benedetta-pilato-tempone-lisa-angiolini-sorpresa-100-rana-da-urlo-per-litalia
foto Mattia Ferru / Swim4Life Magazine

Benedetta Pilato tempone, Lisa Angiolini sorpresa, 100 rana da urlo per l’Italia!

La 17enne tarantina si qualifica con il miglior tempo, meglio di quello con cui ha vinto il Mondiale, Arianna Castiglioni e Martina Carraro vittime di una strepitosa Lisa Angiolini

Benedetta Pilato e Lisa Angiolini brillano e nuotano le batterie di qualifica dei 100 rana della seconda giornata dei Campionati Europei di Nuoto di Roma con un piglio da finale.

È la conseguenza di un livello interno sempre più alto, con il clan Azzurro delle raniste che da tre passa a quattro specialiste di alto livello, un numero impressionante.

Un bel proseguo di mattinata dopo l’avvio strepitoso che si era visto nei 100 stile libero – clicca qui per l’articolo – con Miressi che aveva lanciato il guanto di sfida a Popovici.

A dispetto della giovane età, Pilato sa bene ormai che bisogna andare forte già dalle prime battute, vedi anche le esperienze degli scorsi europei, che la videro fuori alle batterie proprio in conseguenza al gioco delle esclusioni.

Benedetta Pilato tempone, Lisa Angiolini sorpresa, 100 rana da urlo per l’Italia!

Per non restare con il fiato sospeso, essendo anche stavolta la prima delle italiane a nuotare le batterie, spinge subito forte, come se fosse una finale, e infatti il crono dell’allieva di Vito D’Onghia, tesserata per Fiamme Oro e Aniene, è di 1’05”77.

Molto meglio dell’1’05″93 con cui sei settimane fa ha vinto il titolo mondiale a Budapest e a solo sette centesimi dal personale degli scorsi Assoluti primaverili. Un tempone insomma e l’esultanza della pugliese lo testimonia.

Nella sua stessa batteria però arriva una sorpresa forse ancora più grande, che porta la firma di Lisa Angiolini, che conquista l’accesso alle semifinali nuotando in 1’06’’00 netto.

Un tempo incredibile, che fa fuori senza se e senza ma Arianna Castiglioni e Martina Carraro, rispettivamente argento e bronzo ai precedenti Europei di Budapest.

La 27enne della Virtus Nuoto Buonconvento allenata da Gianluca Valeri non aveva mai nuotato un tempo del genere. Il suo migliore nei 100 rana era 1’06’’82.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Non me lo aspettavo: all’arrivo mi sono detta ma davvero “Sono io ad aver fatto quel tempo?” Non ci credo ancora – dice Lisa Angiolini a Swim4Life Magazine – Certamente, il fatto di avere Benny al mio fianco mi ha aiutato perché la vedevo accanto e mi dicevo: “Che sta succedendo?” Ora vediamo cosa accade nel pomeriggio”

benedetta-pilato-lisa-angiolini-100-rana-europei
foto Mattia Ferru / Swim4Life Magazine

Complimenti a Lisa Angiolini perché ha fatto una grande gara – dice Benny Pilato a Swim4Life Magazine – Se la vedevo? No, sinceramente non mi sono accorta di lei perché ero troppo concentrata sulla mia gara. Volevo mettere in cassaforte la qualificazione e pensavo solo a questo.

Avevo nuotato 1’05″80 al mattino solo a Riccione ma erano le 11.00, alle 9.30 non era mai successo. Mi dispiace per Martina e Arianna, però è il regolamento. Aspettiamo il pomeriggio”

Castiglioni ci prova, anche se la tensione è ormai alta, e nella batterie successiva chiude in 1’06”55, mentre Carraro non riesce a trovare il miglior ritmo e chiude in 1’07”04.

L’Italia segna i primi quattro tempi delle batterie, ma soltanto due atlete per nazione passano il turno.

Le batterie confermano che l’Italia, non solo è tanta roba nella rana, ma sale ancora di livello.

La lotta, che fino ad ora era stata a tre tra Pilato, Castiglioni e Carraro, si amplia e diventa adesso a quattro, con una incredibile Angiolini che si inserisce in scia della piccola Benny e fa saltare il banco.

Ma se il buongiorno si vede dal mattino e dal tempo già segnato…

Stamattina in realtà si sono rotti gli occhiali da sole – commenta Benny con un sorriso tra il sarcastico e l’arrabbiato – e ho detto tutto”

Nelle semifinali di oggi (ore 18.33) entra con il quinto tempo la svedese Hansson con 1’07″05 seguita dall’olandese Mc Sharry con 1’07’’30.

Un po’ lenta Ruta Meilutyte: la lituana, primatista europea sulla distanza, passa con il decimo tempo: 1’07’’88.

Le altre gare

Nei 200 dorso comanda il francese Yohann Ndoye Brouard che si prende il primo crono del mattino con 1’56”70, con il britannico vice campione mondiale in carica Luke Greenbank che si risparmia segnando il quarto crono in 1’57”81.

Passano entrambi in semifinale i due Azzurri impegnati in gara, Matteo Restivo, 13esimo con 1’59”62, e Lorenzo Mora, 11esimo con 1’59”18.

I vice campioni europei dell’Olanda si prendono la corsia 4 della finale di stasera della staffetta mista 4×100 misti segnando 3’46”64 davanti a Germania con 3’47”14 e Polonia con 3’48”08.

Si “nasconde” la Gran Bretagna, campioni olimpici ed europei in carica, che segnano il quarto posto con una formazione rimaneggiata, con la sola Anna Hopkin reduce dalla vittoria olimpica ed europea, con 3’49”04.

In finale ci arriva anche l’Italia, bronzo europeo in carica,che chiude sesta in 3’50”19 con Michele Lamberti, 54”67, Francesca Fangio, 1’07”87, Ilaria Bianchi, 58”55 e Leonardo Deplano, 49”10, con il quartetto Azzurro che dovrebbe essere completamente modificato per la finale.

Gli 800 stile libero maschili che chiudono la mattinata, vedono il quartetto composto dall’ucraino Mykha Romanchuk con 7’47”93, il tedesco Lukas Maertens con 7’48”38 e l’Azzurro Gregorio Paltrinieri con 7’48”91 guidare le qualifiche.

La sorpresa, ma forse ormai non lo è nemmeno più di tanto, è il 16enne Lorenzo Galossi, che nuotando il quarto tempo con 7’49”08, fa fuori Gabriele Detti per solo 2 centesimi (settimo tempo) e il compagno di allenamento Luca De Tullio che chiude ottavo con 7’51”60.

Appuntamento alle 18:00 per le finali e semifinali, sempre in diretta tv sui canali RAI.

Europei Nuoto Roma 2022 – Risultati

Europei Nuoto Roma 2022 – Biglietti

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Seguici su Telegram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Patrizia Nettis

Giornalista professionista, appassionata di nuoto, atleta master. Reporter sul piano vasca.