Caro Babbo Natale, facci tornare a nuotare!

In un anno che ci ha tolto tutto, non chiediamo altro che tornare nel nostro amato cloro

È iniziato ormai il count-down per il giorno di Natale, quest’anno davvero molto particolare, dove ci è stato tolto tutto, la gioia di un abbraccio, di passeggiate spensierate tra amici, perfino la serenità di nuotare!

Fino allo scorso anno mai fu conosciuta così tanta astinenza forzata per un nuotatore. Probabilmente neanche riusciremmo a stilare una classifica delle cose che ci mancano del nostro mondo clorato, tra le quali trovano collocazione le risate tra swimmers, chiacchiere da corsia, battibecchi con l’allenatore su quante serie fare o non fare, la gioia di ritrovarsi alle gare, per un saluto o per un abbraccio!

Questo anno “singolare” chiaramente ci ha colpito nell’anima, ci ha regalato fin troppi dolori, con un virus come quello del Covid19 che non ha risparmiato proprio nessuno: eroi in corsia come medici ed infermieri, nostri cari, persone anziane o amici.

Ma ora è tempo di guardare avanti, sperare ed essere fiduciosi che il tempo ci restituirà tutto. Quindi, come ogni bambino che si rispetti, scriviamo anche noi la nostra lettera di Natale.

“Caro Babbo Natale,

quest’anno non ti chiediamo cose, non vogliamo che ci porti regali materiali.

Portaci gioia, serenità, facci superare questo anno funesto. Regalaci tanta salute ma soprattutto, fa in modo che possiamo tornare a fare quello che più amiamo fare: nuotare!”

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Seguici su Instagram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Ciro Porzio

Consulente informatico, matematico con la passione per le statistiche e apprendista nuotatore. Ricopre diversi ruoli di responsabilità in Swim4Life Magazine.