Impresa di Camille Lacourt, oro nei 50 dorso nell’ultima gara della sua carriera!

Il francese campione del mondo nei 50 dorso per la terza volta di fila ad un mondiale. Sul ritiro dichiara “Sono stanco di stare in acqua, sono contento di staccare”

La giornata conclusiva dei Mondiali FINA di Budapest ha vissuto anche il sussulto di un  grandissimo campione, parliamo del francese Camille Lacourt che al Duna Arena ha conquistato, per la terza volta di fila, l’oro nei 50 dorso per quella che è stat la sua ultima gara prima del ritiro. Una distanza che lo vede assoluto padrone da ben tre edizioni dei mondiali in lunga, a partire da Barcellona 2013, passando per Kazan 2015 e confermandolo qui a Budapest.

camille-lacourt-mondiali-budapest-2017-world-championshipsLa storia del nuotatore francese fa parte del filone di quelle incredibili, infatti ai Mondiali di Kazan del 2015, Camille diventò ancora campione del mondo sulla breve distanza del dorso, circa un anno dopo la notizia che a Lacourt fu diagnosticato un tumore benigno all’anca. Problema egregiamente risolto e dal quale il campione ne uscì più forte di prima. Il 32enne francese ha conquistato a Budapest la sua quinta medaglia d’oro dal 2011, oltre ai 50 vinse i 100 dorso a Shanghai 2011 e la 4×100 misti a Barcellona 2013, vincendo in 24″35 davanti al giapponese Junya Koga con 24″51 e allo statunitense Matt Grevers con 24″56. In quarta posizione si piazza l’altro francese Jeremy Stravius con 24″61.

“Sapevo che sarebbe stata la mia ultima gara ma non vi era alcuna particolare emozione, ho dovuto fare quello che so fare e restare concentrato – ha dichiarato Lacourt in area mista – Non volevo mancare l’obiettivo massimo nella mia ultima gara. Ho chiuso un attimo gli occhi, ho sentito il cuore battere molto veloce quando hanno chiamato il mio nome per la presentazione degli atleti della finale ed entrare su un piano vasca assordante come quello di Budapest è stato grande”

_4L_7785Lacourt ha compiuto l’impresa di scalare il gradino più alto di un podio mondiale in quattro diverse edizioni, dal 2011 a oggi.

“Ai 25 metri ho capito che ero nella mischia per la lotta al podio e allora ho capito che potevo farcela – conclude Lacourt – Volevo finire la mia carriera sul gradino più alto del podio. Questo era l’obiettivo e quindi sono davvero felice di averlo realizzato!”

Ti mancherà il nuoto da domani?

“Sono stanco di stare in acqua, sono contento di staccare – risponde sorridendo il francese – E’ stato bello e divertente tornare in vasca per vincere un oro mondiale dopo le difficoltà che ho vissuto. Momenti difficili che hanno richiesto molta forza d’animo e il sostegno di amici e familiari. Ma qui è stato tutto perfetto”

Clicca qui per i risultati completi

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Ciro Porzio

Consulente informatico, matematico con la passione per le statistiche e apprendista nuotatore. Ricopre diversi ruoli di responsabilità in Swim4Life Magazine.
Shares
Verified by MonsterInsights