Il CT Butini soddisfatto dei riscontri del Trofeo Città di Milano ma resta coi piedi per terra e punta a Rio!

E sul calore del pubblico della piscina Samuele si sente fiero: questo affetto è anche la conseguenza dell’immagine pulita che diamo con i nostri atleti.

Nessuno o quasi si aspettava di assistere a cotanto spettacolo in quel di Milano dove in occasione del Trofeo organizzato in maniera sempre più teatrale dalla Nuotatori Milanesi, se ne sono viste delle belle quando mancherebbe solo un mese all’appuntamento dei Campionati Italiani Assoluti primaverili di Riccione, crocevia importante sulla strada che passando per gli Europei di Londra, porta ai Giochi di Rio.

Gregorio Paltrinieri scatenato nei 1500 stile libero con un crono pazzesco girato a 14’40”61, vicino al suo Record Europeo, Gabriele Detti che ha nuotato il suo migliore assoluto nella medesima specialità segnando 14’48”86, Federica Pellegrini in forma strepitosa nei 200 stile libero chiusi in 1’55”92, ad appena 92 centesimi dal personale in tessuto nuotato proprio nella scorsa stagione nella semifinale dei Mondiali di Kazan e un infinito Filippo Magnini che a 34 anni ha segnato 1’49”54 sempre nei 200 stile libero, a 12 centesimi dal personale nuotato nella scorsa stagione, sono le portate principali del ricco buffet offerto al 6° Trofeo Città di Milano.

I ragazzi stanno già volando nonostante quello di Milano sia il primo appuntamento in vasca olimpionica della stagione e nonostante vengano da un duro collegiale di lavoro. Il tempo di Paltrinieri è veramente importante e addirittura Gregorio ha dichiarato di voler realizzare il nuovo Record Europeo in occasione dei Campionati Italiani Assoluti imminenti. Di tutto questo ne sono entusiasti gli organizzatori dell’evento, il pubblico accorso numeroso a Mecenate per seguire con enfasi i propri beniamini e gli addetti ai lavori che soddisfatto, hanno tracciato una linea importante per proseguire la strada che porta a Rio. Tra questi il CT Cesare Butini che si è detto contento di aver assistito a certi riscontri, pur invitando tutti a restare concentrati sull’obiettivo principale di questa stagione.
«È sicuramente questo un indice che la squadra in generale e dei i componenti di quelli che saranno poi i probabili atleti che andranno a rappresentarci sia a Londra che a Rio, stanno in buona salute, stanno lavorando bene e di questo vanno ringraziati sia i tecnici federali che do società. Le indicazioni che sta dando la kermesse di Milano sono forse anche migliori di quelle che potevano essere le nostre aspettative, ma bisogna restare con i piedi per terra perché abbiamo visto che tra Orlando e Marsiglia, ci fanno capire che nell’anno olimpico nessuno scherza, quindi bisognerà temere bene il timone dritto verso quella che è una rotta importante che ci porta attraverso Riccione, gli Europei e poi dritti a Rio. Lì i giochi saranno veramente più complicati e bisognerà arrivare nella migliore condizione possibile.»

Il Trofeo Città di Milano è sicuramente una manifestazione particolare, ma in questi giorni si è visto un pubblico veramente tanto caloroso che dimostra sempre più affetto e attaccamento verso i ragazzi del nuoto italiano. Anche questo aiuta ed incentiva a fare risultati sempre migliori?
«Penso che sicuramente anche questo aiuta perché credo che sentire la vicinanza del pubblico, dei media e quant’altro, dà sicuramente uno sprono in più a sopportare tutti i sacrifici che fanno e che devono sobbarcarsi ogni giorno. È chiaro che penso che sia anche una conseguenza dell’ottima immagine che danno tutti i nostri nuotatori quando compaiono in televisione e quindi è un trasporto che loro danno e speriamo che sia veramente un esempio sia per i giovani, ma anche per i media in generale.»

E proprio parlando dell’aspetto dell’immagine, con le ultime cose viste in giro per il mondo relativamente ai casi di doping, possiamo dire fieri che il nuoto italiano è uno dei più puliti in Europa forse?
«Penso che questo dovrebbe essere la regola nel senso che non penso che siamo bravi, ma siamo umani che rispettano le regole. Poiché bisogna ed è gusto giocare pulito, noi giochiamo pulito.»

Clicca qui per la galleria foto del 6° Trofeo Città di Milano

Swim4Life All Rights Reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights