ariarne-titmus-400-stile
Foto di Mark Brake / Getty Images

Ariarne Titmus ancora protagonista in Australia, secondo crono al mondo 400 stile

Agli Australian Swimming Championships spiccano anche Kaylee McKeown nei 200 misti, Emily Seebohm nei 200 dorso, Emma McKeon nei 100 farfalla e Mitch Larkin nei 200 misti, tutte entro i primi cinque al mondo di quest’anno

Ancora Ariarne Titmus tra i protagonisti degli Australian Swimming Championships, dove oltre all’oro vinto nei 200 stile libero segnando il quarto tempo al mondo dell’anno – clicca qui per leggere la notizia – ha bissato con l’oro dei 400 stile libero.

La campionessa mondiale della specialità ha trionfato in 4’01”34 siglando il secondo crono mondiale stagionale dietro al 3’59”25 di Katie Ledecky, l’unica al momento ad aver nuotato sotto i 4 minuti.

“Da quando mi sono ripresa dall’infortunio, sto acquisendo più sicurezza gara dopo gara – ha dichiarato Titmus – So come dovrebbe essere un 400 e cosa devo fare in gara, i miei schemi di respirazione e la sensazione in acqua, qualcosa che avevo un po’ dimenticato”

ariarne-titmus-400-stile

“Ero un po’ nervosa prima della gara, avevo paura di spingere dopo il mio infortunio, ma mi sento come se avessi ripreso da dove avevo lasciato – ha concluso la ventenne – Gareggiare bene ti dà la più grande fiducia in vista delle prossime competizioni, quindi sono felice di aver spuntato la casella di quello che dovevo fare qui”

Al Gold Coast Swimming and Aquatic Cente di Marine Parade, a Southport,arriva un tempo significativo a livello mondiale anche nei 200 misti femminili con il 2’09”78 di Kaylee McKeown, quarto nella ranking stagionale.

Stesso risultato per Emily Seebohm che ha vinto i 200 dorso in 2’07”46, quarto crono mondiale stagionale.

Per Emma McKeon arriva invece il terzo crono mondiale stagionale dei 100 farfalla, gara che vince in 56”44, a 8 centesimi dal tempo che segnò lo scorso anno ai NSW Champs.

Dopo l’ottimo crono fatto registrare nelle qualifiche dei 200 dorso – clicca qui per la notiziaMitch Larkin ha lanciato un altro messaggio al mondo in vista delle Olimpiadi, vincendo i 200 misti ai Campionati Australiani in 1’56”74 segnando il quinto crono mondiale stagionale.

Gara spinta al massimo fin dalla prima vasca dal 28enne, che ha nuotato metà gara in 54”26 (25”09 – 29”17), arrivando a chiudere con fatica negli ultimi metri.

Voglio prosciugare ogni ultimo boccone di energia che ho ogni volta che mi tuffo – ha dichiarato Larkin – Una cosa è guardare ai tempi, ma nel lavoro, in eventi come questo, devi spingere il più possibile”

Con questo crono sarebbe stato medaglia di bronzo sia ai Mondiali in Corea che alle Olimpiadi di Rio.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387
mitch-larkin-miglior-crono-mondo-anno-200-misti-1-56-74

“Ho sentito che avevo dato tutto a 35 metri dalla fine – aggiunge la medaglia d’argento olimpica dei 200 dorso – Avevo svuotato il serbatoio, adesso esamineremo le abilità, la bracciata e la tecnica nelle prossime otto settimane” – facendo chiaramente riferimento al tempo che lo separa dai Trials olimpici.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Seguici su Telegram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

quanto-e-grave-assenza-nuoto-promozione-speedo-kit-swim-camp"

Paco Clienti

Paco Clienti
Responsabile Redazione Swim4Life Magazine