alessandro-veletta-tentera-una-doppia-traversata-dello-stretto-nuotando-a-delfino

Alessandro Veletta tenterà una doppia Traversata dello Stretto nuotando a delfino!

L’obiettivo è attirare attenzione per supportare l’Associazione Franca per i diritti dei bambini e degli adolescenti e sensibilizzare sulla dispersione di plastica nella natura

Alessandro Veletta si è posto una nuova sfida e stavolta ancora più ardua di quelle che ha già compiuto in passato: nuotare esclusivamente a delfino lo Stretto di Messina, per due volte!

È certamente un’impresa titanica, che soltanto a pensarci si immagina il dolore alle cuffie dei rotatori, ma il siciliano ha le spalle larghe, in tutti i sensi.

Penso che sia la mia personale più grande e più difficile impresa mai fatta fino ad ora – ha affermato Alessandro – Non ci vorrà solo un grande allenamento, ma anche grande cuore, soprattutto quando lo fai anche per una buona causa”

L’impresa è programmata per il prossimo ottobre, cinque mesi in cui l’atleta si preparerà con specifici allenamenti seguito dal tecnico Igor Nastic.

Siciliano di origini, svizzero di adozione, Alessandro non è nuovo a imprese acquatiche folli e nel suo ruolino ne conta numerose.

Soltanto sette mesi fa infatti, il 42enne animatore radiofonico e tenore e baritono ha nuotato 6.100 metri a delfino nel mare che bagna la Gallinara in occasione della manifestazione Dritti all’Isola, rigorosamente con costumino olimpionico.

Sposato e padre di due figli, uno di 9 anni e l’altro di 12, il gladiatore acquatico non si è fermato neppure dopo essere stato operato a un’ernia L5-S1 nel 2015.

In passato ha nuotato per un giorno intero nel Lido di Locarno, 24 ore e senza interruzioni, con l’obiettivo di sensibilizzare una raccolta fondi a sostegno dei bambini vittime di abusi o trascurati.

Ancora, nella sua collezione vanta la 12 Fatiche, un’impresa in palestra per sensibilizzare un’altra raccolta fondi, Ogni Centesimo Conta, e poi tante partecipazioni ad alcuni talent show, come il Die Grössten Schweizer Talente in Svizzera, Tu Si Que Vales nel 2014 in Italia e il Super Talent in Germania.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Alessandro è stato anche il primo vincitore della Air Guitar in Svizzera, disciplina che vede i concorrenti fingere di suonare una chitarra a tempo di musica rock.

Insomma, una personalità unica e dal cuore grande.

La maggior parte delle mie imprese sono state sempre fatte a favore di fondazioni e associazioni – spiega Alessandro – Quest’anno mi metterò volentieri a disposizione per la raccolta fondi a favore dell’Associazione Franca – www.associazionefranca.ch – che dal 2011 è impegnata, grazie al contributo di esperti sui diritti dei bambini, psicologi, educatori, artisti, giornalisti e altri professionisti di settore, per la promozione dei diritti dei bambini e degli adolescenti, con diversi progetti sul territorio rivolti direttamente ai bambini, alle loro famiglie, alle scuole e a tutta la comunità”

alessandro-veletta-realizza-impresa-6-km-a-delfino-isola-gallinara
Alessandro Veletta tenterà l’impresa di nuotare due volte lo Stretto a delfino il 3 o il 4 ottobre 2022, condizioni meteo permettendo

Non solo i bambini, Alessandro nuoterà anche per attirare l’attenzione su uno dei problemi ambientali del nostro tempo: la dispersione di plastica nella natura.  

Oltre dieci milioni di tonnellate di plastica finiscono annualmente in mare: è come se ogni minuto, un camion riversasse in mare il suo intero carico di rifiuti.

Un problema emergente, che oltre alla perdita di bellezza dei luoghi e dei paesaggi, nuoce gravemente alla salute, perché comporta l’ingresso di plastiche e microplastiche nella catena alimentare.

La mia nuotata vuole anche sensibilizzare a modificare determinati comportamenti individuali, che possano essere più rispettosi dell’ambiente, come per esempio facendo un piccolo sforzo per ridurre il consumo di plastica monouso a favore dell’utilizzo di materiali durevoli e riciclabili – spiega Alessandro – Per me è bello portare avanti un’impresa sapendo che la sto svolgendo per contribuire, nel mio piccolo, a migliorare qualcosa, aiutare qualcuno.

Per mia fortuna ho persone, amici e aziende che mi vogliono bene, che hanno creduto in me e in quest’impresa, ed hanno deciso di sostenermi finanziariamente per coprire parte delle spese della traversata”

Chiunque può contribuire con una donazione all’Associazione Franca:

Banca Raiffeisen Bellinzonese e Visagno
6501 – Bellinzona
IBAN: CH3280387000004169947

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine