domenico-acerenza-giulia-gabbrielleschi-fabrizio-antonelli-arianna-bridi-gregorio-paltrinieri-staffetta-italia-mondiali-nuoto-doha
Foto: Andrea Staccioli / Insidefoto - DBM

Staffetta Italia del Nuoto di Fondo argento ai Mondiali di Doha

Gregorio Paltrinieri, Domenico Acerenza, Giulia Gabbrielleschi e Arianna Bridi vice campioni del mondo

La Staffetta dell’Italia si è laureata vice campione del mondo ai Campionati iridati di Nuoto di Fondo che si sono conclusi oggi a Doha.

La formazione Azzurra, campione del mondo sei mesi fa a Fukuoka, si è espressa in una bellissima gara, in cui però non ha potuto fare meglio dell’Australia, forte di un’ultima frazione irresistibile che ha portato i canguri al primo oro mondiale in questa staffetta.

Sono state 22 le squadre al via nell’Old Port della capitale del Qatar per la 6 km a staffetta, aperta per l’Italia da Giulia Gabbrielleschi che ha segnato 15’36”20 nella sua frazione risultando quinta dietro Cina, Australia e Brasile.

Ma gli equilibri in gioco sono delicati in una staffetta di Nuoto di Fondo e con il secondo cambio Azzurro, che ha visto Arianna Bridi in acqua, l’Italia è scivolata indietro, vittima anche delle frazioni maschili impiegate da molte squadre in gioco.

La tattica dell’Italia campione del mondo in carica è stata invece attendista, con le due donne schierate davanti e i due uomini all’attacco nella parte finale.

E infatti l’ingresso in acqua di Gregorio Paltrinieri dà subito vigore al quartetto Azzurro, con l’atleta delle Fiamme Oro e Coopernuoto allenato da Fabrizio Antonelli che macina bracciate e innesca l’azione votata alla risalita.

La progressione di Paltrinieri è entusiasmante e gli permette di risalire fino alla terza posizione alle spalle di Australia e Germania che nel frattempo si erano attestate al comando in solitaria con le azioni di Nicholas Sloman e Oliver Klemet.

Staffetta Italia Nuoto di Fondo argento ai Mondiali di Doha

Il ritmo di Paltrinieri è però martellante e prima fa fuori Klemet e poi aggancia e schiaccia Sloman mettendosi prepotentemente davanti a un centinaio di metri dal cambio con Domenico Acerenza.

Il potentino, ieri bronzo nella 5 km, parte subito forte per incrementare e dare seguito al vantaggio conquistato da Paltrinieri, ma l’Azzurro non riesce a staccarsi di dosso l’australiano Kyle Lee che sfrutta la scia di Mimmo Acerenza.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

È il presagio di un finale acceso e agguerrito e Acerenza, che dà un’occhiata alle sue spalle dopo la prima boa per controllare il suo inseguitore, lo sa.

Ed è proprio così, perchè negli ultimi 200 metri Kyle Lee dà una forte accelerata e attacca Acerenza sul lato per tentare il soprasso.

domenico-acerenza-staffetta-italia-mondiali-nuoto-doha
Foto: Andrea Staccioli / Insidefoto – DBM

Notoriamente forte nello sprint finale, Lee mette sul tavolo il piatto forte della casa e riesce ad affiancare Acerenza accendendo un testa a testa aspro e duro nello sprint che porta i due atleti nell’imbuto finale.

Acerenza prova a difendere in tutti i modi la leadership, ma l’attacco di Lee è incontenibile e non è sufficiente nemmeno il tentativo dell’Azzurro di schiacciare l’australiano sul gonfiabile che delimita l’imbuto su un lato.

Al photofinish è la mano di Lee a toccare per prima la piastra segnando 1h 03’28”0, appena due decimi prima di Acerenza e dell’Italia che si deve quindi accontentare della medaglia d’argento con 1h 03’28”20.

Nel frattempo dietro si apre un confronto serrato per il terzo podio del gradino del podio tra Germania, Ungheria e Stati Uniti che se le danno di santa ragione.

Alla fine lo scatto vincente è quello di Kristof Rasovsky che porta l’Ungheria al bronzo con il crono di 1h 04’06”80

staffetta-australia-mondiali-nuoto
Staffetta Italia Nuoto di Fondo argento ai Mondiali di Doha, le dichiarazioni degli Azzurri

Credo che sia stata una grande staffetta, prendere l’oro non era facile e non può essere sempre oro, lo sport non è così – ha dichiarato Gregorio Paltrinieri – Stavolta abbiamo avuto contro l’atleta più forte negli ultimi metri. Stare sul podio è comunque bello. Adesso testa alla vasca, vorrei fare due buone gare”  

Giulia ha fatto un’ottima frazione, ha molto esperienza in questa gara ed è stata molto brava – ha dichiarato Arianna Bridi – È la prima volta che partecipavo alla staffetta e quindi è stato un grandissimo onore per me. Questa medaglia non è solo di noi quattro, ma anche degli altri atleti che fanno parte della nazionale che ci aiutano a mantenere un livello molto alto”

Io sono contenta, alla fine ce la siamo giocata fino all’ultimo – ha dichiarato Giulia Gabbrielleschi – Era dura, siamo stati tutti bravi e io sono contenta di essere ritornata a fare una staffetta dopo un pio di anni”

Ho in mente brutte parole che non si possono dire – ha dichiarato Domenico Acerenza con amarezza – I ragazzi sono stati bravissimi, ho chiesto scusa, sono stato io a sbagliare. Ci siamo comunque divertiti. Io sapevo che era difficile staccare l’australiano all’inizio e andare subito forte. Fino all’ultimo ho cercato in qualche modo di staccarlo ma non ci sono riuscito. L’oro sarebbe stato più bello, ma va bene l’argento”

L’Australia si è mostrata in grande condizione, c’è stato l’errore sulla boa iniziale di Mimmo, ma la differenza l’ha fatta lo sprint dell’australiano – ha dichiarato Stefano Rubaudo – Hanno combattuto tutti, a volte si vince e a volte si perde”

Staffetta Italia Nuoto di Fondo argento ai Mondiali di Doha, adesso tocca agli atleti della competizione in piscina

I Mondiali di Nuoto di Fondo si chiudono dunque con un argento e un bronzo per l’Italia, oltre i tre pass olimpici conquistati nella 10 km maschile e femminile.

Nel medagliere chiudiamo quinti, dietro la vittoria dell’Olanda con i due ori di Sharon van Rouwendaal, Francia con un oro e due argenti, Australia con un oro e un argento e Ungheria con un oro e un bronzo.

Adesso si passa alla piscina, con le gare che inizieranno domenica con batterie di qualifica alle ore 7:30 del mattino di Doha e semifinali e finali dalle 17:00 di Doha. In Italia saranno rispettivamente le 9:30 e 19:00.

Tutte le gare verranno trasmesse in diretta su RAI Sport che detiene i diritti esclusivi per l’Italia e che garantirà una copertura pressoché totale dell’evento attraverso RAI Sport+ HD, RAI 2 e RAI Play.

La cronaca sarà affidata al duo più che collaudato formato da Tommaso Mecarozzi e Luca Sacchi che però racconteranno l’evento dall’Italia, coadiuvati da Elisabetta Caporale in area mista e quindi presente a Doha.

Staffetta Italia Nuoto di Fondo argento ai Mondiali di Doha – Risultati completi

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Seguici su Telegram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutar

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights