quattro-record-mondiali-e-due-record-europei-assoluti-paralimpici-stefano-raimondi-giulia-terzi

Quattro Record Mondiali e due Record Europei piovono a Riccione agli Assoluti Paralimpici!

Prima sessione di gare spumeggiante, arrivano anche otto Record Italiani Assoluti e nove di Categoria

Quattro Record Mondiali e due Record Europei aprono i Campionati Italiani Assoluti di Nuoto Paralimpico iniziati stamattina nello Stadio del Nuoto di Riccione in versione vasca corta.

I 50 farfalla la specialità di gara più rovente, con tre Record del Mondo e uno Europei siglati nelle cinque serie disputate.

Giulia Ghiretti, Fiamme Oro e Ego Nuoto, ha migliorato notevolmente il suo Record Mondiale classe S5 di 51”10 del 2019 nuotando in 48”53.

record-mondiali-giulia-ghiretti

Poco dopo Giulia Terzi ha letteralmente infiammato l’ultima serie toccando la piastra cronometrica in 34”64 spazzando via il Record Mondiale classe S7 della statunitense Mallory Weggemann con 35”17 che reggeva da dodici anni!

L’atleta delle Fiamme Azzurre e Polha Varese classe 1995 allenata da Max Tosin ha migliorato anche il suo Record Europeo di 37”08 del 2019.

Prima di loro, le serie maschili dei 50 farfalla avevano regalato altri due Record Mondiali, il primo dei quali arrivato sotto le bracciate di Alberto Amodeo.

L’atleta della Polha Varese, anche lui parte del gruppo di Tosin e Micaela Biava a Milano, ha segnato 29”32 alle spalle di Federico Morlacchi (28”19) migliorando il primato mondiale classe S8 dell’australiano Peter Leek con 27”49 che durava da undici anni e il suo personale di 30”31 di due settimane fa che era anche Record Italiano.

L’atleta Azzurro ha cancellato anche l’Europeo dell’olandese Maurice Deelen con 29”74 del 2012.

Nella serie finale scintille tra Stefano Raimondi e Riccardo Menciotti che hanno dato vita a uno spettacolo da record.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

L’atleta classe 1998 delle Fiamme Oro e Verona Swimming Team allenato da questa stagione da Giuseppe Longinotti ha trionfato in 24”78 spazzando via, finalmente ufficialmente, il Record Mondiale S10 del brasiliano Andre Brasil con 25”51 del 2009.

Il veneto aveva infatti già nuotato sotto al primato mondiale siglando un 24”82 nel 2019 ma in un evento non riconosciuto World Para Swimming e pertanto non omologato come Record internazionale ma soltanto come Record Italiano.

Con l’ufficialità, cade inoltre il Record Europeo di 27”29 del britannico Jody Cundy del 2005, crono sotto al quale ha nuotato anche Riccardo Menciotti del Circolo Canottieri Aniene con 26”59.

Ad aprire lo show però era stata Angela Procida che nella prima gara in programma, i 50 dorso, aveva migliorato il suo Record Mondiale classe S2.

La partenopea delle Fiamme Oro e Centro Sportivo Portici allenata da Francesca Allocco, figlia del tecnico federale Enzo, ha nuotato in 1’12”30 migliorando il suo 1’16”76 del 2019.

quattro-record-mondiali-angela-procida-nuoto-paralimpico

Sempre nei 50 dorso è arrivato anche il Record Europeo S13 di Carlotta Gilli, Fiamme Oro e Rari Nantes Torino, che ha cancellato la britannica Lauren Hobbins con 34”12 del 2010 segnando 30”60, fermandosi a 27 centesimi dal Record Mondiale dell’australiana Katja Dedekind.

La piemontese ha migliorato il suo Record Italiano di 30”49 del 2019, anche questo già migliore del vecchio Record Europeo ma non validato perché siglato in un evento non riconosciuto World Para Swimming.

A dispetto dei record, la migliore prestazione tabellare è arrivata da Simone Barlaam, S9 della Polha Varese, che nei 50 Dorso ha nuotato in 27”97, a 33 centesimi dal suo Record Mondiale, totalizzando 1.082,59 punti, poco davanti ai 1.071,03 punti di Raimondi nei 50 farfalla.

Sono stati sei in totale i punteggi oltre il muro dei 1000 punti nella breve ma intensa sessione di gare mattutina.

Clicca qui per i risultati completi

Di seguito il canale dove guardare le gare della sessione pomeridiana in streaming

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Seguici su Telegram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine