Simone Sabbiani stacca il pass olimpico nei 100 dorso con Record Italiano!

Viaggio per Rio prenotato anche da Dotto nei 100 stile e Detti nei 1500 stile, nuotati con il freno a mano da Paltrinieri.  

Le prime finali dei Campionati Italiani Assoluti disputate oggi allo Stadio del Nuoto di Riccione, competizione valida anche come Trials per i Giochi di Rio, ha trovato alcuni importanti segnali dal nuoto Azzurro, arrivati subito nella prima gara.
Il primo botto di questi primaverili UnipolSai lo ha infatti sparato Simone Sabbioni che nei 100 dorso ha piazzato un sontuoso 53”34, migliorando di tre centesimi il Record Italiano già suo, risultato che l’atleta del Centro Sportivo Esercito – Swim Pro SS9 festeggia con il pass per Rio! Alle sue spalle si sono attestati al podio Christopher Ciccarese del GS Fiamme Oro Roma – Circolo Canottieri Aniene con 54”63, a mezzo secondo dalla qualificazione per gli Europei e Michele Malerba della Larus Nuoto con 54”85.

Nella finale della stessa specialità al femminile, ha vinto Carlotta Costa Zofkovà del GS Forestale – Imolanuoto che ha nuotato in 1’00”91, a 4 decimi dal limite per gli Europei, seguita sul podio da Elena Gemo del GS Forestale – Circolo Canottieri Aniene che ha segnato 1’01”05 e Margherita Panziera  del Circolo Canottieri Aniene con 1’01”12.

Dopo le dichiarazioni fatte al Trofeo Città di Milano – clicca qui per leggere l’intervistaGregorio Paltrinieri partiva indubbiamente tra quelli più attesi di questi Campionati, con i suoi 1500 stile libero nei quali era chiamato a rispondere al 14’39”54 segnato da Mack Horton in Australia. L’atleta del GS Fiamme Oro Roma – Coopernuoto ha condotto una gara regolare, senza strafare però, passando a 3’51”41 ai 400 metri e 8’17”26 agli 800, chiudendo infine in 14’42”91.

«Non sono contento di questa gara ma va bene lo stesso – ha commentato Paltrinieri a caldo – In acqua non ho sentito buone sensazioni da subito ed ho cercato di portare avanti questa finale alla meglio. Pensavo di riuscire a fare meglio, sicuramente meglio di Milano e invece è andata male».

gabriele-dettiStraordinario invece Gabriele Detti  del Centro Sportivo Esercito – SMGM Team Nuoto Lombardia che alle spalle del gemello, ha polverizzato il proprio personale di 14’48”86 nuotato proprio quest’anno a Milano, chiudendo in 14’46”48 (8’21”48 il passaggio gli 800 metri) che vale il pass per Rio, piazzandosi nuovamente al terzo posto del ranking mondiale davanti all’australiano Jack McLoughlin che aveva nuotato in 14’48”60 ai Campionati Australiani, siglando il secondo miglior tempo italiano di sempre.

«Adesso è ufficiale che posso partire per Rio – ha commentato Detti a fine gara – A Rio ci sarà da spingere parecchio con gli avversari in ballo e adesso ci sono quattro mesi pieni di lavoro per limare ancora questo tempo.»

Ha completato il podio Domenico Acerenza della Larus Nuoto con 15’08”55.

Si è confermato il più veloce dei 50 rana maschili Andrea Toniato del Gr.Nuoto Fiamme Gialle – Team Veneto, seppure più lento di due centesimi rispetto al crono di stamattina, segnando quindi 27”53, seguito anche oggi pomeriggio da Fabio Scozzoli del Centro Sportivo Esercito – Imolanuoto con 27”80, con Lorenzo Antonelli della Larus Nuoto che ha completato il podio segnando 27”83.

Dopo le interessanti qualificazioni viste stamattina, la finale dei 400 stile libero donne ha visto Alice Mizzau del Gr.Nuoto Fiamme Gialle – Team Veneto posizionarsi davanti a tutte, dominando la gara in lungo e largo (2’02”49 il passaggio ai 100 metri), chiudendo con un crono però lontano dal pass olimpico, un 4’07”26 che basta solo per arrivare agli Europei.

«Pensavo di poter nuotare quasi tranquillamente il tempo dell’anno scorso ma rispetto all’anno scorso sono passata più piano a metà gara – ha commentato la Mizzau a fine gara – Dopo tanto tempo che non facevo un 400 veloce, non avevo riferimenti, ma penso di avere nelle braccia il tempo per Rio.»

Argento per Diletta Carli del GS Fiamme Oro Roma – Tirrenica Nuoto con 4’08”66 e bronzo per Martina De Memme del Centro Sportivo Esercito – Nuoto Livorno con 4’09”86.

Doppio pass per gli Europei di Londra, ma nessun pass per i Giochi di Rio nei 200 farfalla donne andati a Stefania Pirozzi del GS Fiamme Oro Roma – Circolo Canottieri Napoli che ha segnato 2’08”98 davanti ad Alessia Polieri del Gr.Nuoto Fiamme Gialle – Imolanuoto con 2’09”16.

«Siamo partite entrambe per fare una gara straordinaria e invece non siamo riuscite a fare nulla di meglio che a Milano – ha commentato la Pirozzi a fine gara – Sicuramente la pressione si fa sentire ma non so spiegare questa prestazione nella quale mi aspettavo di nuotare più forte.» – ha aggiunto la Polieri.

luca-dottoDopo il tempone di stamattina era attesissima anche la finale dei 100 stile libero maschili orfani di Marco Orsi messo al tappeto da un virus, nei quali Luca Dotto del GS Forestale – Larus Nuoto ha messo la mano davanti a tutti chiudendo in 48”40, un crono di sei centesimi più lento del mattino che però gli permette di confermare la qualificazione per Rio. Gara con il piede sull’acceleratore da subito per Dotto che è passato in 22”98 ai 50 metri, cedendo però nel finale chiuso comunque davanti a tutti per il titolo italiano.

«Dopo la gara di stamattina nella quale ho fatto meno con molta più facilità, pensavo di andare più forte – ha commentato Dotto a fine gara – Il passaggio ai 50 metri è stato molto buono, ma forse ho fatto male proprio nel ritorno nel quale magari volevo strafare e invece ho sbagliato. L’importante al di là di tutto questo è aver staccato la mia seconda qualificazione olimpica per Rio dove vedrò cosa riesco a fare in mezzo ai grandi del nuoto.»

Alle sue spalle sul podio dei califfi della velocità, Luca Leonardi del GS Fiamme Oro Roma/Nuoto Cl.Azzurra 91 – Bologna con 49”04 e l’eterno Filippo Magnini del Circolo Canottieri Aniene con 49”31.

La prima giornata si è conclusa con le staffette 4×100 stile libero femminile che ha visto la formazione del Circolo Canottieri Aniene A composta da Miriana Durante, Rachele Ceracchi, Federica Pellegrini e Margherita Panziera chiudere davanti in 3’41”59 seguita dal Centro Sportivo Esercito composta da Laura Letrari, Giorgia Biondani, Alice Nesti ed Erika Ferraioli con 3’41”73 e GS Forestale allestita con Chiara Masini Luccetti, Elena Gemo, Valentina Zonno e Silvia Di Pietro che hanno segnato 3’44”84.

Appuntamento a domani per la seconda giornata di gare che vedono in programma i 50 farfalla femminili, 100 farfalla maschili, 200 rana donne, 400 misti uomini, 800 stile libero100 rana maschi, 100 stile donne e la staffetta 4×200 stile maschi, a partire dalle ore 9.00 per le qualificazioni e le 17.00 per le finali in diretta su Rai Sport.

Clicca qui per i risultati in tempo reale

Clicca qui per il Programma Gare con dettaglio orari dei Campionati Italiani Assoluti primaverili

Clicca qui per la Start-List dei Campionati Italiani Assoluti primaverili

Clicca qui per i Criteri di selezione e tempi limite per le Olimpiadi

Clicca qui per i Criteri di selezione e tempi limite per i Campionati Europei

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights