Due Record Italiani al Brixia Fidelis vinto ancora dalla  Brescia Acquarè Mafeco

Un Record anche al Buonconsiglio Nuoto di Trento, mentre a Canosa si festeggia la decima edizione del meeting

Due Record Italiani e diverse prestazioni interessanti nella 32esima edizione del Brixia Fidelis disputata nella piscina olimpionica Lamarmora producendo il numero più alto di partecipanti dello scorso fine settimana di Circuito Supermaster FIN con 786 atleti ai blocchi di partenza su 868 iscritti.
Media punti altissima quasi in tutte le gare a documentare che la manifestazione organizzata dalla Sport & Fitness in tre sessioni gara su due giornate e valida anche per il circuito “Brixia Master Competition” è stata molto divertente e spettacolare.

I due nuovi primati sono stati messi a segno da Mira Guglielmi della Amici Nuoto Modena che negli 800 stile libero ha fermato il crono a 12’18”43 (978,21 punti) migliorando il primato M65 di 13’24”48 di Christine Jolly del 2014 e Roberto Ruggieri della Malaspina Sport Club che nei 50 dorso ha segnato 38”35 (937,42 punti) migliorando il 38”58 della categoria M70 di Giuseppe Avellone fatto nella scorsa stagione.

Diverse da quelle fatte nei record le due migliori prestazioni assolute, siglate da Marco Alessandro Bravi, M60 della Amici Nuoto Firenze con 9’51”89 e 1016,96 punti negli 800 stile libero e Sabina Vitaloni, M45 della Derthona Nuoto con 34”99 e 997,71 punti nei 50 rana, fermandosi a 94 centesimi dal Record Europeo di Marzena Kulis del 2009.

Ben lontana dal primato invece seppure con un ottimo tabellare nei 100 rana in cui la Vitaloni ha chiuso in 1’20”27 e 964,62 punti, mettendosi in risalto come migliore della specialità insieme a Francesco Calcara, M25 della Forum-Assago con 1’06”95 e 944,88 punti.

roberta-maggioni-nuoto-masterUna delle gare che più ha divertito è stata quella degli 800 stile libero in cui oltre al Record della Guglielmi, sono arrivare altre belle prestazioni, tra cui quella che spicca di più è firmata da Roberta Maggioni (nella foto a destra), M35 della Canottieri Lecco che ha fermato il crono a 9’37”06 e 973,59 punti migliorando il suo personale di oltre due secondi che vale la seconda prestazione all time italiana M35 e la sesta all time assoluta Master. A lei si affiancano le prestazioni di Igor Piovesan, M40 della Natatio Master Team con 8’54”97 e 986,19 punti, Martina Benetton, M30 della Natatorium Treviso con 9’49”94 e 949,01 punti e Valter Massetti, M55 della Vimercate Nuoto con 10’11”00 e 936,43 punti.

Non da meno la distanza breve dei 50 stile libero in cui Daniela Deponti, M50 della Brescia Acquarè Mafeco si ferma a 33 centesimi dal suo Record Italiano del 2015 segnando 28”62 e 990,22 punti. Tra i migliori segnaliamo inoltre Stefano Vaghi, M55 della Milano Nuoto Master con 27”14 e 945,47 punti, Denny Ferroni, M25 della Viadana Nuoto Libertas con 24”46 e 944,81 punti e Thomas Avondo, M45 della Milano Nuoto Master con 26”23 e 933,28 punti.

Daniela Deponti è stata la migliore assoluta anche nei 50 farfalla in cui ha segnato 30”79 e 991,23 punti, a 73 centesimi dal suo Record Europeo della scorsa stagione, preceduta però al tocco della piastra da Franca Bosisio, M45 del Team Trezzo Sport con 30”45 e 970,44 punti, a 35 centesimi dal suo Record Italiano del 2014. Belle prove anche in campo maschile con Denny Ferroni con 25”63 e 954,74 punti e Leonardo Federici, M35 della Legnano Nuoto con 26”09 e 962,05 punti, a 31 centesimi dal Record Italiano del 2004.
Federici e Bosisio si sono distinti anche nei 50 dorso, rispettivamente con 28”73 e 952,31 punti e 32”65 e 978,56 punti, a mezzo secondo dal suo Record Italiano.

Segnaliamo infine tra i migliori in gara Marco Colombo, M55 della Brescia Acquarè Mafeco con 2’12”13 e 965,11 punti nei 200 stile libero, in cui si è destinata anche Jane Ann Hoag, M50 della Team Insubrika con 2’20”27 e 973,27 punti, e 1’07”89 e 991,46 punti nei 100 dorso, in cui troviamo anche Alessio Germani, M50 della Sport Management Lombardia con 1’06”86 e 950,79 punti; ancora Jane Ann Hoag con 4’52”80 e 983,30 punti, a mezzo secondo dal suo Record Italiano, nei 400 stile libero in cui troviamo anche Daniela Sabatini, M45 della Team Insubrika con 4’54”33 e 961,13 punti e Pablo Gallazzi, M40 della Legnano Nuoto con 31”49 e 934,58 punti nei 50 rana.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

A confermarsi vittoriosa per la sesta volta di seguito la Brescia Acquarè Mafeco che ha totalizzato 25.484,64 punti, seguita sul podio da ESC Brescia con 24.004,81 punti e Sport Management Lombardia che è riuscita a strappare il podio con 23.943,83 punti.

Clicca qui per i risultati completi

Oltre al Trofeo di Brescia ed il Latina Aquateam del quale abbiamo parlato nell’articolo dedicato clicca qui per leggerloil fine settimana Master marcato FIN ha visto disputarsi altre due manifestazioni, il 7° Trofeo Buonconsiglio organizzato dalla Buonconsiglio Nuoto presso la piscina del Centro Sportivo Trento Nord di Gardolo di Trento ed il 10° Trofeo Aquarius Piscina Canosa organizzato dalla Aquarius Piscina Canosa presso la piscina Aquarius di Canosa di Puglia.

A Trento hanno preso parte 199 atleti ed è stato stabilito un Record Italiano da Franco Corradini, M85 della Nuotatori Trentini che nei 50 rana ha segnato 55”50 e 879,82 punti migliorando il 56”46 del 1999 di Giordano Raggi, mentre le migliori prestazioni assolute sono state realizzate da Sabina Mussi, M30 della Nuotatori Trentini con 29”86 e 933,69 punti nei 50 farfalla e Mirko Cecchin, M30 della Gymnasium Spilimbergo con 23”43 e 951,77 punti nei 50 stile libero.

Pochi altri i tabellari oltre i 900 punti, pochissimi quelli particolarmente sontuosi tra i quali quelli di Marco Borriello, M55 della Brescia Acquarè Mafeco con 26”66 e 942,61 punti e Alessandro Marian, M25 della Gymnasium Spilimbergo con 2’11”51 e 925,79 punti nei 50 stile libero.
A vincere è stata la Rari Nantes Trento con 38.208,26 punti seguita sul podio dalla Sportivamente Belluno con 25.638,33 punti e Buonconsiglio Nuoto con 20.453,97 punti.

Clicca qui per i risultati completi

Concludiamo il Report Master della Settimana con il Meeting di Canosa partecipato da 211 atleti e vinto dalla Sport Club-Bari con 31.309,31 punti, seguito da Adriatika Nuoto con 29.072,15 punti e Otrè-Noci con 20.598,21 punti.

Le due migliori performance sono arrivate da Mariapia Longobardi, M25 del CUS Bari con 36”20 e 883,43 punti nei 50 rana e Davide Pensabene, M25 della Fimco Sport con 1’58”56 e 927,55 punti nei 200 stile libero, unico atleta a rompere il muro dei 900 punti, traguardo raggiunto anche nei 100 farfalla con 58”85 e 907,56 punti.

Clicca qui per i risultati completi

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Ciro Porzio

Consulente informatico, matematico con la passione per le statistiche e apprendista nuotatore. Ricopre diversi ruoli di responsabilità in Swim4Life Magazine.