lorenzo-zazzeri-derubato-dei-cimeli-delle-olimpiadi-di-tokyo
foto Giorgio Scala / Deepbluemedia / Inside Foto

Lorenzo Zazzeri derubato dei cimeli delle Olimpiadi di Tokyo

L’atleta Azzurro ha subito un furto mentre faceva foto con la medaglia insieme ai ragazzini della piscina Bellariva di Firenze

Il mondo diventerà difficilmente migliore se continua ad essere abitato anche da persone disposte a tutto e capaci di rubare anche l’anima di una persona.

Oggi alle 13:30 il fiorentino Lorenzo Zazzeri è stato derubato dei cimeli e dei ricordi delle Olimpiadi da sogno che ha vissuto a Tokyo, dove ha vinto una medaglia d’argento con la 4×100 stile libero.

L’atleta della Rari Nantes Florentia e Centro Sportivo Esercito era passato in piscina, dove si allena, per salutare i compagni di squadra e nell’occasione prestarsi a fare qualche foto con i piccoli fan che lo aspettavano in piscina.

Momenti di pura gioia poter condividere con loro le emozioni delle Olimpiadi, ma nel frattempo si stava consumando uno scempio disumano proprio a pochi passi da lui.

L’auto parcheggiata proprio davanti alla piscina, è stata forzata da persone che hanno rubato il borsone di Zazzeri.

In quel borsone c’erano i ricordi delle sue prime Olimpiadi, le foto realizzate a Tokyo e i souvenir per la sua famiglia.

Questo l’appello dell’atleta che il prossimo lunedì compirà 27 anni:

AIUTATEMI A RITROVARE I MIEI RICORDI

Oggi, 2 agosto, verso le 13:30 hanno sfondato il vetro della mia auto di fronte alla Piscina Bellariva di Firenze.

Mentre ero passato a salutare i miei compagni di squadra, rubando i ricordi delle mie olimpiadi, compresa la GoPro e l’ipad con tutti i video delle Olimpiadi ed i souvenir per la mia famiglia.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Faccio un appello ai ladri, se mai leggerete tutto questo, vi chiedo di restituire i miei ricordi alla Piscina di Bellariva e tenervi tutto ciò di materiale che possa servirvi.

Sono disponibile anche a pagare un “riscatto” pur di riaverli.

Sono distrutto, Fate girare.

Grazie”

Sono già tante le persone che stanno condividendo su Facebook l’appello dell’atleta, nella speranza che i ladri possano leggerlo e possano ravvedersi.

Speriamo che una volta tanto qualcosa possa cambiare e che quelle persone che hanno derubato il giovane fiorentino, possano ritornare sui propri passi e restituire cose che hanno un valore ben più alto di quello materiale.

Per fortuna le emozioni che Lorenzo Zazzeri conserva nel suo cuore, non potranno rubargliele mai, ma è spregevole pensare che non si possa più vivere in un mondo sereno.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Seguici su Telegram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine