Alia Atkinson fa tremare il Record del Mondo dei 50 rana di Jessica Hardy!

Sfiora il WR anche Le Clos nei 100 farfalla, Morozov sale anche sul podio dei 100 rana, mentre Larkin resta fuori da quello dei 50 dorso nella sorprendente World Cup che ha fatto tappa a Berlino

Prosegue sulla scia dello spettacolo in vasca corta la World Cup FINA/Airweave Speedo che nella prima giornata della seconda tappa disputata a Berlino, ha visto Vladimir Morozov migliorare il Record del Mondo nei 100 misti da lui stesso già nuotato nella precedente tappa di Parigi – clicca qui per il report dettagliato – mentre nella seconda giornata ha lasciato il pubblico con il fiato sospeso in diverse occasioni che hanno regalata in egual modo grande enfasi.

Ad aprire la seconda serata di Berlino, i 100 stile libero femminili che hanno visto la danese Jeanette Ottesen sfrecciare davanti a tutte chiudendo in 51”87 seguita dall’australiana Madeline Groves con 52”06 e dalla onnipresente magiara Katinka Hosszu con 52”25.

Dopo l’intermezzo dei 200 stile libero vinti senza troppa fatica dal britannico James Guy con 1’42”22, si è accesa una fulminea e stellare sfida nei 50 rana femminili che hanno visto ripetersi il podio della prima tappa di Parigi, ma con la giamaicana Alia Atkinson che ha fatto tremare il Record del Mondo detenuto dal 2009 dalla statunitense Jessica Hardy con 28”80, toccando la piastra cronometrica a 29”00, soltanto 8 centesimi in meno rispetto alla russa Yuliya Efimova classificata seconda, seguita dalla statunitense Katie Meili con 29”37.

Dopo i 50 rana, il sudafricano Cameron Van Der Burgh fa suoi anche i 100 rana con il crono di 56”56, seguito sul podio dal russo Kirill Prigoda con 56”63 ed a sorpresa dal suo connazionale Vladimir Morozov che si piazza anche sul podio della rana chiudendo in 57”01.

chad-le-closDominio nel delfino consolidato dall’altro sudafricano Chad Le Clos che dopo i 50 e 200 conquistati nella prima giornata, vince anche i 100 farfalla segnando 48”66 con il quale sfiora il Record del Mondo da lui detenuto con 22 centesimi in meno siglato ai Mondiali indoor di Doha 2014.

Rispetto ai 50 dorso disputati nella prima giornata, nei 100 dorso femminili si inverte il podio con Katinka Hosszu che conquista l’oro in 55”60, seguita dall’ucraina Daryna Zevina con 56”44 e dall’australiana Emily Seebohm con 56”58, mentre nei 50 dorso maschili resta a sorpresa fuori dal podio l’australiano Mitch Larkin che chiude in 23”46 in una finale poco competitiva che vede vincere il bielorusso Pavel Sankovich con 23”14 seguito dal russo Stanislav Donets con 23”40 e dall’altro australiano Bobby Hurley con 23”44.

Vanno alla tedesca Franziska Hentke i 200 farfalla chiusi in 2’04”06, così come i 200 misti maschili hanno visto l’altro tedesco Philip Heintz sul primo gradino del podio con il crono di 1’51”92.

In corso di svolgimento la seconda parte di finali che andranno a chiudere questa seconda tappa.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

foto FINA

Clicca qui per i risultati completi

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine