Quarta finale olimpica nei 200 stile per Federica Pellegrini che nuota vicino al record italiano in tessuto!

La veneta accede in finale con il terzo crono assoluto. Domani notte tutti collegati a caccia della storia.

Nelle prime gare della notte è andata in scena l’attesissima semifinale dei 200 stile donne, la cui gara ha confermato che l’Italia sarà ben rappresentata dall’Azzurra Federica Pellegrini che in una batteria di primissimo livello, al fianco della svedese Sarah Sjostrom e della statunitense Katie Ledecky, dimostra fin dalle prime bracciate di non temere la concorrenza chiudendo il primo 50 davanti a tutte con il forte passaggio di 26″68. Nei metri successivi nei quali c’è il ritorno delle avversarie, riesce a mantenere il contatto con un grande testa a testa chiudendo in 1’55”42 a poco meno di un secondo dal miglior crono italiano in tessuto di 1’54″55 stabilito questo giugno al Trofeo Settecolli e che permette alla divina di accedere alla sua quarta finale olimpica consecutiva sulla distanza con il terzo crono assoluto.

«Sono contenta di come ho nuotato – ha dichiarato Federica Pellegrini a fine gara – Pensavo che fosse diversa la gara di oggi, pensando che le due davanti partissero e si staccassero. Volevo comunque arrivare terza ma averle entrambe al fianco è positivo. Domani sarà una finale molto agguerrita.»

La campionessa Azzurra, che dimostra sempre di esprimersi ad altissimi livelli, andrà a contendersi l’oro olimpico in una gara che la vede presente in finale in un campionato internazionale tra olimpiadi, mondiali ed europei da 13 anni di fila.

Clicca qui per i Risultati Gare in tempo reale del Nuoto dei Giochi Olimpici di Rio 2016

Clicca qui per il Calendario Gare del Nuoto e gli orari della diretta televisiva

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Ciro Porzio

Consulente informatico, matematico con la passione per le statistiche e apprendista nuotatore. Ricopre diversi ruoli di responsabilità in Swim4Life Magazine.