Nuoto Master, riaprono le iscrizioni agli Europei di Kranj per il nuoto in vasca

Gli organizzatori locali provano ad aumentare i 2.880 atleti pervenuti a chiusura iscrizioni e intanto la FIN impone aumenti dei costi di tesseramento e iscrizione alle gare per la prossima stagione

Siete mai stati a un concerto rock? Ebbene, una band che si rispetti chiude apparentemente il live salutando e ringraziando il pubblico, uscendo dal palco a luci spente. Il pubblico invoca il bis e solo dopo alcuni minuti la band ritorna nuovamente sul palco per eseguire altri tre, quattro o cinque pezzi, dipende dalle loro abitudini.

Perché questa premessa? Perché con la LEN settore Master degli ultimi due anni sembra di rivivere proprio un concerto rock! Infatti, così come per Londra 2016, anche per i Campionati Europei Master di Kranj 2018 le iscrizioni sono state riaperte dopo essere state regolarmente chiuse.

C’è da fare due distinzioni non poco importanti però, perché mentre per l’edizione di Londra ci fu una vera e propria insorgenza del popolo Master che si vide in parte escluso dall’evento dopo appena tre giorni dall’apertura del pannello iscrizioni a causa del numero massimo di atleti raggiunto, per Kranj si sta chiaramente tentando disperatamente di racimolare qualche altra quota di iscrizione.
Il caso di Londra lo ricordano bene tutti: si passò da circa 4mila iscritti, numero massimo deciso dagli organizzatori locali d’accordo con la LEN, a oltre 15mila dopo la riapertura delle iscrizioni e ciò che ne conseguì fu il disastro totale: file interminabili al sole per fare le gare, riscaldamento per pochi e condizioni di gara invivibili.
Kranj ha indiscutibilmente subito in parte l’effetto negativo di quell’Europeo, che unito al periodo non proprio roseo prescelto per la competizione, dal 2 al 7 settembre, e al luogo che sicuramente non è attrattivo come la capitale Europea inglese, ha prodotto un riscontro di appena 2.880 iscritti che sommati alle 66 squadre per la Pallanuoto, ai 1.110 atleti delle Acque Libere, agli 80 dei Tuffi e 230 del Sincro, sono solo l’aperitivo di quanto visto a Londra 2016.

Come da programma, ieri doveva uscire la start-list dei Campionati Europei, ma con l’annuncio che informava gli atleti interessati che sarebbe stata invece pubblicata dopo il 20 agosto, meno di dieci giorni prima della competizione, aleggiava qualcosa nell’aria e infatti, stamattina è arrivata la risposta:

“A causa delle numerose richieste ricevute negli ultimi giorni e del grande interesse dei nuotatori masters a partecipare ai Campionati Europei di Nuoto, le iscrizioni per le gare in vasca saranno nuovamente aperte dal 27 luglio 2018 fino al 10 agosto 2018”

Dopo aver raccolto appena 2.880 iscritti in sette mesi, è davvero difficile credere che alla chiusura delle iscrizioni ci sia stato il caos come per Londra 2016 e richieste di riapertura del pannello, ma gli organizzatori locali ci stanno provando e come quando vengono fatte le televendite in TV in cui presentano sempre l’affare dell’anno, o come quando Poltronesofà annuncia che l’offerta del secolo durerà solo per pochi giorni e invece alla scadenza ricominciano daccapo, qualcuno riusciranno a pescarlo. È pubblicità, è marketing.

A questo punto scatta la curiosità di conoscere il numero definitivo degli iscritti all’evento che sapremo solo dopo il 10 agosto, ma una cosa è ormai chiara: il mondo Master è cambiato e tende a monetizzare sempre il più possibile, anche se a discapito della qualità organizzativa degli eventi.

A proposito, nella prossima stagione Master della FIN aumenteranno i costi per gli appassionati frequentatori delle competizioni:

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387
  • il tesseramento passerà da 22,00 a 24,00 euro
  • l’iscrizione alle gare in piscina aumenterà da 10,00 a 12,00 euro
  • l’iscrizione delle staffette aumenterà da 10,00 a 14,00 euro

Considerando circa 20mila tesserati in questa stagione, con questi aumenti ci sarà un incremento netto per la FIN ricavato dai tesseramenti di 40mila euro, un incremento netto ricavato dalle iscrizioni individuali ai Campionati Regionali di circa 26mila euro considerando i circa 13mila iscritti ai Campionati Regionali di questa stagione e un incremento netto ricavato dalle iscrizioni delle staffette invernali di oltre 11mila euro considerando circa 2.800 staffette invernali di questa stagione, per un totale di circa 77mila euro.

Anche chi organizza i meeting di Circuito incasserà di più, ma chi ci guadagnerà veramente saranno soltanto i meeting che superano i 550 iscritti, mentre tutti quelli al di sotto di questi numeri, che non sono pochi, continueranno a rimetterci considerando le altissime spese per giuria, piastre cronometriche e cronometristi che anno dopo anno fanno sparire sempre più manifestazioni dal Circuito.

Anche il settore Acque Libere aumenterà i costi, lasciando però libera scelta agli organizzatori delle singole manifestazioni, imponendo:

  • iscrizione da 15 a 25 euro per le gare di mezzofondo (fino a 5km)
  • iscrizione da 25 a 35 euro per le gare di fondo (oltre 5km e fino a 16km)
  • iscrizione non inferiore a 35 euro per le gare di granfondo (oltre 16km)

Dopo la flessione di una buona parte del Circuito e quella dei Campionati Italiani di questa stagione, quale sarà la reazione degli atleti Master a questi aumenti? Il Circuito ritornerà ai numeri visti negli anni precedenti o la FIN rischia di perdere tesserati?

Solo i fatti potranno rispondere a questa domanda ma una cosa sembra essere accertata: lo spirito Master è svanito.

Clicca qui per il Programma Gare

Clicca qui per i Tempi Limite

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Swim4Life Magazine contribuisce dal 2011 a:

  • divulgare l’informazione sul nuoto della categorie Assoluti, giovanili, Paralimpici e Master
  • divulgare informazioni di interesse generale in merito ad alimentazione, salute, tecniche di nuotata e allenamenti
  • divulgare informazioni di interesse generale a riguardo dell’ambientamento bambini all’attività natatoria

Inoltre segue da vicino gli eventi più importanti di nuoto regalando migliaia di immagini realizzate da bordo vasca, offre notizie di anteprima e interviste ai protagonisti del nuoto di tutte le categorie, oltre ad allietare i lettori con svariati argomenti di Lifestyle.

Se il lavoro svolto fino ad oggi ti piace e ti farebbe piacere trovare sempre disponibile e aggiornato Swim4Life Magazine anche in futuro, abbiamo bisogno del tuo contributo.

Aiutaci a sostenere le spese necessarie a mantenere vivo questa Testata Giornalistica Registrata donando a tuo piacere per la nostra attività, te ne saremo immensamente grati!

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine