Kyle-Chalmers
Foto: EPA/ESTEBAN BIBA

Singapore apre l’ultimo Cluster della World Cup FINA con il Record del Mondo Juniores di Kyle Chalmers nei 100 stile!

Nella prima giornata di gare si consuma anche il Katinka Hosszu show, con cinque medaglie vinte in sei finali

L’OCBC Aquatic Centre di Singapore ospita oggi e domani per il decimo anno consecutivo la settima tappa della World Cup FINA/Airweave, la prima dell’ultimo cluster che porterà alla conclusione del torneo, ormai già in tasca per Katinka Hosszu che ha dominato fino ad ora la scena in ogni tappa del campionato affiancato anche da Speedo ed Omega.

Ad aprire in maniera più che spettacolare la prima delle due giornate, che vedranno in vasca complessivamente 277 atleti in rappresentanza di 34 Paesi, 151 dei quali da parte di Singapore che è il numero più grande mai schierato in una World Cup FINA, il Record del Mondo Juniores registrato nei 100 stile libero dall’australiano Kyle Chalmers (Foto Esteban Biba / EPA) che ha chiuso con 46”61 la bellissima sfida con il russo Vladimir Morozov vittorioso in 45”92, migliorando il primato precedente da lui stesso detenuto con 48”03 nuotato soltanto lo scorso aprile. Un riscontro veramente straordinario per il fulmine australiano che nella finale precede il connazionale Brayden McCarthy con 47”23.
Morozov vince anche i 100 misti in 50”70 ed una medaglia di bronzo nei 50 rana nuotando in 26”85 alle spalle del sud africano Roland Schoeman con 26”62 e del brasiliano Felipe Lima con 26”19.

katinka-hosszuKatinka Hosszu dirige il suo show come ha fatto costantemente in ogni tappa di questa World Cup, vincendo cinque medaglie in sei finali disputate: oro nei 200 stile libero con 1’53”17, nei 200 misti con 2’06”25, nei 200 dorso con 2’01”66 e nei 100 farfalla con 56”02 davanti a Jeanette Ottesen che ha vinto con 56”08, e argento nei 50 dorso con il crono di 26”21 alle spalle dell’australiana Emily Seebohm che ha chiuso in 26”18.
La Ottesen si è confermata poi anche in questa tappa mattatrice dei 50 stile libero vincendo in 24”07.

Nei 200 farfalla si ripete il nipponico Seto Daiya che chiudendo in 1’49”53 ha ancora la meglio, per la seconda volta consecutiva in questa World Cup, sul sud africano Chad Le Clos che deve accontentarsi dell’argento con il crono di 1’50”29. Le Clos si rifà più tardi nei 50 farfalla vincendo l’oro con il crono di 22”33.

Si è acceso lo spettacolo come non mai in questa World Cup anche negli 800 stile libero femminili che hanno visto la magiara Boglarka Kapas che ha nuotato in 8’17”54 che vale il secondo miglior crono mondiale dell’anno.

alia-atkinsonNei 100 rana arriva la quarta vittoria in sette tappe per Alia Atkinson che segna 1’02”40 sfiorando di 4 centesimi il Record del Mondo detenuto da Ruta Meilutyte, già eguagliato dalla giamaicana ai Mondiali di Doha nel 2014 e nella tappa di World Cup di Parigi di questa edizione della World Cup. Argento per la russa Yuliya Efimova con 1’03”21, seguita dalla statunitense Molly Hannis con 1’04”84.

Tra le vittorie più importanti, quella del tedesco Marco Koch con 2’01”41 nei 200 rana, migliorando di mezzo secondo il primo crono mondiale stagionale dell’anno da lui stesso nuotato nella tappa di Berlino, dell’australiano Mitchell Larkin che torna protagonista nei 100 dorso segnando 50”25 e del nipponico Seto Daiya nei 400 misti vinti in 4’04”60 davanti al tedesco Philip Heintz con 4’07”08 ed al nipponico Watanabe Ippei con 4’08”55.

La seconda giornata è in programma per domani a partire dalle 3.00 del mattino ora italiana per le batterie e dalle 12.00 ora italiana per le finali.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Clicca qui per i risultati completi della tappa di Singapore

Clicca qui per la Classifica generale maschile

Clicca qui per la Classifica generale femminile

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine