Alessia_Virgilio_intervista_Swim4life_01

Alessia Virgilio, l’altro fenomeno di Bari! Neo primatista nei 400 misti, ma siamo appena all’inizio!

Alessia Virgilio, l’altro fenomeno di Bari!
Neo primatista nei 400 misti, ma siamo appena all’inizio!

Alessia_Virgilio_intervista_Swim4life_01di Paco Clienti
Continuiamo l’intervista realizzata all’atleta Alessia Virgilio della G.P. Modugno che abbiamo iniziato la scorsa settimana, intervista con la quale vi raccontiamo la storia di un’atleta che senza fissazioni o forzature, pressioni o persecuzioni, è arrivata a raggiungere un risultato così lusinghiero come il record italiano conquistato nei 400 misti per la categoria Master25, tanto meritato, per un’atleta tanto meritevole, così come afferma il suo allenatore Gigi Cagnetta!
Clicca qui per leggere la prima parte dell’intervista.

Dopo aver conosciuto molto di Alessia per ciò che riguarda la sua vita oltre il nuoto, torniamo a parlare di acqua!
Raccontami ora del tuo passato agonistico con le esperienze e partecipazioni che ricordi in maniera più particolare.
Ho gareggiato con atleti del calibro della
Filippi, in occasione di eventi importanti svolti all’Acqua Cetosa ed alla Salaria Sport Village. Feci con lei un 400 misti e le sono stata affianco solo al tuffo, ma è stata una bellissima esperienza.»

Alessia_Virgilio_intervista_Swim4life_18

Quale atleta che in passato hai incrociato in gara, oggi professionista, ti ha colpita di più e perchè?
«Oltre alla Filippi, Chiara Boggiatto ed Ilaria Bianchi che vista dal vivo è una bestia, nel senso buono ovviamente, anche se preferisco le corporature asciutte. Poi Rosolino, Rummolo e Vismara…quando l’ho abbracciato la mia mano non arrivava neanche alla fine della sua schiena!»

Cosa ha inciso di più nella tua scelta di lasciare il nuoto agonistico pur essendo arrivata ad ottimi livelli?
«Il fatto di non aver avuto più Gigi Cagnetta come allenatore, nonostante Marilena Cappa sia comunque molto compente.  È stata una mancanza che mi ha un pò demotivata, nonostante, ripeto, la professionalità e competenza di Marilena che non è in discussione. Tutt’oggi, forse più di prima, mi trovo molto bene con lei, ma Gigi è Gigi ed è per me insostituibile! Quest’anno mi ha dato veramente tanto anche Umberto De Ceglie. Mi ha corretto in tutto e mi ha aiutata a migliorare molto rispetto all’anno scorso. Marilena ed Umberto mi dedicano molte attenzioni, in vasca e fuori. Prima c’era solo Gigi, ma adesso nei master ci sono anche loro e meritano la mia stima! Quando fai agonismo, a differenza dei master, l’allenatore diventa la persona più importante per te, mentre adesso, da master, ci si “adatta” con molta più facilità e piacere!»

Alessia_Virgilio_intervista_Swim4life_12Per quale motivo perdesti Gigi come allenatore quando eri agonista?
«Ci furono un pò di contrasti tra Gigi e chi dirigeva il CUS Bari, la struttura sportiva dove mi allenavo, e quindi Gigi se ne andò a Modugno ad allenare i master.

Non è un caso se sei andata poi tu da lui a Modugno. A proposito, dopo lo stop dall’agonismo, cosa ti ha fatto scattare la molla per rimetterti in gioco nei master?
«Mia madre mi ha invogliato a riprendere a nuotare anche perché in quei tre anni di pausa non ho fatto proprio nessun tipo di sport e poi il fatto di sapere che a Modugno c’era Gigi!»

E così ti sei ritrovata nel mondo master! Come ti sembra? Cosa ne pensi di questo settore dove trovi in competizione diverse tipologie di atleti di varie età?
«È proprio divertente! Sto bene e faccio gli allenamenti con piacere, anche se mi impegno sempre molto perchè in fin dei conti nella mia testa sono sempre un agonista! È bello poi ritrovarsi con tutti anche al di fuori della piscina, cosa che invece accadeva di rado con l’agonismo.»

Alessia_Virgilio_intervista_Swim4life_13Quanto dedicavi prima ai tuoi allenamenti da agonista e quanto invece dedichi oggi da master?
«Prima, da agonista, dedicavo agli allenamenti due ore e un quarto al giorno, con uno o due giorni in cui facevo anche doppio allenamento. Inoltre negli ultimi anni tre anni facevo anche palestra per due o tre volte a settimana! Oggi, da master, mi alleno quattro volte alla settimana ed ogni allenamento dura al massimo un’ora e mezzo. In più non faccio palestra o doppi allenamenti. Sono due esperienze diverse benchè accomunate entrambe dallo stesso sport, però se devo essere sincera, dopo tanto impegno e tanti sacrifici, vivere una cosa con così tanta leggerezza e spensieratezza è fantastico! Anche se a dire il vero, prima della gara, anche oggi, non c’è nessuna leggerezza e spensieratezza.»

In ogni caso pare sia molto meglio oggi per te. Hai più tempo anche per te stessa! A proposito, abbiamo parlato di viaggi ed immersioni prima, ma ci sono anche altre passioni nella tua vita?
«Mi piacciono tante cose, ma alla base, fondamentalmente, sta il piacere di star con gli altri, di star con la gente, non importa se al cinema, al mare, in un bar davanti ad un aperitivo, a cena in un locale, a casa o durante una vacanza. L’importante è star bene!»

Alessia_Virgilio_intervista_Swim4life_05Questo è sinonimo di una persona molto attiva, solare e che vive la vita! Parlami di qualcosa di specifico però perché sento che c’è tanto da tirar fuori di te…
«Dunque, mi piace la fotografia e spero al più presto di riuscire a comprarmi una bella reflex! In quanto donna, adoro lo shopping ed inoltre adoro mangiare, a prescindere dal tipo di cucina, anche se non si direbbe! Purtroppo però, odio cucinare! Ancora, mi piacciono anche le cose un pò spericolate! Ad esempio impazzisco nei mega parchi divertimento come Disneyland, mi piacciono le moto supersportive e con la bella stagione voglio provare anche il rafting ed il volo dell’angelo! Insomma non sto mai ferma e starmi affianco non è per niente semplice! Tutto ciò che produce adrenalina, vale la pena di essere fatto! Come il nuoto in fondo…»

Un vero e proprio vulcano!!! Interessante che tra le cose spericolate che ti danno adrenalina, elenchi infine anche il nuoto.
«Si, anche se ho capito che alle gare devo andare un pò più tranquilla e spensierata, perche l’adrenalina non è più quella di un tempo e a volte può giocare brutti scherzi.
»

Ai recenti Campionati Regionali Master della Puglia hai infranto un pesante Record Italiano di cat. M25 nei 400 misti, record che apparteneva a Lucia Bussotti dal 2008! Cos’hai provato quando hai visto quel crono stampato sul tabellone di 5’14’’72?
Alessia_Virgilio_intervista_Swim4life_16«Sono stata contenta, ma non tantissimo, perché al Trofeo Santa Claus di qualche mese prima avevo fatto meno di 5’14”72 e poi ho nuotato male, me lo sentivo addosso e l’ho visto dopo anche dal video. Ero troppo tesa, avevo l’ansia del tempo che non avevo. Invece al Santa Claus stavo meglio sia fisicamente che mentalmente.»

Bè hai comunque fatto il record italiano che puoi sempre migliorare e tutto sommato, con questo record che hai comunque scritto, ti sei rifatta anche dell’amarezza di cui parli, vissuta al Trofeo Santa Claus di dicembre 2012, a Modugno, quando pur segnando un crono migliore del Record Italiano dei 400 misti, non poteva essere omologato a causa della regola sull’età in quanto sei una neo M25! Oggi invece hai tutte le carte in regola per frantumare record su record!
«Infatti adesso che sono più rilassata, proverò ad abbassarlo e fare almeno lo stesso tempo che feci al Trofeo Santa Claus (5’12”05 n.d.r.)!»

Sei indubbiamente una straordinaria mistista, ma qual è il tuo stile preferito e perché?
«La rana, anche se devo dire che confrontando le singole frazioni con i tempi da agonista, è lo stile che ho peggiorato di più.»

Alessia_Virgilio_intervista_Swim4life_17Nelle gare master spesso si parte in batterie miste con maschi e femmine e spesso tu sei l’incubo di molti maschietti…cosa provi quando stai per confrontarti in un’avvincente batteria dove ci sono anche uomini che vanno forte?
«È divertente, anzi, sono più tranquilla quando ci sono i maschietti! Stranamente invece quando nuoto con le donne in batteria, c’è più competizione. Siamo donne e con le donne c’è sempre più competizione! Ovviamente mi fa piacere se trovo una persona che mi in gara mi tira e mi stimola.»

La tua gara più bella?
«Quando facevo agonismo, la finale dei giovanili che feci a Roma nella piscina del Foro Italico. Avrò avuto circa 18 anni, arrivai 4^. Da Master invece quella del Santa Claus dei 400 misti perché la feci con Gigi Cagnetta. Non mi aspettavo di fare quel tempo, migliorato di circa 8 secondi! Mi sono commossa e tutti i compagni mi hanno festeggiato tantissimo!»

La gara più brutta invece?
«Non so  – risponde con molta difficoltà la Virgilioperché quando facevo agonismo la cosa importante era arrivare prima. Adesso da master invece è diverso. Non ricordo una gara particolarmente brutta. Forse mi è dispiaciuto quando mi squalificarono per falsa partenza ai Campionati Italiani Assoluti.»

Alessia_Virgilio_intervista_Swim4life_02A giugno 2012 si sono svolti i Campionati del Mondo di Nuoto Master, disputati in Italia, nel fantastico Stadio del Nuoto di Riccione! Purtroppo tu eri ancora un’atleta di categoria U25 e non hai potuto partecipare. Ti è mancato molto non poter prender parte a questa competizione? Ambisci a prender parte ai prossimi Europei di Eindhoven o magari anche ai Mondiali di Montreal nel 2014?
«Avrei voluto molto partecipare ai Mondiali di Riccione, sarebbe stata un’esperienza straordinaria. Ho provato una cosa analoga nella Coppa Olimpica da agonista. Mi piacerebbe partecipare agli Europei ma il periodo non è dei migliori. Vorrebbe dire nuotare tutto Luglio ed Agosto e non mi entusiasma questa cosa.»

Quali sono i tuoi obiettivi per questa stagione?
«Fare almeno il record italiano nelle mie gare. Sarà dura nei 100 misti e 100 rana ma dopo i 400 misti punto soprattutto ai 200 rana e 200 misti!»

Pensi di partecipare ai Campionati Italiani di Trieste o a Circuito chiuso ti rilasserai?
«Volentieri, penso di andarci! Macchina o aereo che sia, partirò da Bari per conquistare anche Trieste!»

Chiudiamo con un’ultima domanda, come descriveresti il tuo rapporto con il nuoto in una sola parola?
«Entusiasmante!»

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights