Ancora spettacolo ai Campionati Italiani Master di Riccione con sei Record Italiani mattutini!

Vanno fortissimo i dorsisti che siglano quattro primati.

Sei Record Italiani nella mattinata di oggi, penultima giornata dei Campionati Italiani Master che si stanno svolgendo nello Stadio del Nuoto di Riccione che si conferma ancora teatro di un grande spettacolo in questa avvincente edizione dei campionati.

Le gare di stamattina si sono aperte con i 100 dorso nei quali dopo pochi minuti dal via, Cristina Tarantino (nella foto di copertina), M60 del Circolo Canottieri Aniene ha subito messo il primo timbro fermando il crono a 1’27”46 e 938.37 punti con il quale ha registrato il Record Italiano cancellando Orietta Negri con 1’31”00 della scorsa stagione.

«Finalmente il dorso in vasca coperta! Ieri ho fatto la prima frazione nella staffetta ma io i 50 non riesco proprio a nuotarli. Oggi invece ho fatto una buona gara, sono riuscita a nuotare bene e prendere un buon ritmo ed anche se ad essere sincera non era difficile fare il record italiano, sono molto contenta del mio risultato – ha commentato Cristina Tarantino a fine gara all’inviato Lorenzo Giovannini – Sono a Riccione da sabato avendo preso parte anche i Campionati Italiani in Acque Libere e quindi la stanchezza un po’ si fa sentire, ma sono soddisfatta di come ho chiuso la mia stagione in vasca. Anche negli 800 di mercoledì ho sentito un po’ di fatica ma è venuta fuori una buona gara, anche se so di poter fare meglio perché sono una che si allena, lo fa tutti i giorni e lo ammette anche, a differenza di qualcuno che magari dice di allenarsi solo un paio di volte a settimana mentre invece non è così.»

Alle sue spalle Maria Alwine Eder, M50 della Pol, Nadir Palermo con 1’17”33 e 958.62 punti.

Probabilmente quasi in contemporanea, nell’altra vasca si consumava un’altra prestazione da Record Italiano, quella messa segno da Claudio Tomasi, M65 del Flaminio Sporting Club che ha toccato la piastra a 1’18”25 e 967.54 punti con il quale ha migliorato il precedente da lui stesso detenuto con 35”91 fatto un mese fa.

Diletta Lugano-campionati italiani masterMoltissimi i risultati di spessore nelle gare femminili, tra i quali quello di Diletta Lugano (nella foto a destra) della Derthona Nuoto che è riuscita a nuotare la gara perfetta segnando il crono di 1’07”66 e 966.30 punti con il quale ha battuto una concorrenza di classe A registrando tra l’altro il nuovo Record Italiano con il quale ha migliorato la prestazione detenuta da Tania Giachini con 1’08”04 5 del 2010.

«Sono molto soddisfatta del crono che ho nuotato, soprattutto nel ritorno nei secondi 50 metri con 34”5 – ha commentato Diletta Lugano a fine gara all’inviato Lorenzo Giovannini – Diciamo che i 100 sono la distanza dove mi esprimo meglio e che riesco anche a preparare meglio. Non era facile battere la Cappa che fa delle partenze e delle virate perfette e quindi questo risultato mi rende molto felice. La mia stagione finisce qui con la speranza di andare agli Europei di Londra l’anno prossimo, città nella quale ho vissuto per tre anni e in cui mi piacerebbe molto ritornare.»

Deve accontentarsi dell’argento Desiree Cappa del Villaggio Sport. Eschilo con 1’08”76 e 950.84 punti seguita da Martina Priori della Rari Nantes Aprilia con 1’12”77 e 898.45 punti.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Corsa al podio ad alta velocità anche nella categoria M25 vinta da Simona Corrado del Club L’Aquila Nuoto con 1’08”50 e 963.80 punti davanti a Luisa Bovo dello Sporting Club Arbizzano con 1’08”54 e 963.23 punti e Giorgia Gurioli della Pol Garden Rimini con 1’09”45 e 950.61 punti.

Silvia Parocchi-campionati italiani masterIl miglior tabellare rosa di questa specialità lo ha totalizzato Silvia Parocchi (nella foto a destra) della Molinella Nuoto con 1’10”85 e 990.54 punti con il quale ha fatto suo il titolo italiano M45.

«Sono contenta del risultato sei in questa gara che nei 200. Per i misti quest’anno non sono riuscita ad allenarmi come si deve, ma va bene così – ha commentato Silvia Parocchi a fine gara all’inviato Lorenzo Giovannini – Non farò i mondiali a Kazan e quindi la mia stagione finisce qui. Per gli Europei di Londra sarò M50 ma ancora non ci ho pensato, preferisco vivere alla giornata .»

Alle sue spalle sul podio Maria Elena Rossi della Aquatica Torino con 1’13”80 e 950.95 punti e Stefania Corvo del Forum Sport Center con 1’14”75 e 938.86 punti.

Tra i migliori riscontri femminili segnaliamo infine il podio M35 composto da Raffaella Previtera della Aquatica Torino con 1’11”99 e 926.52 punti, Sara Cracco della Arca Oderzo con 1’12”38 e 921.53 punti e Valentina Capuzzi della Derthona Nuoto con 1’14”21 e 898.80 punti.

Maurizio Tersar-campionati italiani masterSe ne sono viste delle belle anche in campo maschile nel quale oltre al primato italiano di Tomasi, è arrivato anche quello di Maurizio Tersar (nella foto a destra), M35 della Master AICS Brescia che ha toccato la piastra a 59”70 e 1003.35 punti con il quale ha migliorato il precedente da lui stesso nuotato il 17 maggio con 1’00”46 in prima frazione della staffetta da record della Master Brescia.

«Sono arrivato a Riccione abbastanza in forma anche se questa per me era una tappa di avvicinamento in quanto punto ai Campionati Mondiali di Kazan – ha commentato Tersar a caldo – Sono comunque molto contento dei risultati ottenuti in questi Campionati Italiani, soprattutto quello di oggi con il Record Italiano. Il mio obiettivo era di andare sotto al minuto e ci sono riuscito bene, anche e a Kazan cercherò di migliorarmi. Sono contento anche dei 200 che ho fatto per la prima volta in vasca lunga, mentre nei 50 non riesco facilmente a trovare i ritmi giusti. A Kazan vado trascinato dal fatto che potrò seguire prima le gare degli agonisti e poi dedicarmi alle mie, ma in realtà sto già pensando anche agli Europei della prossima stagione per i quali abbiamo anche già prenotato gli appartamenti! Sarà un sogno gareggiare nella vasca dove hanno fatto le Olimpiadi. Sono contentissimo di aver fatto la scelta di diventare Master dopo il passato di agonista che ho alle spalle perché nuotare e fare gare mi piace tanto. Nei Master ho incontrato nuovamente tanti amici che nuotavano con me ai tempi dell’agonismo tra cui Trippodo, Tiano, Cocci ed altri. Riesco ad affrontare le gare in maniera molto meno stressante e mi diverto molto di più, scherzando con gli altri anche poco prima della partenza. Se poi il risultato non arriva, pazienza, sorrido lo stesso. Penso che sia questo il vero spirito master ed auguro a tutti di interpretare le gare con questo spirito.»

Spettacolare il testa a testa nella serie finale della categoria M30 che ha visto davanti a tutti Enrico Catalano della Serenissima Nuoto Club con 57”67 e 1013”53 punti con il quale ha registrato il nuovo Record Italiano migliorando il precedente da lui stesso realizzato a febbraio con 58”21. Alle sue spalle si sono piazzati Marco Maccianti della Firenze Nuota Extremo con 1’00”43 e 967.23 punti e Giovanni Carlo Perulli della Icos Sporting Club con 1’01”71 e 947.17 punti.

Corsa al podio con il piede schiacciato sull’acceleratore anche per la categoria M45 vinta da Luca Vigneri della Sportiva Sturla a quota 1’04”27 e 965.30 punti davanti a Giuseppe Tiano del Malaspina Sport Club con 1’05”03 e 954.02 punti e Guido Cocci della Imolanuoto con 1’05”25 e 950.80 punti.

Di tutto rispetto e avvincente anche il confronto della categoria M25 che ha visto trionfare Entoni Cantello della  Master AICS Brescia con 1’00”85 e 946.75 punti davanti ad Alessandro Marian della Gymnasium Spilimbergo con 1’00”98 e 944.74 punti e Leonardo Belfioretti della Vela Nuoto Ancona con 1’01”01 e 944.27 punti.

Tra i migliori riscontri della specialità segnaliamo infine Raffaele Lococciolo, M40 della Nuotopiù Academy con 1’03”20 e 961.39 punti, Gianni Stefano Bertoli, M55 della Nuoto Club Milano con 1’11”96 e 941.36 punti e Francesco Pettini, M50 della Empire Roma con 1’07”05 e 958.24 punti.

I 50 rana che sono seguiti, hanno visto la salita più ripida per arrivare al podio in campo femminile nella categoria M45 vinta da Sabina Vitaloni della Derthona Nuoto con 35”64 e 980.64 punti davanti a Laura Molinari della DLF Nuoto Livorno con 36”01 e 970.56 punti e Wanya Carraro del Forum Assago con 36”89 e 947.41 punti.

Non da meno il confronto consumato nella categoria M25 nella quale è stata la brillante Carla Venice della Rari Nantes Legnano a conquistare la vetta segnando 34”11 e 968.92 punti. Alle sue spalle si sono piazzate Veronica Bellini della Master AICS Brescia con 35”54 e 929.94 punti e Francesca Frattini della Derthona Nuoto con 36”49 e 905.73 punti.

Tra i migliori riscontri rosa segnaliamo anche quelli di Gabriella Tucci, M75 del Malaspina Sport Club con 51”60 e 935.85 punti, Liana Corniani, M55 del Forum Sport Center con 42”04 e 921.03 punti e Lucia Corvo, M35 del Forum Sport Center con 36”68 e 921.48 punti.

La gara più avvincente al maschile è stata probabilmente quella consumata in categoria M25 nella quale è stato Mirko Cecchin della Gymnasium Spilimbergo a segnare primo crono con 29”44 e 973.51 punti, a soli 24 centesimi dal Record Italiano da lui stesso nuotato nel 2012. Argento per Marco Suriani della Empire Roma con 30”32 e 945.25 punti e bronzo per Matteo Ghilardi della Nuotopiù Academy con 30”35 e 944.32 punti con il quale chiude nuovamente davanti a Michele Zito della Unique Pool che stavolta resta fuori dal podio segnando 30”45 e 941.22 punti.

Record sfiorato anche nella categoria M50 vinta da Fabio Servadio del Centro Nuoto Bastia che ha nuotato un ottimo 31”96 e 983.10 punti, a 3 centesimi dal record italiano, piazzandosi davanti a Carlo Travaini Arturo della Acqua 1 Village con 32”27 e 973.66 punti e Luca Listanti del Centro Nuoto Bastia con 34”48 e 911.25 punti.

Podio ad alta quota anche nella categoria M60 vinta da Marco Stentella del Forum Sport Center con 35”20 e 967.33 punti seguito da Stefano Gatteschi della SAFA2000 Torino con 38”64 e 881.21 punti e Arcangelo Marciano’ della Meridiana Nuoto Taranto con 38”98 e 873.52 punti.

Sul filo del rasoio si è deciso il titolo italiano M55 vinto da Riccardo Risaliti della DLF Nuoto Livorno con 34”28 e 954.49 punti con il quale si è messo alle spalle Francesco Grignani del Centro Nuoto Bastia con 34”43 e 950.33 punti e Fabrizio Griffo della Pol. Waterpolo Palermo con 34”59 e 945.94 punti.

mario de giampietro-campionati italiani masterTra i migliori riscontri maschili segnaliamo infine il mitico Mario De Giampietro (nella foto a destra), M90 della Pol Garden Rimini con 1’07”01 e 936.13 punti, Emiliano Pablo Gallazzi, M40 della Rari Nantes Legnano con 30”59 e 970.58 punti, Fabio Cavalli, M45 della Milano Nuoto Master con 32”12 e 941.16 punti e Mauro Zanetti, M35 della Master AICS Brescia con 31”12 e 936.05 punti.

La mattinata termina con le staffette 4×50 misti femminile per le quali si sono tuffate in vasca 115 formazioni, tra le quali ben due hanno messo a segno il Record Italiano. In ordine cronologico è stata la formazione di categoria M280 della Malaspina Sport Club composta da Elisabetta Forni, Gabriella Tucci, Luisa Maresca  e Laura Battistini a mettere a segno il nuovo primato con 3’1935 e 901.88 con il quale hanno cancellato la Due Ponti con 3’34”22 del 2012, mentre proprio in chiusura è arrivato l’altro primato realizzato dalla Master AICS Brescia di categoria M100 composta da Lisa Lasagna, Veronica Bellini, Greta Rovetta e Martina Guareschi (nella foto a destra) che hanno fermato il crono a 2’07”76 e 986.38 punti migliorando il precedente detenuto dalla stessa società con 2’09”58 di questa stagione.

staffetta 4x50 misti femminile AICS Master Brescia Record ItalianoTra i migliori riscontri segnaliamo anche le formazioni del Forum Sport Center, M200 con 2’19”41 e 995.77 punti, Nuotopiù Academy, M160 con 2’12”51 e 968.15 punti e Derthona Nuoto A, M120 con 2’07”24 e 993.79 punti.

Gli atleti sono già in acque per il riscaldamento prima della sessione pomeridiana che prenderà il via dalle ore 15:00 con i 100 stile libero e la staffetta 4×50 misti maschile.

Ricordiamo infine che a Riccione è aperto Casa Nuoto Extremo che si trova ad appena cinque minuti a piedi dallo Stadio del Nuoto ed ha a disposizione tutto di qualsiasi marchio per tutti i nuotatori ed appassionati che si troveranno a Riccione per disputare o seguire i Campionati Italiani Master. Oltre ad approfittare dei prezzi pazzi che praticherà Nuoto Extremo e della cuffietta in omaggio per chi acquista almeno 20 euro di materiale, sarà possibile anche partecipare al concorso Selfie ExtremoClicca qui per maggior dettagli.

Clicca qui per Start-List e Programma Gare con orari dei Campionati Italiani Master 2015

Clicca qui per i risultati live dei Campionati Italiani Master 2015

Swim4Life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights