olimpiadi-quasi-sicuramente-non-si-faranno

Olimpiadi? Quasi sicuramente non si faranno!

Il Presidente FIN sul possibile annullamento dei Giochi, Tokyo nel pieno della quarta ondata, 6mila medici chiedono la cancellazione

Le Olimpiadi di Tokyo sono a rischio e secondo il Presidente della Federnuoto Paolo Barelli, non si faranno.

Sono ottimista se dico che al 50% queste Olimpiadi non si faranno – ha dichiarato il Presidente della FIN Paolo Barelli a Radio Capital – Le notizie che mi arrivano sottolineano una situazione politica in Giappone che rema contro le Olimpiadi. I cittadini di Tokyo non vogliono questi Giochi”

La situazione pandemica che ha causato il rinvio del Giochi, programmati originariamente per l’estate 2020 e spostati a quella del 2021, sembra in effetti influire nuovamente sull’evento.

In Giappone è in corso la quarta ondata di contagi Covid-19 e il Paese è in ginocchio, con le sale di terapia intensiva al collasso e una campagna vaccinale che sta progredendo troppo lentamente.

In Giappone è stato approvato soltanto il Pfizer per la campagna vaccinale e solo il 3,18% della popolazione risulta avere completato il ciclo di vaccini ottenendo l’immunità.

La quarta ondata che sta travolgendo il Giappone proprio in questi giorni è decisamente la peggiore rispetto a quelle che l’hanno preceduta.

Con circa 6mila casi di contagio al giorno rispetto ai mille di marzo, il paese del sol levante è alle strette nella morsa del Covid.

Il numero crescente di varianti, incluse le 26 del ceppo rilevato per la prima volta in India e il numero altissimo di infezioni dall’inizio della pandemia, oltre 620mila su 126 milioni di abitanti, porta i giapponesi a non gradire l’evento olimpico.

Critiche forti al Governo giapponese stanno arrivando perfino da seimila medici, che hanno invitato il Comitato Olimpico giapponese a cancellare le Olimpiadi.

Il comitato Stop Tokyo Olympics ha inoltre raccolto oltre 350mila firme in nove giorni per richiedere il blocco della manifestazione, ma al momento governo non cede.

Le Olimpiadi di Tokyo, in programma dal 23 luglio all’8 agosto, sono in questo momento seriamente a rischio dunque e secondo Barelli è molto difficile che vengano confermate.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Il presidente della FIN ha poi condannato il Governo italiano per la scelta di lasciare le piscine coperte chiuse fino al 1° luglio.

Non sappiamo darci una spiegazione, considerando che tutte le attività oramai sono ripartite – ha dichiarato Barelli – Le persone possono andare a teatro, al cinema, possono prendere i mezzi pubblici. Sembra una persecuzione. Ci sono migliaia di impianti sportivi, con piscine coperte, chiuse da più di 15 mesi. Da parte del governo siamo al livello della maleducazione totale. Io che sono anche in Parlamento, ho avuto modo di chiedere spiegazioni a Speranza, ma il ministro si dà alla macchia”

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Seguici su Telegram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

quanto-e-grave-assenza-nuoto-promozione-speedo-kit-swim-camp"

Paco Clienti

Paco Clienti
Responsabile Redazione Swim4Life Magazine