Poker di Ledecky con oro e Record del Mondo negli 800 stile!

La statunitense dopo i 200, 400 e 1500 stile fa suoi anche gli 800 stile libero. Marco Orsi chiude con il 5° tempo mondiale.

Non ci sono parole per descrivere l’incredibile progressione di risultati e di straordinarie prestazioni che ha caratterizzato il mondiale della statunitense Katie Ledecky che in questa penultima giornata dei Campionati Mondiali di Kazan 2015 fa sua anche la gara degli 800 stile libero con il crono di 8’07’’39 ad oltre dieci secondi dalla seconda classificata. L’incredibile risultato della statunitense vale il nuovo Record del Mondo demolendo di quasi quattro secondi il precedente di 8’11’’00 detenuto dalla stessa Katie.

Non vedo l’ora di tornare a lavorare con il coachqueste le parole a caldo della campionessa statunitense gli sono così grata per avermi permesso di arrivare qui in queste condizioni.

Dunque Katie Ledecky conquista la palma di miglior donna dei Campionati, anello di congiunzione tra il nuoto maschile e quello femminile, portando a casa i titoli dei 200, 400, 800 e 1500 stile libero con annessi record del mondo (ad esclusione dei 200 stile il quale record resta assegnato ancora a Federica Pellegrini, ndr). Dietro l’alieno Ledecky troviamo la neozelandese Lauren Boyle con 8’17’’65 e la britannica Jaz Carlin con 8’18’’15.

Marco_Orsi_Swim4Life_IMG_7785Questa giornata ha evidenziato sia lo strapotere dei soliti super atleti che hanno monopolizzato le proprie gare ma anche alcune rivelazioni di atleti che a sorpresa hanno conquistato il gradino più alto del podio.

Alla vigilia della gara dei 50 stile libero maschili c’era tantissima tensione e speranza nel vedere il Bomber Marco Orsi giocarsi una grandissima finale tra i califfi del nuoto mondiale. Non era facile farsi spazio ma l’Azzurro ha comunque saputo far bene chiudendo la sua gara con il crono di 21’’86 ex aequo con l’ucraino Andrii Govorov entrambi piazzati al 5° posto al mondo.

Sono contento. Essere qua è già una grande vittoria – dichiara il bomber a fine gara – Arrivo comunque al quindi posto al mondo. Va benissimo così, il tempo di 21’’86 non è da buttare via. Il francese non sbaglia un colpo

Campione in assoluto si conferma l’olimpico francese Florent Manaudou con 21’’19 il quale non nascone affatto l’entusiasmo:

Sono davvero felicissimo. Volevo vincere ma essere riuscito a farlo anche con il miglior crono è davvero incredibile. Ho lavorato per questo risultato tutto l’anno. Anche le altre gare sono andate bene ma è questa quelle che voglio vincere anche alle olimpiadi.”

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Alle spalle del francese si piazza lo statunitense Nathan Adrian con 21’’52 e al sorprendente brasiliano Bruno Fratus con 21’’55. Fuori dal podio per un solo centesimo l’idolo di casa il russo Vladimir Morozov con 21’’56.

Non lascia spazio ad interpretazioni la gara dei 50 farfalla femminili nella quale la campionessa svedese Sarah Sjostrom si prende un altro titolo mondiale con il crono di 24’’96 davanti alla danese Jeanette Ottesen con 25’’34 che si lascia definitivamente alle spalle gli spettri dell’aggressione in auto di alcune settimane fa che misero a rischio la sua partecipazione al mondiale. Chiude il podio la cinese Ying Lu con 25’’37 davanti all’olandese Inge Dekker che chiude al quarto posto con 25’’64.

Emily Seebohm 200 backstroke gold medal kazan 2015La terza finale del pomeriggio quella dei 200 dorso femminili deve abdicare dal titolo l’americana Missy Franklin che con il crono di 2’06’’34 deve arrendersi all’expolit dell’australiana Emily Seebohm che si laurea campionessa del mondo con 2’05’’81. Deludente la prestazione della magiara Katinka Hosszu con 2’06’’84 che ad esclusione delle grandissime prestazioni di inizio mondiale conferma di essere ormai a secco di forze.

Nelle semifinali dei 50 rana femminile finisce l’avventura delle Azzurre Arianna Castiglioni e Martina Carraro che chiudono entrambe al 13° posto con 31’’17. Nonostante un pizzico di delusione per non essere riuscite a centrare la partecipazione alla finale di domani resta comunque il fatto che per entrare tra le prime otto atlete sarebbe servito ripetere il record italiano conquistato proprio al mattino da Martina Carraro. Davanti a tutte si piazza la lituana Ruta Meilutyte con 29’’98 nonostante il fatto che dopo la sconfitta nella distanza dei 100 rana non riesce a mostrare più la sicurezza di sempre che l’ha contraddistinta finora.

È stato davvero importante avere un paio di giorni per rilassarmi e concentrarmi su questa gara – ha dichiarato una rilassata Ruta a fine gara – Sono felice per la gara e per il tempo. Domani voglio giocarmela al meglio.

In seconda piazza troviamo la russa Yuliya Efimova con 30’’14 seguita dalla statunitense Jessica Hardy con 30’’25.

chad le clos kazan 2015 gold medal 100 flyLa finale dei 100 farfalla maschili vede il ritorno al titolo mondiale del sudafricano Chad Le Clos che con il crono di 50’’56 riesce a difendere il primato nella distanza ma soprattutto mette a tacere tutte le voci che lo vedevano fuori forma in questo appuntamento mondiale. Argento per l’infinito  Laszlo Cseh con 50’’87 che dopo aver conquistato il bronzo nei 50 e l’oro nei 200 completa così il podio di medaglie della farfalla. Chiude il podio Joseph Isaac Schooling con 50’’96.

Le semifinali dei 50 stile libero femminili stabiliscono che la finale di domani sarà davvero spettacolare con quattro atlete raccolte nell’arco di un decimo. Ingresso in finale con il primo tempo per l’australiana Cate Campbell con 24’’22 davanti all’olandese Ranomi Kromowidjojo con 24’’23 e la svedese Sarah Sjostrom con 24’’31. Quarta piazza per la seconda delle sorelle Cambell, Bronte, con il tempo di 24’’32.

Non potevamo chiedere di più nelle semifinali 50 dorso maschili all’Azzurro Simone Sabbioni che in una distanza non proprio nelle sue corde (specialista nei 100 dorso, ndr) chiude con il 12° crono di 25’’05. Resta comunque positivo questo suo debutto ad un mondiale in una stagione nella quale oltre agli impegni natatori ha dovuto combattere anche negli impegni scolastici con la maturità. Davanti a tutti il francese Camille Lacourt che conferma di essere tornato grande con il crono di 24’’27, mentre alle sue spalle troviamo l’americano Matt Grevers con 24’’59 e l’australiano Ben Treffers con 24’’64.

La giornata si chiude con la finale della Mi-Staffetta 4×100 stile libero che vede gli Stati Uniti con Ryan Lochte (48’’79), Nathan Adrian (47’’29),Simone Manuel (53’’66) e Missy Franklin (53’’31) conquistare il Record del Mondo con 3’23’’05 migliorando il primato di 3’23’’29 detenuto dalla formazione dell’Australia. In seconda piazza troviamo l’Olanda con Sebastiaan Verschuren (48’’74), Joost Reijns (49’’09), Ranomi  Kromowidjojo (52’’48), Femke Heemskerk (52’’79) che chiude in 3’23’’10 mentre al terzo posto troviamo il  Canada con Santo Condorelli (48’’19), Yuri Kisil (48’’25), Chantal Van Landeghem (53’’60) e Sandrine Mainville (53’’55) con 3’23’’59. Chiudono la gara al 5° posto gli Azzurri con Marco Orsi (48’’70), Filippo Magnini (48’’19), Federica Pellegrini (54’’26), Erika Ferraioli (54’’11) per un totale di 3’25”26.

Appuntamento per la giornata finale di domani dove avremo Federico Turrini impegnato nei 400 misti ma soprattutto Gregorio Paltrinieri nei 1500 stile libero nei quali proverà a contrastare l’egemonia del cinese Sun Yang.

Clicca qui per i risultati Mondiali Nuoto Kazan 2015

Clicca qui per tutti gli orari e le dirette TV del programma gare Mondiali Nuoto Kazan 2015

Clicca qui per la diretta Rai Sport dei Mondiali di Kazan 2015

Swim4Life All Rights Reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Ciro Porzio

Consulente informatico, matematico con la passione per le statistiche e apprendista nuotatore. Ricopre diversi ruoli di responsabilità in Swim4Life Magazine.
Shares