Nuoto, settanta anni fa Bud Spencer diventava il primo italiano a nuotare i 100 stile sotto al minuto!

L’impresa verrà celebrata sabato nella piscina Leoni di Salsomaggiore durante l’evento “Acqua nell’acqua” insieme a Fabio Scozzoli e al dt Cesare Butini  

Settanta anni fa si scriveva, anzi si nuotava, una pagina di storia del nuoto italiano con Carlo Pedersoli, in arte Bud Spencer, che diventava il primo italiano a nuotare i 100 stile libero sotto il muro del minuto!
Un evento certamente significativo e rappresentativo di un percorso fatto in cui si sono avvicendati atleti che hanno dato e continuano a dare lustro al nostro movimento acquatico.

Con le sue imprese, Carlo Pedersoli è stato certamente una di queste importanti figure che hanno alzato l’asticella generando entusiasmo e voglia di migliorarsi e di emulare diventando di fatto un’icona.

La storia di questo importante evento è bella e affascinante, perché Bud Spencer abbattette il muro del minuto nei 100 stile libero il 18 settembre 1950 nella piscina Leoni di Salsomaggiore Terme fermando il crono a 59″7, ma poiché l’evento si disputò in assenza di giudici ufficiali, il risultato non fu omologato. Tuttavia, la notizia dell’impresa giunse comunque alla Federazione Italiana Nuoto che promosse la ripetizione della gara il giorno seguente, coinvolgendo in questa seconda occasione cronometristi e giudici ufficiali e il gigante buono Carlo Pedersoli riuscì non solo a ripetere l’impresa, ma si migliorò perfino nuotando in 59″5 migliorando dunque il Record Italiano della gara regina detenuto da Celio Brunelleschi che circa due anni prima nuotò in un minuto netto.

Il grande Pedersoli non si fermò a quel tempo, perché riuscì poi a migliorarlo alte tre volte, diventando in seguito anche il primo uomo italiano a nuotare la specialità sotto i 59 secondi, segnando 58″9 il 30 maggio 1952 a Genova, 58”80 alcuni mesi dopo alle Olimpiadi di Helsinki fermandosi alle semifinali e ancora 58″2 ai Campionati Italiani, fino ad arrivare a firmare il suo personale assoluto in 57″7, tempo però anche questo non ufficiale come il primo che lo aveva lanciato nella storia.

Concluderà più tardi la sua carriera in piscina per dedicarsi a quella del mondo del Cinema, con un palmares di tre medaglie ai Giochi del Mediterraneo (1 oro, 2 argenti) e 18 medaglie ai Campionati Italiani (11 ori, 5 argenti, 2 bronzi).

Il Comune di Salsomaggiore ha deciso di ricordare questo importante avvenimento storico con un basso rilievo dedicato proprio a Carlo Pedersoli, scomparso il 27 giugno 2016, realizzato dallo scultore tabianese Mauro Becchi sulla base di alcuni disegni prodotti dagli alunni delle scuole primarie e medie della cittadina in provincia di Parma, da presentare in occasione dell’evento che si terrà sabato alle 17:00 proprio nella piscina Leoni, nell’ambito della seconda edizione di “Acqua nell’acqua” organizzata dall’associazione filantropica Lions Club Salsomaggiore e dall’amministrazione comunale che consegneranno agli alunni, che hanno iniziato la scuola primaria, una borraccia per alimentare la riduzione dell’utilizzo della plastica, il rispetto dell’ambiente e una sana coscienza sociale.

All’evento prenderà parte anche la Federazione Italiana Nuoto con il direttore tecnico della squadra nazionale Cesare Butini e il capitano Azzurro Fabio Scozzoli.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Seguici su Instagram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine