Federico Morlacchi deve accontentarsi della medaglia d’argento nei 100 farfalla.

Sesta medaglia per gli Azzurri e quarta slot valida per un posto a Rio.

Inutile nasconderlo, stasera dagli Azzurri ci si aspettava qualcosina in più. Finali in salita per Federico Morlacchi ed Arjola Trimi al Tollcross Swimming Centre di Glasgow che si sta rivelando giorno dopo giorno una piscina sempre più ardua in questi spettacolari ed entusiasmanti Campionati Mondiali IPC Swimming.

Gara ostile e veramente poco facile la finale dei 100 farfalla S9 nella quale Federico Morlacchi partiva favorito avendo nuotato il miglior crono del mattino e detenendo il Record del Mondo della specialità ma al russo Alexander Skaliukh non piacciono i pronostici, soprattutto se lo vedono sfavorito e allora dalla corsia 2 è partito con il nos già aperto schiacciando a tavoletta sull’acceleratore e mettendosi da subito in testa alla gara. Nuotata potente di Skaliukh che guida prepotentemente la gara ma Morlacchi non ci sta a chiudere dietro e allora tenta il disperato recupero con una risalita entusiasmante che quasi fa pensare all’oro, ma l’atleta della Polha Varese deve accontentarsi del secondo posto toccando la piastra a 59”69, solo 7 centesimi dopo del russo che chiude in 59”62 conquistando la gloria in una serata che all’Italia, poteva andare sicuramente meglio. Una gara sicuramente spettacolare che ha fatto pensare ad un remake della famosa sfida vinta da Phelps contro Cavic nella quale purtroppo il Cavic della situazione è stato proprio l’Azzurro. I rimpianti ci sono, inutile nasconderlo, perché l’oro era alla portata di Morlacchi, ma in queste competizioni si sa, nulla è scontato e nessun risultato si può dare per certo fino a quando la gara non è stata nuotata. Poco importa comunque perché Federico ha altre due gare per sfogare la rabbia che sicuramente avrà provato dopo la finale di stasera. Due gare per dire a tutti che Morlacchi c’è e l’Italia anche. Italia che in ogni caso, guardando il bicchiere mezzo pieno, con questa medaglia d’argento ha portato a casa un’altra slot valida per i Giochi di Rio. Bronzo al croato Kristijan Vincetic con 1’00”74.

Non va meglio ad Arjola Trimi che nei 50 rana SB3 chiude al settimo posto con 1’08”82 non riuscendo a migliorare il crono nuotato stamattina. Finale spettacolare come da pronostico nella quale a trionfare è stata la russa Natalia Gavrilyuk che si è confermata la migliore in gara così come stamattina, segnando 1’02”19 davanti alle messicane Nely Miranda Herrera con 1’02”94 con il quale ha siglato il nuovo Record Americano e Patricia Valle con 1’03”17.

Eleanor Simmonds-world championships IPC-Glasgow 2015Ben sei i Record del Mondo stabiliti stasera, tutti quanti emozionanti e spettacolari: il britannico Oliver Hynd ha segnato 4’24”32 nei 400 stile libero S8 con il quale ha migliorato il precedente di 4’26”08 da lui detenuto dal 2010; la britannica Eleanor Simmonds ha rialzato la testa dopo le prime gare dalle quali non ne è uscita bene, vincendo i 200 misti SM6 in 3’01”02 con il quale ha migliorato il precedente primato di 3’04”07 da lei stessa nuotato nel 2014; il cinese Shyun Pan ha chiuso i 50 farfalla S7 in 29”49 eguagliando il Record del Mondo da lui nuotato nel 2012; la russa Valeriia Shabalina ha chiuso i 200 misti SM14 in 2’21”33 con il quale ha cancellato la britannica Bethany Firth con 2’22”14 fatto a marzo; la 4×100 stile libero maschile 34 punti della Russia ha infine realizzato uno spettacolare primato mondiale segnando 3’48”10 con il quale hanno cancellato il precedente detenuto dall’Australia che lo deteneva con 3’48”72 dal 2010. Inoltre sono stati realizzati due Record Europei, uno dall’ucraino Denys Dubrov che ha segnato 56”43 nei 100 farfalla S10 e l’altro dalla britannica Tully Kearney con 1’09”04 nei 100 farfalla S9.

Appuntamento a domani per la penultima giornata di gare a partire dalle 11.00 ora italiana per le batterie nelle quali saranno impegnati ben sette Azzurri: Francesco Bocciardo ed Emanuela Romano nei 100 dorso S6, Federico Morlacchi nei 400 stile libero S9, Andrea Massussi e Giulia Ghiretti nei 100 rana SB4, Martina Rabbolini nei 100 rana SB11 e Vincenzo Boni nei 50 dorso S3.

Clicca qui per la diretta Rai Sport

Clicca qui per i risultati dei Mondiali IPC Swimming di Glasgow 2015

Swim4Life – All rights reserved

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights