco Marek Ulrich con 55”35.

I russi si sono subito rifatti con Arina Openysheva che ha fatto il vuoto nei 400 stile libero segnando 4’08”81 davanti alla tedesca Leonie Kullmann con 4’12”86 e l’altra russa Anastasiia Kirpichnikova con 4’13”13. Quinto posto per Giovanna La Cava che ha segnato 4’17”99, mentre ha chiuso al settimo posto Sveva Schiazzano con 4’19”70.

La tradizione della gara regina è rimasta in mano all’Olanda che ha fatto suoi i 100 stile libero con la vittoria di Marrit Steenbergen che ha fermato il crono a 53”97 davanti alla russa Arina Openysheva che ancora in recupero dai 400 stile ha segnato 54”45 davanti alla compagna di nazionale Mariia Kameneva con 55”19.

Ancora Russia protagonista anche nei 200 dorso femminili con Polina Egorova che ha segnato 2’11”23 davanti alla tedesca Maxine Wolters con 2’11”38 e l’ucraina Maryna Kolesnykova con 2’11”91. Chiudono entrambe ai piedi del podio Martina Rossi con 2’13″17 e Giulia Ramatelli con 2’13″55.

Nel 1500 stile libero maschili è stato il francese Nicolas D’Oriano a mettere la mano davanti a tutti vincendo il bel testa a testa con il russo Ernest Maksumov con 15’13”31 contro i 15’13”90 del secondo. Il podio è stato completato dall’israeliano Marc Hinawi con 15’25”63.

Dominio russo anche nei 200 rana maschili che hanno visto trionfare Anton Chupkov con 2’10”85 davanti al compagno di squadra Kirill Mordashev con 2’12”94 ed il britannico Luke Davies con 2’13”45.

Nella semifinale femminile della stessa specialità, accede alla finale Giulia Verona che ha segnato 2’29”00 che le è valso il quarto tempo, mentre esce fuori Sara Franceschi che chiude 11esima con 2’35”73.

La giornata si è conclusa con la mi staffetta 4×100 stile libero vinta dalla Russia che ha segnato 3’30”30 grazie ad una frazione finale eccellente di Arina Openysheva che con questa ha conquistato la sua terza medaglia d’oro dei Giochi. Argento per la Gran Bretagna con 3’32”65 e bronzo per la Germania con 3’33”74. Chiude ai piedi del podio la formazione dell’Italia con 3’35”64 (Alessandro Bori 50″77 – Alessandro Miressi 49″62 – Camilla Tinelli 57”52 – Ilaria Cusinato 56″63).

Clicca qui per i risultati completi dei Giochi di Baku 2015

Swim4Life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights