L’Atletica Leggera Russa estromessa dalle Olimpiadi di Rio, il Nuoto Russo ha le ore contate?

Dopo la decisione del CAS, la WADA invita adesso anche le altre Federazioni Sportive Russe a prendersi le proprie responsabilità ed il CIO ad intervenire per bloccare anche tutti gli altri atleti russi.  

Il Tribunale Arbitrale dello Sport (CAS) ha respinto sia la richiesta di arbitrato presentata dal ROC e da 68 tesserati dell’Atletica Leggera arrivata in seguito alla sospensione del 13 novembre 2015 della Federazione di Atletica Russa per i casi di Doping di Stato emersi, sia il ricorso presentato da 67 degli stessi atleti contro la decisione della IAAF di estrometterli dalle Olimpiadi di Rio 2016. Una sola atleta è stata infatti ammessa alla partecipazione ai Giochi, Darya Klishina che ha ottenuto il nulla osta dalla IAAF per gareggiare a Rio.

Si tratta di un evento storico nel mondo dello sport, per il quale la WADA – Agenzia Mondiale Antidoping, si è ritenuta soddisfatta così come si legge da un comunicato ufficiale pubblicato ieri sera sul proprio sito web istituzionale.

“WADA è fermamente convinta che con questa decisione non si puniscono alcuni atleti per le azioni degli altri – ha dichiarato Craig Reedie, Presidente della WADA – La IAAF ha semplicemente richiesto alle Federazioni Nazionali, nel caso specifico alla ARAF, di rispettare il codice e le norme mondiali antidoping applicandole in modo efficace nella loro giurisdizione. Questo è di vitale importanza per garantire che tutti gli atleti siano in competizione a parità di condizioni.”

La WADA conclude il comunicato con una frecciata pesante alle altre Federazioni Sportivie Russe, invitando le stesse a prendere in considerazione le loro responsabilità ai sensi del Codice Mondiale Antidoping ed il Comitato Internazionale Olimpico, in coerenza con il comunicato stampa pubblicato lo scorso martedì – leggi qui la notizia – a prendere in considerazione le sue responsabilità in virtù della Carta Olimpica.

Il Nuoto Russo e gli altri Sport hanno le ore contate o qualcuno farà orecchie di campana?

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine