Federica Pellegrini da 110 e lode!

A Riccione si concludono i Campionati Italiani Assoluti invernali 2016 con l’ennesima vittoria della Divina, leggenda dello sport per la Gazzetta, nei 100 stile. Tris di titoli italiani per Stefania Pirozzi e Christopher Ciccarese

La splendida vasca dello Stadio del Nuoto di Riccione ha visto l’epilogo della stagione natatoria con i Campionati Italiani Assoluti invernali open 2016 che dopo il Record Europeo Juniores di Nicolò Martinenghi nei 100 rana del mattino – clicca qui per leggere la notizia – hanno offerto ulteriori emozioni con le gare del pomeriggio, durante le quali sono state fatte anche alcune premiazioni speciali.

Anche nel pomeriggio di oggi a tener banco è la Divina Federica Pellegrini che nei 100 stile libero ha conquistato il suo ennesimo oro italiano segnando il crono di 53”93. Per la 28enne veronese del Circolo Canottieri Aniene, allenata dal tecnico Matteo Giunta presso il Centro Federale di Ostia, si tratta infatti del titolo numero 110 della sua lodevole carriera. A seguire troviamo Erika Ferraioli, Centro Sportivo Esercito – Circolo Canottieri Aniene, con 55”43 e Giorgia Biondani, Centro Sportivo Esercito – Leosport Villafranca, con 56”03.

luca-dotto-assoluti-2016Nella velocità pura dei 50 stile uomini la vasca si mantiene incandescente con Luca Dotto, Gruppo Sportivo Forestale – Larus Nuoto, che diventa campione italiano con 22”10.

«Ho fatto un buon 50, vista la fatica – ha dichiarato Luca Dotto a fine gara – Stamattina ero un po’ rigido dopo il 200. Un arrivo non proprio impeccabile, ma la progressione mi è piaciuta. Non mi aspettavo, dopo la stanchezza del mondiale, di chiudere così. Per il 2017 il lavoro da fare non sarà poco. Non ho ancora raggiunto il 100% della forma, quindi lavorerò molto per farlo.»

Alle sue spalle si piazza Marco Orsi, Gruppo Sportivo Fiamme Oro Roma – CN UISP – Bologna, con 22”38 il quale intravede segni di ripresa per un nuovo anno di nuovo al top della forma.

«Stavo benissimo in acqua, diversamente dalle sensazioni di ieri – ha dichiarato Marco Orsi a fine gara – Una buona partenza, un buon 35 metri poi purtroppo sono calato. Devo lavorare sugli ultimi 15 metri per tornare al meglio. Ho ripreso bene ad allenarmi e questi risultati agli italiani sono un punto di partenza – continua un Marco sorridente – Ora sono speranzoso per ritornare e dare un po’ di battaglia a Luca per non lasciarlo solo e per non farlo vincere troppo facilmente.»

Conclude il podio per la prima volta in questa distanza Piero Codia, Centro Sportivo Esercito – Circolo Canottieri Aniene, con 22”47.

La gara dei 1500 stile al maschile vede avanti a tutti il campione olimpico di Rio Gregorio Paltrinieri, Gruppo Sportivo Fiamme Oro Roma – Coopernuoto, che nuota molto in scioltezza accennando solo una piccola progressione nei 300 metri finali, chiudendo con 15’08”57.

«Ho certato di finirla e portarla al termine – ha dichiarato uno stanco Gregorio Paltrinieri a fine gara – È stata davvero dura, mi sono disteso dopo 1000/1200m. Alla fine stavo meglio dell’inizio, oggi valevo questo tempo, non di meno. Sono molto stanco in questo periodo dell’anno, tra viaggi e gare è stato davvero un periodo molto stancante. Ora mi aspetta solo un po’ di riposo.»

A seguire sul podio troviamo un soddisfatto Simone Ruffini, Centro Sportivo Esercito – Circolo Canottieri Aniene, che nonostante in vasca non viva il proprio habitat naturale, chiude con l’argento assoluto in 15’19”78 davanti a Domenico Acerenza, Circolo Canottieri Napoli, con 15’22”45.

«Buona gara, ho nuotato vicino al mio personale – ha dichiarato Simone Ruffini a fine gara – Ho fatto un buon campionato assoluto. Sto viaggiando sui miei personali a 27 anni. Oggi Gabriele Detti e Samuel Pizzetti, che non sono venuti in gara, mi hanno fatto un bel regalo di Natale.»

Al femminile trionfa Simona Quadarella, Circolo Canottieri Aniene, con 16’10”61 davanti ad una ritrovata Martina Caramignoli, GS Fiamme Oro Roma/Unicusano Aurelia Nuoto, che ad un anno esatto dalla sua ultima medaglia italiana, ritrova il podio con 16’20”75. Chiude al terzo posto Giulia Gabbrielleschi, Nuotatori Pistoiesi, con 16’22”93.

«Il 2016 è un anno da dimenticare per me – ha dichiarato Martina Caramignoli a fine gara – Mi serviva questa medaglia per ripartire, consapevole che non era facile dopo le tante delusioni, su tutte quella olimpica. Non andare a Rio è stata una bella delusione e non era facile ripartire. Ho reagito, ho lavorato e mi sono rimessa in gioco. Riconfermarsi non era facile e da qui cercherò di costruire un 2017 migliore.»

stefania-pirozzi-assoluti-2016I 200 farfalla donne vanno a Stefania Pirozzi, Gruppo Sportivo Fiamme Oro Roma – Circolo Canottieri Napoli, con 2’10”28 davanti ad Aurora Petronio, Rari Nantes Torino, con 2’12”11 e Susanna Negri, SMGM Team Nuoto Lombardia, con 2’12”17.

«Era difficile, non me l’aspettavo – ha dichiarato Stefania Pirozzi a fine gara – Anche se sono gare di passaggio, volevo vedere qual era il mio punto di partenza. Ho ritrovato la voglia di nuotare e posso dire che è tornata Stefania Pirozzi. Fare tante gare sia qui che a Viareggio mi ha aiutato a ritrovare l’approccio alle gare.»

christopher-ciccarese-assoluti-2016Nei 200 dorso trionfa un contentissimo e soddisfatto Christopher Ciccarese, Gruppo Sportivo Fiamme Oro Roma – Circolo Canottieri Aniene, con 1’58”53 che gli vale il terzo titolo di questi Assoluti.

«Sono felice del risultato – ha dichiarato Christopher Ciccarese a fine gara – Felice delle tre medaglie d’oro in assoluto. Chiudo un anno fantastico. Quest’anno avevo deciso di vivere con più serenità, tutto ciò che si presenta lo prendo per buono. Non voglio obiettivi ma voglio migliorarmi e basta.»

Seguono Matteo Restivo, FlorentiaNuotoClub, con 1’59”14 e Jakopo Bietti, Circolo Canottieri Aniene, con 1’59”38.

Nei 200 rana si piazza davanti a tutte Giulia Verona, SMGM Team Nuoto Lombardia, con 2’28”03 seguita da Francesca Fangio, SMGM Team Nuoto Lombardia, con 2’28”46 e Elisa Celli, Centro Sportivo Esercito – Swim Pro SS9, con 2’29”18.

I 100 dorso donne assumono un sapore particolare dal momento che a trionfare è Tania Quaglieri, Sea Sub Modena, con 1’01”90, vittoria con la quale diventa la prima atleta del nuovo millennio a vincere un titolo italiano, essendo lei classe 2000. Seguono Silvia Scalia, Circolo Canottieri Aniene, con 1’02”15 e Veronica Neri, SMGM Team Nuoto Lombardia, con 1’02”22.

In chiusura abbiamo i 200 misti uomini dove trionfa il solito Federico Turrini, Centro Sportivo Esercito – Nuoto Livorno, con 2’00”14 davanti a Giovanni Sorriso, Circolo Canottieri Aniene, con 2’00”52 e Piero Codia, Centro Sportivo Esercito – Circolo Canottieri Aniene, con 2’01”62.

cesare-butini-premia-stefano-morini-allenatore-dellannoDurante le gare è stato consegnato dal Direttore Tecnico della Squadra Nazionale Cesare Butini il trofeo “Alberto Castagnetti” per l’allenatore del’anno, che per il terzo anno consecutivo è andato al Tecnico Federale Stefano Morini, allenatore di Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti.

Nel corso dei campionati, inoltre, la Federnuoto ha voluto omaggiare Gregorio Paltrinieri e Federica Pellegrini che insieme a Tania Cagnotto, sono stati premiati ai Gazzetta Sport Awards 2016, rispettivamente come atleta dell’anno e leggenda dello sport. A consegnare le targhe personalizzate con la scritta “Siete il nostro orgoglio”, l’ex campione e primatista mondiale per dieci anni dei 200 stile ed europeo dei 100 stile Giorgio Lamberti.

Clicca qui per i risultati completi

Clicca qui per il riepilogo delle classiche di Società

Clicca qui per il Programma Gare dei Campionati

Clicca qui per la galleria foto dei 400 stile maschi e 50 dorso femmine

Clicca qui per la galleria foto dei 50 farfalla maschi e 200 stile libero femmine

Clicca qui per la galleria foto dei 400 misti maschi e 100 farfalla femmine

Clicca qui per la galleria foto delle 4×100 stile maschi e 4×100 misti femmine

Clicca qui per la galleria foto delle premiazioni

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Ciro Porzio

Consulente informatico, matematico con la passione per le statistiche e apprendista nuotatore. Ricopre diversi ruoli di responsabilità in Swim4Life Magazine.
Shares
Verified by MonsterInsights