World Cup FINA, Katinka Hosszu è una macchina da guerra, 13 medaglie vinte anche a Doha!

La Iron Lady eguaglia il primato di medaglie raggiunto nella precedente tappa di Dubai

Appena sei giorni dopo la tappa di Dubai, Katinka Hosszu (foto Alexandra Panagiotidou) si è ripetuta nell’ultima tappa del penultimo Cluster della World Cup FINA/Airweave disputata lo scorso week end a Doha, eguagliando il primato assoluto di 13 medaglie vinte in un’unica tappa del torneo, 9 d’oro e 4 d’argento conquistate nella due giorni di gara svolte presso lo Hamad Aquatic Center.

La Iron Lady, capolista fissa della classifica generale dell’evento affiancato da Speedo ed Omega, ha fatto sue le medaglie d’oro nei 200 stile libero con 1’53”29, 400 stile libero con 4’03”94, 800 stile libero con 8’27”58, 50 dorso con 26”38, 100 dorso con 56”44, 100 misti con 57”82, 200 misti con 2’05”77, 400 misti con 4’31”18 e negli spettacolari 200 farfalla in cui ha chiuso in 2’03”34 in ex aequo con la statunitense Madeline Groves, stabilendo insieme il miglior crono mondiale dell’anno.

Ancora, sono arrivate quattro medaglie d’argento per la magiara, con 2’01”48 nei 200 dorso alle spalle dell’ucraina Daryna Zevina che ha segnato 2’01”25, con 56”03 nei 100 farfalla, con 52”63 nei 100 stile libero e 25”98 nei 50 farfalla, queste ultime tre vinte dalla danese Jeanette Ottesen, rispettivamente in 55”93, 51”58 e 25”13, che ha aggiunto a queste anche la medaglia d’oro nei 50 stile libero con 23”84.

Si è confermato vincente sempre nelle stesse gare anche il russo Vladimir Morozov, anche lui proiettato alla vittoria finale visto il primato in classifica, con l’oro nei 100 stile libero vinto in 45”77, nei 100 misti in 51”75, nei 100 rana con 56”97 e nei 50 stile libero con 21”05. Nel finale ha poi nuotato la prima frazione della 4×50 stile mista della Russia in 20”95, a 16 centesimi dal suo miglior crono nuotato quest’anno in occasione della tappa di Berlino.

alia-atkinson-world-cup-fina-2016I 50 e 100 rana femminili hanno avuto lo stesso epilogo e ordine di arrivo sul podio, con la giamaicana Alia Atkinson che ha dominato in entrambe le distanze, rispettivamente in 28”98 nei 50 metri, a 18 centesimi dal Record del Mondo e 1’03”18 nei 100, seguita dalla russa Yuliya Efimova con 29”27 nei 50 metri e 1’03”27 nei 100 e dalla statunitense Katie Meili con 29”78 nei 50 metri e 1’03”90 nei 100, mentre i 200 rana sono andati ancora alla nipponica Kaneto Rie con 2’15”76 davanti alla Efimova che ha segnato 2’16”39.

Arriva la prima sconfitta nei 200 farfalla per Chad le Clos in questa World Cup, subita a vantaggio del nipponico Seto Daiya che ha chiuso di 9 centesimi davanti al sud africano in 1’49”84. A Seto sono andati anche i 400 misti chiusi davanti a tutti in 4’02”39 e i 200 misti con il crono di 1’52”49, mentre Le Clos ha conquistato l’oro nei 50 farfalla con il crono di 22”36, nei 100 farfalla in 50”23 ed è riuscito ad imporsi anche nei 200 stile libero segnando 1’42”84 davanti al britannico James Guy con 1’43”17.

La World Cup ripartirà il 21 ottobre aprendo l’ultimo Cluster da tre tappe a Singapore, per poi spostarsi dal 25 ottobre a Tokyo e dal 29 ottobre a Hong Kong.

Clicca qui per i risultati completi della tappa di Doha

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Clicca qui per la Classifica generale maschile

Clicca qui per la Classifica generale femminile

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine