stefano-raimondi-nuoto-paralimpico-italiani
foto: Augusto Bizzi

Nuoto Paralimpico impareggiabile, sei Record Mondiali ai Campionati Italiani!

L’edizione disputata in vasca corta nel Centro Federale di Ostia è un “riscaldamento” per le stelle Azzurre

Il Nuoto Paralimpico è risultato ancora una volta impareggiabile dopo i Campionati Italiani Assoluti in vasca corta disputati nella piscina coperta del Centro Federale di Ostia e organizzati dalla Lazio Nuoto in collaborazione con Roberto Pasquini, Delegato Regionale FINP Lazio, sotto la supervisione della FINP.

Ben 6 Record Mondiali, 4 Europei, 29 Italiani Assoluti, 7 Italiani Juniores, 12 Italiani Ragazzi e 15 Italiani Esordienti sono l’ennesima prova che la vasca corta è una pratica facile da risolvere per le stelle del nuoto paralimpico azzurro, che a Ostia si sono riscaldate in attesa degli impegni più rilevanti del 2024, quelli che si disputeranno in vasca olimpionica in vista degli Europei, ma soprattutto in vista dei Giochi di Parigi 2024.

La cosa che colpisce più di tutte è che il nuoto paralimpico italiano è diventato talmente imponente da non lasciare mediatico spazio ai Record Italiani in una normale cronaca sportiva!

Stefano Raimondi è stato il primo atleta a marcare il cartellino da World Record: l’atleta delle Fiamme Oro ha vinto i 50 farfalla classe S10 fermando il crono a 24”47 migliorando il suo stesso Record del Mondo di 24”78 fatto ben due anni fa in occasione dei Campionati Italiani Assoluti di Riccione.

L’atleta 25enne veneto ha raddoppiato il bottino nella seconda giornata di gare migliorando anche il Record Mondiale dei 100 misti SM10 nuotando in 57”53 abbattendo dopo ben 14 anni il primato del fuoriclasse brasiliano Andre Brasil con 57”58.

Quello dei 50 farfalla è un record mondiale che avevo cercato anche nella scorsa edizione e finalmente ce l’ho fatta – ha dichiarato Raimondi – In allenamento ero riuscito a fare un paio di secondi in più, infatti oggi speravo di nuotarlo. Nonostante io sia soddisfatto del tempo, ci sono ancora molte imprecisioni che devo migliorare insieme al mio allenatore, per riuscire a nuotare forte durante tutta la stagione. Questi campionati si sono chiusi molto bene, ma ora di nuovo testa bassa per le prossime competizioni”

Sempre nei 50 farfalla, poco dopo è arrivato un altro Record del Mondo, stavolta per la classe S13 femminile, che porta la firma di Carlotta Gilli delle Fiamme Oro e Rari Nantes Torino che ha fermato il crono a 29”24 migliorando il suo stesso precedente di 29”43 del 2019.

carlotta-gilli-nuoto-paralimpico-italiani

Il Record del Mondo di Federico Bicelli siglato nei 50 dorso S7 completa il tris di primati mondiali siglati nella prima giornata.

L’atleta delle Fiamme Azzurre e Polisportiva Bresciana No Frontiere ha migliorato di 16 centesimi il Record Mondiale del britannico Jonathan Fox nuotando in 33”57, migliorando anche il suo personale e Record Italiano di 33”02 del 2019.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387
federico-bicelli-record-mondiale
foto: Pietro Rizzato / WPS / FINP

Ai tre Record Mondiali, nella prima giornata di gare si sono aggiunti tre Record Europei, il primo dei quali messo a segno da Alessia Scortechini del Circolo Canottieri Aniene nei 50 stile libero S10 con 27”49, con il quale è stato migliorato il precedente dell’olandese Lisa Kruger con 27”63 dello scorso anno e il suo Record Italiano di 28”32 del 2019.

alessia-scortechini-nuoto-paralimpico-italiani
foto: Augusto Bizzi

Poco dopo è arrivato il Record Europeo dei 50 dorso S10 con la prestazione di Riccardo Menciotti del Circolo Canottieri Aniene, che ha segnato 27”06 migliorando il suo stesso precedente di 27”12 del 2022.

Infine il Record Europeo di Angela Procida del GS Paralimpico Difesa e Centro Sportivo Portici siglato nei 50 dorso S2 con 1’12”25, con il quale ha migliorato il suo stesso precedente di 1’12”30 del 2021.

La prima giornata ha visto anche ben 12 Record Italiani Assoluti e 17 di categoria, a ulteriore conferma dell’altissimo livello competitivo in tutte le categorie in gioco.

Nuoto Paralimpico impareggiabile, sei Record Mondiali ai Campionati Italiani

La seconda e ultima giornata di gare si è svolta sullo stesso copione della prima, offrendo altri tre Record Mondiali, uno Europeo, 19 Record Italiani Assoluti e 18 Record Italiani di categoria.

Antonio Fantin è stato il primo della domenica a marcare il cartellino con un World Record: l’atleta delle Fiamme Oro e Lazio Nuoto ha vinto i 100 stile libero classe S6 con il crono di 1’03”86 migliorando il Record del Mondo ed Europeo detenuto dallo svedese Anders Olsson con 1’03”93 che resisteva da ben 14 anni!

antonio-fantin-nuoto-paralimpico-italiani
foto: Augusto Bizzi

Sono molto soddisfatto perché è un record che durava dal 2009, è stato bello batterlo in casa perché la Lazio Nuoto è la mia società civile oltre la Polizia – ha dichiarato Fantin – Potevo fare un po’ meglio, soprattutto nei primi 50 metri, la sensazione era quella di poter andare più forte e veloce, però poi il tempo è molto vicino alle sensazioni che ho avuto in acqua”

Fantin migliora anche il suo Record Italiano di 1’04”20 che aveva nuotato lo scorso maggio al Meeting Interregionale Andrea Montano.

Poco arriva un altro primato mondiale che porta la firma di Alessia Scortechini del Circolo Canottieri Aniene nei 100 stile libero S10 con 59”42, con il quale depenna il precedente della neozelandese Sophie Pascoe con 59”50 vecchio di dieci anni, il Record Europeo dell’olandese Lisa Kruger con 59”72 dello scorso anno e il suo Italiano di 1’00”65 della scorsa stagione.

Un Record battuto dopo 10 anni, che soddisfazione – ha dichiarato Scortechini – La gara era preparata bene, volevo fare esattamente quello che ho fatto. Il primato mondiale mi ha stupita, motivo per cui sono doppiamente felice”

Angela Procida raddoppia il bottino personale aggiungendo il Record Europeo dei 100 stile libero S2 a quello dei 50 dorso della giornata precedente, festeggiando nel migliore dei modi il suo esordio sotto i colori del Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa: l’atleta partenopea nuota in 2’34”67 migliorando il suo stesso precedente di 2’35”08 del 2021.

angela-procida-nuoto-paralimpico-italiani

Grazie al presidente della Lazio Nuoto Massimo Moroli, a Claudio Sebastianutti, a Katrina Moroli, alla delegazione regionale FINP Lazio e a tutti i volontari che hanno lavorato per la riuscita di questa manifestazione, abbiamo vissuto questo ultimo campionato della stagione 2023 – ha dichiarato il Presidente Federale Roberto Valori – Alle porte ci attende un anno davvero importante, inizieremo con un collegiale internazionale a Lanzarote, poi ci saranno le World Series a Lignano Sabbiadoro e i due eventi clou del 2024: i Campionati Europei a Madeira prima e i Giochi Paralimpici di Parigi poi. In bocca al lupo a tutti gli atleti, che possiate raggiungere i vostri sogni”

presidente-finp-roberto-valori-nuoto-paralimpico-italiani
Nuoto Paralimpico impareggiabile, sei Record Mondiali ai Campionati Italiani – Le parole del Presidente Valori e il Ricordo di Alessia Corrente

Prima dell’inizio dell’evento, il presidente ha voluto inoltre ricordare la 16enne Alessia Corrente, la giovane promessa della Lazio Nuoto prematuramente scomparsa recentemente.

I Campionati Italiani Assoluti di Nuoto Paralimpico in vasca corta si sono conclusi con la vittoria della Polha Varese, che si conferma potenza imbattuta per la quinta volta, collezionando 19 ori, 13 argenti e 5 bronzi.

La Lazio Nuoto la accompagna sul podio con 15 ori, 12 argenti e 9 bronzi, seguita dalla Polisportiva Bresciana no frontiere con 11 ori, 6 argenti e tre bronzi.

Clicca qui per i risultati completi

Clicca qui per l’Elenco dei Record infranti

Clicca qui per il Medagliere dei Campionati

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Seguici su Telegram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights