Staffette spettacolari nella penultima dei Campionati Italiani Master!

Altri quattro Record Italiani a Riccione dove ieri sono scesi in vasca oltre 1100 atleti per la gara regina.

Oltre 1100 atleti sono scesi ieri pomeriggio in vasca per disputare i 100 stile libero e più di 230 formazioni maschili hanno preso parte alle staffette 4×50 misti: questi i numeri dell’esaltante pomeriggio consumato ieri a Riccione per la penultima giornata dei Campionati Italiani Master che oggi, al termine delle ultime gare in corso stamattina, decreteranno i verdetti finali. Classifiche Supermaster ed Ironmaster per gli atleti e classifiche di società, sono i principali obiettivi degli atleti giunti in riviera romagnola dove nel pomeriggio di ieri si sono realizzati altri quattro Record Italiani!

Monica_SoroLe “regine della gara regina” sono state Daniela Deponti, M50 della Nuoto Club Milano che ha nuotato un crono molto vicino al Record Europeo da lei stessa detenuto segnando 1’02”78 e 1006.85 punti , a 31 centesimi  dal migliorarlo, e Monica della Soro Roman Sport City (nella foto a destra) che ha toccato la piastra cronometrica a 1’01”96 e 983.21 punti siglando il nuovo Record Italiano M45 con il quale è andata a cancellare il precedente detenuto proprio dalla Deponti con 1’02”52 del 2012. Un risultato prestigioso che regala alla Soro un’emozione meritata in una stagione per lei particolare per diversi aspetti personali. Alle sue spalle, in questa ardua categoria, si sono piazzate sul podio Giulia Noera del CUS Palermo con 1’05”59 e 928.80 punti e Michela Pierani della Leaena con 1’07”07 e 908.30 punti.

Podio accattivante anche nella categoria M25 vinta con forza da Giulia Cecchinello della Acquambiente Rovigo che ha chiuso in 1’01”02 e 956.57 punti, il crono femminile più veloce in assoluto, davanti a Giulia Fucini della Chimera Nuoto con 1’01”33 e 951.74 punti, secondo crono rosa assoluto e Renata Caleca della Pol Nadir Palermo con 1’01”83 e 944.04 punti, terzo miglior crono femminile assoluto.

Tra i migliori riscontri femminili segnaliamo anche Serena Mazzoni, M30 della 01 Zerouno Firenze con 1’01”95 e 933.98 punti, Tiziana Pinna, M40 del Forum Sport Center con 1’03”81 e 939.98 punti e Sara Alfonsi, M35 della Nuoto Sant’Egidio V. Vibrata con 1’03”97 e 925.59 punti.

Ben due i Record Italiani siglati tra i maschi, uno ad opera di Rico Rolli del Centro del Centro Nuoto Bastia che spazza la piastra cronometrica segnando 56”53 e 979.48 punti, meglio del precedente di 57”16 nuotato da lui stesso il 2 giugno e Silvio Mangano, M80 del Circolo Nautico Posillipo con 1’37”30 e 888.80 punti con il quale ha migliorato il precedente detenuto da un altro Campano, Luigi Maraffi con 1’44”06 del 2013.

Oltre al Record Italiano raggiunto, Rolli ha vinto un titolo italiano molto pesante in una categoria che si è rivelata molto difficile nella quale sono saliti insieme al lui sul podio Alessandro Salvatori della Larus Nuoto con 57”76 e 958.62 punti e Gianluca Giglietti del Centro Nuoto Bastia con 58”98 e 938.79 punti. Non sono bastati per arrivare al podio i buoni crono segnati da Mauro Rodella della Aquatica Torino con 59”18 e 935.62 punti e Raimondo Ascione della Carpisa Yamamay Acquachia con 59”22 e 934.99 punti.

Il motore che ha ruggito di più in questi 100 stile libero è stato quello di Massimiliano Gialdi (nella foto a destra), M45 della Master AICS Brescia con 55”25 e 985.70 punti, miglior tabellare maschile assoluto.

Massimiliano Gialdi-Campionati Italiani Master 2015«Sono contento dei 50 farfalla nuotati ieri per i quali sono riuscito a conquistare la medaglia di bronzo che per me è oro colato anche se il tempo fatto non è il mio migliore. Mi sono comunque rifatto in staffetta nuotando un bel 23”7 lanciato sui 50 stile e quindi le sensazioni sono buone anche per la gara individuale – ha dichiarato Max Gialdi a termine della gara all’inviato Lorenzo Giovannini – Oggi sono riuscito a vincere i 100 stile per i quali non sono soddisfattissimo del tempo in quanto pensavo ad un 54”9 ma quando c’è la medaglia d’oro va tutto bene. Domani (oggi nd.d.r) la mia gara di punta, i 50 stile e lì spero di fare un 24” bassissimo, incrociamo le dita. La mia stagione finisce qui perché ad essere sincero Kazan non mi attira come sede per i mondiali – spiega Gialdi – A me che piace abbinare la vacanza alla competizione. Farò qualche gara in mare per divertirmi e poi preparerò gli Europei di Londra per la prossima stagione per i quali abbiamo già prenotato gli appartamenti. Spero di trovare lì tutti i miei grandi avversari perché non mi piacerebbe gareggiare senza di loro.»

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Da brividi il finale della serie più forte della categoria M30 che ha visto in testa Enrico Catalano della Serenissima Nuoto Club con 53”30 e 966.98 punti seguito da Patrizio Barbini della Villaggio Sport. Eschilo con 53”35 e 966.07 punti e Simone Bonistalli della Gymnasium Spilimbergo con 54”11 e 952.50 punti che hanno lasciato ai piedi del podio Andrea Galluzzo della AICS Pavia Nuoto al quale non è bastato nuotare in 55”04 e 936.41 punti.

Il crono più veloce della gara regina al maschile lo ha però messo a segno Luigi Caleca della Pol Nadir Palermo con 53”27 e 963.96 punti che ha vinto la categoria M25 davanti ad Andrea Minnucci della Nautilus con 53”76 e 955.17 punti e Marco Guerriero della Caronno Pertusella Nuoto con 53”77 e 954.99 punti.

Si sono fatti notare anche i mostri sacri della categoria M35 nella quale il valore dell’oro è stato fissato a 54”28 e 963.52 punti, risultato raggiunto da William Careddu della Olbia Nuoto davanti a Michele Galvagno della Derthona Nuoto con 55”69 e 939.13 punti e Simone Zulian del Centro Nuoto Rosa’ con 56”06 e 932.93 punti.

Tra i miglior riscontri maschili segnaliamo infine anche Alessandro Borgialli, M40 della Rari Nantes Torino con 55”98 e 948.02 punti.

L’intensa giornata di ieri si è conclusa con la miriade di staffette 4×50 misti maschi nelle quali il Flaminio Sporting Club, M280 ha siglato il nuovo Record Italiano con 2’28”50 e 945.66 punti. Il massimo risultato è stato raggiunto dalla formazione composta da Giuseppe Avellone, Claudio Tomasi, Antonio D’Oppido e Gianni Zaottini che hanno cancellato la S.A.T. Finy Taormina con 2’32”19 del lontano 2008.

Seppur senza record di contorno, è stata in ogni caso spettacolare la gara finale della categoria M100 nella quale il pubblico di Riccione ha assistito ad un confronto stellare che ha visto trionfare la Firenze Nuota Extremo composta da Marco Maccianti, Jacopo Polverini, l’ex olimpionico Niccolo’ Beni e Karim Mannozzi (nella foto di copertina) che hanno fermato il crono a 1’48”01 e 1001.67 punti, a 61 centesimi dal record italiano detenuto dalla Gymnasium Spilimbergo che si è posizionata alle loro spalle con Alessandro Marian, Mirko Cecchin, Marco Sacilotto e Simone Bonistalli che hanno segnato 1’48”11 e 1000.74 punti.

Firenze Nuota Extremo-Campionati Italiani Master 2015Tra le migliori formazioni segnaliamo anche la Nuoto Club Milano, M200 con 2’01”09 e 962.67 punti con il quale ha vinto il titolo che sarebbe andato al Centro Nuoto Bastia A da 996.41 punti se non fosse inciampato in una infrazione da squalifica, la Master AICS Brescia A, M160 con 1’50”68 e 984.55 punti e la Master AICS Brescia, M120 con 1’51”09 e 964.17 punti.

Ricordiamo infine che a Riccione è aperto Casa Nuoto Extremo che si trova ad appena cinque minuti a piedi dallo Stadio del Nuoto ed ha a disposizione tutto di qualsiasi marchio per tutti i nuotatori ed appassionati che si troveranno a Riccione per disputare o seguire i Campionati Italiani Master. Oltre ad approfittare dei prezzi pazzi che praticherà Nuoto Extremo e della cuffietta in omaggio per chi acquista almeno 20 euro di materiale, sarà possibile anche partecipare al concorso Selfie ExtremoClicca qui per maggior dettagli.

Clicca qui per Start-List e Programma Gare con orari dei Campionati Italiani Master 2015

Clicca qui per i risultati live dei Campionati Italiani Master 2015

Swim4Life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights