Adam Peaty sfiora il Record Mondiale nei 100 rana!

Mitch Larkin nei 200 dorso e le sorelle Campbell nei 100 stile segnano i crono più veloci dell’anno e stamattina Mack Horton ha preannunciato spettacolo nei 1500 stile libero segnando 14’48”77 nei preliminari.

Ieri Adam Peaty ha alzato la voce al Tollcross di Glasgow, strappando applausi alla platea e urla al cronista dei Campionati Britannici dove il giovane prodigio ha fermato il crono dei 100 rana a 58”41, sfiorando il Record Mondiale da lui stesso detenuto di 49 centesimi, registrando il secondo crono mondiale di tutti i tempi e piazzandosi prepotentemente al primo posto del ranking mondiale stagionale! Gara bellissima, tirata al limite estremo con Ross Murdoch già ai primi 50 metri, nuotati in 27”21 contro i 27”56 del gemello ranista che ha chiuso poi alle sue spalle in 59”31, siglando il secondo crono mondiale stagionale. Vedere il video per emozionarsi cliccando qui.

Non sono andati piano nemmeno James Guy che nei 400 stile libero ha segnato 3’43”84, secondo crono mondiale dell’anno alle spalle di Mack Horton e Hannah Miley, anche lei seconda al mondo dopo il 4’33”40 nuotato nei 400 misti, posizionandosi dietro Katinka Hosszu.

mitch-larkin-cate-and-bronte-campbellArrivano altri spari di cannone anche da Adelaide dove nella sessione dei Campionati Australiani disputata ieri, Mitch Larkin ha piazzato il primo crono mondiale stagionale aggiudicandosi la finale dei 200 dorso in 1’53”90, meglio dei tempi nuotati la scorsa settimana dal cinese Xu Jiayu con 1’54”79 ai Campionati nazionali e dello statunitense Ryan Murphy con 1’54”94 ai Trials Canadesi. Con questo tempo, a 73 centesimi dal Record del Commonwealth, Larkin si conferma come il più lanciato alla corsa all’oro olimpico che quattro anni fa, ricordiamo fu vinto dallo statunitense Tyler Clary con 1’53”41.
Sempre nei 200 dorso si è fatta notare anche l’attesa Emily Seebohm che ha segnato il miglior crono delle semifinali chiudendo in 2’08”10 in attesa di capire cosa stamperà nella finale di domani.

Altro che polso infortunato, non ha tradito le aspettative Cate Campbell che si è aggiudicata i 100 stile libero segnando 52”38 (passaggio 27”52), migliorando il 52”41 delle semifinali che l’aveva già portata al primo posto del ranking mondiale stagionale, seguita dalla sorella Bront che ha nuotato in 52”58 migliorando il 52”78 delle semifinali, scalzando anche lei la svedese Sarah Sjostrom che aveva impressionato il mondo con il suo 52”78 dei Campionati Svedesi disputati undici giorni fa. Anche se a questo punto i posti per i 100 stile di Rio sono destinati alle sorelle Campbell, è da segnalare anche l’ottimo riscontro di Emma Mckeon, terza con 52”80, prezioso in ottica staffetta.

Mack-Horton-adelaideTra i risultati più rumorosi emersi nella giornata di ieri, è arrivato anche il terzo crono mondiale dei 200 rana femminili di Taylor Mckeown che ha fatto sua la finale in 2’21”45, meglio della Pedersen vista la settimana scorsa in Olanda ed alle spalle della Efimova in attesa di sentenza FINA per la positività riscontrata il mese scorso.

Intanto stanotte (stamattina ad Adelaide) le Campbell hanno riscaldato i motori nei preliminari dei 50 stile nuotando entrambe in 25”11, mentre nei preliminari dei 1500 stile libero, Mack Horton ha piazzato in scioltezza un crono significativo toccando la piastra a 14’48”77, secondo mondiale dell’anno davanti a Gabriele Detti che aveva segnato 14’48”86 al Trofeo Città di Milano, all’inseguimento di Gregorio Paltrinieri, in attesa di vedere cosa farà nella finale che disputerà domani.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights