La poetica Cerimonia di Apertura avvia le Olimpiadi di Rio de Janeiro!

In un colmo Maracanà si accende per la 31esima volta il Braciere Olimpico dei Giochi moderni, tra messaggi di pace e di nuova vita.

Che i Giochi abbiano inizio! Anche se due delle discipline olimpiche sono già iniziate ieri, con la Cerimonia di Apertura e l’accensione del Braciere Olimpico, sono ufficialmente iniziate le 31esime Olimpiadi.
L’entusiasmo e l’emozione del pubblico brasiliano che stasera ha riempito a tappo lo Stadio Maracanà, era palpabile anche a migliaia di chilometri di distanza, con il picco raggiunto quando è stata issata la bandiera brasiliana e cantato l’inno nazionale dalla celebre voce brasiliana di Paulinho da Viola che con la sua chitarra ha dato inizio allo spettacolo della Cerimonia. Una sceneggiatura che ha messo sempre al centro dell’attenzione il “minimal” degli elementi naturali usati in tanti aspetti di queste Olimpiadi, il simbolo della pace, di cui tutto il mondo ha fortemente bisogno in questa epoca fatta di terrore gratuito e poi bellissima, la storia delle Americhe raccontata con scene fantastiche, dalla rappresentazione della foresta Amazzonica com’è era in origine, all’arrivo delle tre Caravelle, fino alle popolazioni di varie culture e origini provenienti da tutto il mondo che hanno dato linfa al Brasile che conosciamo oggi. Una vera e propria poesia quella brasiliana, espressa con grande gioia e vitalità, due delle principali caratteristiche dei brasiliani.

cerimonia-apertura-olimpiadi-rio-2016Cercate le cose che uniscono e celebrate le differenze, viene proclamato durante la Cerimonia di Apertura, un messaggio di speranza urlato ad alta voce in una festa di colori veramente coinvolgente, emotivamente e spiritualmente.

E poi un messaggio di allarme, evidenziano i problemi causati dalle emissioni di Co2, dal riscaldamento globale ed il conseguente scioglimento della calotta polare con l’innalzamento dei mari, ma infine, la speranza di un mondo migliore, di una rinascita a nuova vita, voluta da una parte dell’umanità che non vuole arrendersi alla disfatta. È l’introduzione alla sfilata dei 207 Delegazioni Nazionali, iniziando dalla Grecia, storicamente gli inventori dei Giochi Olimpici, per poi passare in ordine alfabetico a tutti quanti gli altri, rappresentati da oltre 11mila atleti, terminando con il Brasile che ospita questa edizione, tutti con il loro portabandiera a guidare il proprio gruppo, tutti con una piantina da una parte e un seme da piantare dall’altra, un doppio simbolo molto significativo per rappresentare una nuova vita.

Sfila fiera e sorridente Federica Pellegrini a capitanare la Delegazione Italiana composta da 309 atleti nel giorno del suo 28esimo compleanno, che i Giochi abbiano inizio!

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine