ariarne-titmus-world-record-200-free-trials-swimming

Uragano Ariarne Titmus, fa suo il Record del Mondo dei 200 stile libero!

“Lavoro per questo record dalle Olimpiadi di Tokyo, sono felice di aver raggiunto il traguardo”, spettacolo ai Trials olimpici australiani di Brisbane, anche Mollie O’Callaghan nuota sotto al vecchio primato mondiale

Ariarne Titmus cercava da tantissimo tempo questo prestigioso traguardo e tutti sapevamo che il Record del Mondo dei 200 stile libero era nelle corde dell’australiana, inclusa Federica Pellegrini che deteneva il primato fino alla scorsa estate.

Dopo svariate volte in cui ci è andata vicina, Ariarne Titmus è riuscita finalmente nell’impresa in occasione della finale dei Trials olimpici australiani in corso nella piscina olimpionica del Brisbane Aquatic Centre, che ospita l’evento dal 10 al 15 giugno.

La 23enne, già primatista mondiale dei 400 stile libero e oro nei 200 e 400 stile, argento negli 800 stile e bronzo nella 4×200 alle Olimpiadi di Tokyo, ha regalato spettacolo al folto pubblico di Brisbane nuotando la finale dei 200 stile libero fianco a fianco con Mollie O’Callaghan fino all’ultima bracciata, nuotando entrambe sotto al precedente Record del Mondo!

Ricordiamo che il primato mondiale dei 200 stile libero apparteneva proprio a Mollie O’Callaghan, che ai Mondiali di Fukuoka della scorsa estate si era laureata campionessa iridata segnando 1’52”85 e facendo cadere il Record del Mondo di 1’52”98 di Federica Pellegrini del lontano 2009.

In quella finale, Ariarne Titmus, che partiva favorita per la vittoria, chiuse seconda con l’argento alle spalle della connazionale segnando 1’53”01.

Stavolta i ruoli si sono invertiti, con Ariarne Titmus che ha vinto la finale facendo suo il Record del Mondo con il crono di 1’52”23, precedendo Mollie O’Callaghan con il crono di 1’52”48!

È emozionante fare questo primato davanti al pubblico che per me è di casa e questo mi dà davvero tanta fiducia anche per le Olimpiadi – ha aggiunto Titmus – Mollie O’Callaghan non è stata una motivazione per me, non guardo chi ha il record, guardo il tempo da battere e, onestamente, non era proprio sul mio radar stasera. Volevo solo fare una bella prestazione”

record-mondiale-ariarne-titmus-mollie-o-callaghan
Uragano Ariarne Titmus, fa suo il Record del Mondo dei 200 stile libero, l’epilogo migliore dopo la delicata operazione dello scorso settembre

Il record del mondo di Ariarne Titmus, campionessa olimpica della specialità, è l’epilogo dolce e perfetto per la 23enne australiana, che lo scorso settembre ha dovuto affrontare una delicata operazione per asportare due tumori all’ovaia destrae che ha escluso la sua partecipazione ai Mondiali di Doha dello scorso febbraio.

Essere un atleta è dura. Essere donna è dura. In passato ho imparato di più sul mio corpo e di cosa è capace – disse Ariarne Titmus in quella circostanza – Ho imparato che essere in forma e in salute non significa essere immuni a questi tumori, prima ancora che diventassero pazzeschi e iniziassero ad avere implicazioni reali sulla mia salute”

Adesso quel periodo è decisamente alle spalle per la campionessa iridata dei 400 stile e nella 4×200, argento nei 200 stile e bronzo negli 800 stile ai Mondiali di Nuoto Fukuoka e a quelli di Gwangju 2019, nonché bronzo nella 4×200 ai Mondiali di Budapest 2017.

Quindici medaglie vinte tra Giochi del Commonwealth, Giochi Panpacifici e Mondiali in vasca corta, Ariarne Titmus è sicuramente una delle principali atlete da osservare alle prossime Olimpiadi di Parigi 2024.

Niente è mai sicuro, quindi sono al settimo cielo per aver prenotato il mio biglietto per la mia seconda Olimpiade – ha dichiarato Ariarne Titmus dopo il pass strappato nei 400 stile libero di ieri – Onestamente, da Tokyo in poi, ho lavorato ogni giorno in allenamento per nuotare in 1’52” nei 200 stile, quindi sono felice di aver finalmente realizzato questo crono e di essere riuscita a costruire una nuotata di cui sapevo di essere capace

Ariarne Titmus da record nei 200 stile insieme a Mollie O’Callaghan, con loro altre quattro atlete sotto al tempo per il pass olimpico della specialità

Le australiane sono di certo le migliori in questo momento nei 200 stile libero, considerando che oltre al tempo da record del mondo di Titmus e O’Callaghan, altre quattro atlete hanno nuotato sotto al crono fissato da Australian Swimming per ottenere la qualificazione alle Olimpiadi di Parigi 2024.

Negli ultimi dodici mesi, O’Callaghan ha nuotato quattro dei sette tempi più veloci del mondo, con Titmus che ha nuotato anche il secondo tempo più veloce in quel periodo.

ariarne-titmus-australian-swimming-record

Sei degli otto tempi più veloci di sempre appartengono alle australiane e nell’ultimo anno cinque di loro si trovano tra le migliori diciotto nuotatori più veloci del mondo della specialità.

Dopo tre giornate di Trials australiani, mettiamo a referto anche il tempone di Kaylee McKeown, che nella giornata di apertura ha vinto i 100 dorso fermando il cronometro a 57”41, a 8 centesimi dal suo primato mondiale, ma nonostante questo si è dichiarata delusa dalla prestazione.

“Sono un po’ delusa – ha detto McKeown – Ma ho prenotato un biglietto per Parigi, quindi avrò un’altra possibilità per andare più veloce”

La 22enne campionessa olimpica in carica dei 100 e 200 dorso detiene ora i sei tempi più veloci nella storia dei 100 dorso e a Parigi nuoterà anche i 200 misti, in cui lunedì sera ha stabilito il Record del Commonwealth in 2’06”63.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici anche su Instagram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights