Capri – Napoli, vittoria storica di Francesco Ghettini quarantotto anni dopo Giulio Travaglio!

Il ligure trionfa nella 53esima Maratona del Golfo insieme a Barbara Pozzobon

Si è disputata ieri una storica edizione della Capri – Napoli, la maratona di Nuoto in Acque Libere più famosa al mondo che nel golfo partenopeo ha visto trionfare due italiani in mezzo a venti atleti in rappresentanza di undici nazioni e quattro continenti con tredici uomini e otto donne.

La durissima gara, 36 km in mare aperto nel tratto che separa Le Ondine Beach Club di Marina Grande dell’isola di Capri dal Molosiglio di Napoli, davanti al Circolo Canottieri Napoli, è stata nel finale un tripudio grazie al ligure Francesco Ghettini, oro nella 25 km di Coppa del Mondo disputata recentemente in Macedonia sul lago Ohrid, che ha tagliato per primo il traguardo dopo sei ore 56 minuti e 11 centesimi di nuotata precedendo il magiaro Evgenij Pop Acev, vincitore dell’edizione 2016, con 6h 59’59” e l’olandese Lars Bottelier con 7h 00’25”.

Bisogna tornare indietro di 48 anni per trovare un precedente italiano in questa prestigiosa, con la vittoria di Giulio Travaglio che di Capri – Napoli ne vinse cinque, dal 1965 al 1970.

“Prima di partire per Napoli sono passato davanti al ponte Morandi e sento di voler dedicare questa vittoria a Genova e a tutte le vittime del crollo – ha dichiarato subito Francesco Ghettini – Ho capito che potevo vincere dopo tre ore di gara, quindi ho provato l’attacco e avevo buone sensazioni. Le correnti non sono state favorevoli e abbiamo dovuto faticare ma alla fine è andata bene. Dopo la vittoria in Macedonia alla mia prima ultramarathon non in circuito, adesso è arrivato questo successo alla Capri – Napoli che rende questa mia stagione straordinaria”

L’atleta 22enne allenato da Simone Menoni ha condotto una gara di testa, staccando tutti verso la metà del percorso e riuscendo a non farsi più raggiungere dall’agguerrita concorrenza, in cui figura anche il vincitore di Coppa del Mondo, Edoardo Stochino, che ha chiuso ai piedi del podio.

Prima dell’atleta della Marina Militare e Rari Nantes Spezia  anche Matteo Furlan era riuscito a iscrivere un nome italiano nell’albo d’oro della rassegna, ma in un’edizione molto particolare che si disputò l’anno scorso in un circuito chiuso di due chilometri percorso otto volte a causa delle cattive condizioni meteo.

Vittoria italiana in questa 53esima edizione anche in campo femminile, con il trionfo di Barbara Pozzobon, campionessa del circuito Ultra Marathon 2018 FINA in cui l’atleta delle Fiamme Oro Napoli e Hydros allenata da Barbara Bertelli ha vinto tutte e tre le tappe, che ha chiuso davanti a tutte in 7h 19’05” precedendo, al termine di un confronto molto bello, l’altra italiana Alice Franco, argento come nell’edizione scorsa dopo la vittoria colta nel 2015, che ha toccato il traguardo dopo 7h 19’35” seguita dall’argentina Pilar Geijo, vincitrice della gara nel 2011 e 2016, con 7h 36’56”.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

“E dire che la stagione era iniziata non proprio bene – ha dichiarato Barbara Pozzobon a fine gara – Ho fatto un po’ fatica perchè è stata una stagione lunga e sentivo un po’ di stanchezza. Siamo partite lente, poi i maschi hanno dato un colpo di frusta e la gara si è movimentata. Io ho approfittato di una flessione di Alice, che stava nuotando bene ma che credo abbia speso troppo e alla fine l’ho staccata. È stata una stagione fantastica e ora spero di giocarmi le chances in nazionale soprattutto in vista del mondiale del prossimo anno”

A fare da cornice allo straordinario evento organizzato dalla società Eventualmente Eventi & Comunicazione di Luciano Cotena ci ha pensato il grande e caloroso pubblico giunto presso il Circolo Canottieri Napoli.

“Due belle cornici – ha dichiarato Luciano Cotena – Quella del Circolo e in mattinata quella a Le Ondine Beach Club. Tutto si è svolto alla perfezione e questo è merito di quanti hanno lavorato con noi per la perfetta riuscita della manifestazione”

Momenti di commozione durante la prima premiazione al Circolo Canottieri Napoli quando è stato ricordato Mario Vivace, protagonista della grande pallanuoto, scomparso di recente. Oggi si terrà invece la premiazione ufficiale in programma alle ore 12.00 presso il Jemming Panoramic Club, con la consegna degli attestati e dei premi a tutti i nuotatori.

Alle prime premizioni anche il Presidente della FIN Campania Paolo Trapanese il Presidente del Coni Campania Sergio Roncelli e i vicepresidenti del Circolo Canottieri Napoli Marco Gallinoro e Ernesto Ardia che hanno consegnato il trofeo Farmacosmo ai vincitori, i trofei Giulio Travaglio, che verrà assegnato dal CONI Campania, al primo degli italiani e il trofeo Filippo Calvino per il miglior giovane all’arrivo.

Clicca qui per i risultati completi

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Swim4Life Magazine contribuisce dal 2011 a:

  • divulgare l’informazione sul nuoto della categorie Assoluti, giovanili, Paralimpici e Master
  • divulgare informazioni di interesse generale in merito ad alimentazione, salute, tecniche di nuotata e allenamenti
  • divulgare informazioni di interesse generale a riguardo dell’ambientamento bambini all’attività natatoria

Inoltre segue da vicino gli eventi più importanti di nuoto regalando migliaia di immagini realizzate da bordo vasca, offre notizie di anteprima e interviste ai protagonisti del nuoto di tutte le categorie, oltre ad allietare i lettori con svariati argomenti di Lifestyle.

Se il lavoro svolto fino ad oggi ti piace e ti farebbe piacere trovare sempre disponibile e aggiornato Swim4Life Magazine anche in futuro, abbiamo bisogno del tuo contributo.

Aiutaci a sostenere le spese necessarie a mantenere vivo questa Testata Giornalistica Registrata donando a tuo piacere per la nostra attività, te ne saremo immensamente grati!



Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine