Spettacolo al Mare Nostrum 2015 da Canet a Barcellona.

Diversi crono importanti hanno reso la manifestazione internazionale uno degli antipasti dei mondiali.

Lo scorso weekend (6-7 giugno) è partito ufficialmente il prestigioso circuito Mare Nostrum a Canet, in Francia, dove si è svolta la prima tappa.
L’evento è stato davvero entusiasmante e ha visto protagonisti i ranisti, Ruta Meilutyte in primis: la fuoriclasse lituana ha infatti segnato nella prima giornata il miglior crono stagionale nei 100 rana in 1’05″46), per poi ripetersi il giorno successivo nei 50 rana con 29″88.
La gara dei 200 rana è stata vinta invece dalla danese Rikke Moller Pedersen in 2’22″54.
Riguardo la rana maschile, l’alfiere della squadra britannica Adam Peaty ha siglato ottimi crono: 26″89 nei 50 e 59″83 nei 100, mentre il tedesco Marco Koch ha trionfato nei 200 con 2’08″57, terzo crono mondiale stagionale.
Crono rilevanti sono giunti anche dalla velocità femminile, con Femke Heemskerk che in 56″63 nei 100 stile libero ha anticipato Ranomi Kromowidjojo in una sfida tutta ‘orange’ e dal giapponese Kosuke Hagino che nei 200 misti ha vinto in 1’56″82 davanti a Ryan Lochte.
La Iron Lady d’Ungheria Katinka Hosszu ha conquistato “solo” i 200 farfalla segnando 2’08″05 e i 200 misti con 2’10″09.

La seconda tappa (10-11 giugno) ha avuto luogo a Barcellona, in Spagna e vista la start-list non potevano mancare crono di spessore. Infatti sono stati registrati solo nella prima giornata 6 record della manifestazione: la magiara Katinka Hosszu ha fermato il crono a 4’31″39 nei 400 misti, la danese Mie Nielsen ha segnato 59″37 nei 100 dorso, il sudafricano Chad Le Clos ha chiuso in 1’54″90 nei 200 farfalla, la danese Jeanette Ottesen ha toccato la piastra a 57″15 nei 100 farfalla, il giapponese Kosuke Hagino ha nuotato in 1’57″75 nei 200 misti e infine l’olandese Femke Heemskerk ha segnato 1’55″22 nei 200 stile libero. Quest’ultima nella seconda e ultima giornata ha fatto suoi anche i 100 stile libero in 53″87, altro record della manifestazione. Neanche Jeanette Ottesen si è accontentata di una sola vittoria: conquistati anche i 50 farfalla in 25″51.

Dunque con la partecipazione di tanti atleti di livello internazionale e la realizzazione di tanti record, anche il circuito Mare Nostrum è da considerare uno degli antipasti dei prossimi campionati mondiali.

Swim4life – All rights reserved

Erica Di Marzo

 

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Admin

Shares
Verified by MonsterInsights