Notte magica per l’Italia che dopo l’oro di Morlacchi vince anche un argento con Giulia Ghiretti nei 100 rana SB4!

A Rio è festa grande con gli Azzurri che eguagliano il medagliere delle Paralimpiadi di Londra 2012 quando mancano ancora sei giornate

Emozioni senza fine nella notte magica delle finali di Rio alle Paralimpiadi che hanno regalato all’Italia intera ben due medaglie, l’oro fantastico nei 200 misti SM9 di Federico Morlacchi – clicca qui per approfondire la notizia e l’argento meraviglioso di Giulia Ghiretti nei 100 rana SB4!

sdrDopo il primo oro italiano di queste Paralimpiadi vinto da Morlacchi, che rappresenta anche la storica 500esima medaglia vinta dall’Italia ad una Paralimpiade, gli Azzurri regalano un altro sussulto in chiusura di serata, quando nella finale dei 100 rana SB4 l’Azzurra Giulia Ghiretti è riuscita a confermare le grandi attese e speranze dei tifosi italiani offrendo una gara sensazionale, fatta di cuore e di testa.
Fin dai primi metri il primo gradino del podio si è dimostrato alla portata della sola norvegese Sarah Louise Rung che ha seminato le avversarie concludendo in 1’44”94 con la sua nuotata fluida e impetuosa. Ma alle sue spalle è una lotta senza trincee quella che vede la nostra Giulia rimontare ed eseguire un sorpasso tutto adrenalina che la porta dal terzo al secondo posto negli ultimi 15 metri, regalandole l’argento con il crono di 1’50”58 con il quale straccia inoltre il Record Italiano cancellando il vecchio primato che apparteneva sempre all’atleta del gruppo agli ordini di Max Tosin con 1’53”63 nuotato ai recenti Europei di Funchal e che ieri sera ha preferito saggiamente saltare la festa Azzurra organizzata a Casa Italia per le medaglie vinte fino ad ora dagli Azzurri, preferendo il riposo per dare l’assalto a questo podio. Alle sue spalle la singaporeana Rui Si Theresa Goh  con 1’55”55.

«È andata benissimo, è stata molto lunga e faticosa – dichiara Giulia Ghiretti a fine gara – Questo successo ripaga tutto il lavoro duro fatto negli anni. Ci siamo allenati tanto e l’abbiamo voluto. Già essere qui con l’argento Europeo e Mondiale non era semplice, ma è andata benissimo.»

marco-dolfinRegala non poche emozioni e tanto rammarico la finale dei 100 rana SB5 maschi nei quali nonostante una grande prestazione da Record Italiano, sfiora il podio e ne rimane ai suoi piedi l’Azzurro Marco Dolfin che chiude in 1’37”84, meglio dell’1’38”42 che lo stesso deteneva. Vittoria per lo svedese Karl Forsman con 1’34”27 davanti al coreano Lim Woo Geun con 1’35”18 ed al messicano Pedro Rangel con 1’37”84.

Le finali paralimpiche erano iniziate però con i 100 rana SB5 donne nei quali l’Azzurra Emanuela Romano ha chiuso settima segnando 1’52”33 peggiorando di quasi due secondi il record italiano stabilito nelle batterie del mattino. Successo per l’ucraina Yelyzaveta Mereshko con 1’41”63 davanti alla connazionale Viktoriia Savtsova con 1’42”14 ed alla cinese Lingling Song con 1’45”21.

«Oggi ho provato a fare un passaggio forte per stare insieme alle altre, ma alla fine non ce l’ho fatta – dichiara Emanuela Romano a fine gara – Bisogna lavorare su questa rana, ma adesso devo recuperare un po’ di energie per i 400 stile.»

Nei 100 rana SB13 donne domina l’uzbeca Fotimakhon Amilova che si aggiudica l’oro con il nuovo Record del Mondo di 1’12”45 cancellando il primato di 1’15”96 detenuto dalla britannica Rebecca Redfem che chiude in seconda piazza con 1’13”81 davanti alla statunitense Colleen Young con 1’17”02.

Nei 200 stile libero S14 donne chiude in sesta piazza con una gara autorevole l’Azzurra Xenia Francesca Palazzo con 2’19”21, a soli 6 centesimi dal suo record italiano. Successo per la britannica Bethany Firth  con 2’03”30 seguita dalla connazionale Jessica-Jane Applegate con 2’06”92 e dall’olandese Marlou Van Der Kulk con 2’10”20.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

«Sono soddisfatta, il sesto posto alle Paralimpiadi è davvero eccezionale – dichiara Xenia Francesca Palazzo a fine gara –  Le ultime due vasche non avevo forze, ma la competizione in vasca mi ha fatto tirare fino alla fine.»

I 200 misti SM10 maschi sono in esclusiva degli ucraini che monopolizzano il podio con la vittoria che va a Denys Dubrov con 2’06”87, crono che gli vale anche come nuovo Record del Mondo migliorando il precedente primato di 2’08”71 detenuto dallo stesso, seguito sul podio dai connazionali Maksym Krypak  con 2’08”10 e Dmytro Vanzenko  con 2’10”48.

andrea-massussiOnora al meglio i 100 rana SB4 maschi l’Azzurro Federico Massussi che al debutto in una finale paralimpica conclude con l’ottavo crono di 1’51”96 nella gara tiratissima che vede emergere il cinese Li  Junsheng con 1’35”96 davanti all’idolo di casa, il brasiliano Daniel Dias con 1’36”13. Chiude il podio il bronzo del colombiano Moises Fuentes Garcia con 1’37”40.

«Questo settimo posto è l’inizio di un miglioramento dichiara Federico Massussi a fine gara Ho fatto un 50 metri dove stavo bene, nel secondo ho iniziato a pardere. Dovrò cercare di migliorare la resa nella seconda parte di gara»

Con l’oro di Federico Morlacchi e l’argento di Giulia Ghiretti conquistati in questa notte magica, l’Italia arricchisce il medagliere di Rio arrivando a quota sette, eguagliando il risultato finale dei Giochi di Londra 2012 quando mancano ancora sei giornate di gara, con la differenza importante che a Londra furono solo due gli atleti a salire sul podio, mentre a Rio sono già cinque, dettaglio non da poco che rappresenta la crescita collettiva del movimento paralimpico italiano.

Appuntamento per domani ore 14,30 ora italiana con le batterie di qualifica nelle quali per l’Italia scenderanno in acqua Alessia Berra nei 400 stile libero S13, Efrem Morelli ed Arjola Trimi nei 150 misti SM4, Cecilia Camellini e Martina Rabbolini nei 50 stile libero S11, Riccardo Menciotti nei 100 farfalla S10, Federico Morlacchi e Francesca Secci nei 100 stile libero S9, Marco Dolfin nei 200 misti SM6, Valerio Taras nei 50 farfalla S7 e Giovanni Sciaccaluga nei 50 stile libero S5.

La Pagina Facebook ed il sito web ufficiale della Federazione Italiana Nuoto Paralimpico diretti dal Responsabile Ufficio Stampa Giada Lorusso in sito a Rio, pubblicheranno tra l’altro, anche in tempo reale, informazioni, notizie e i dietro le quinte dei Giochi ai quali prenderanno parte 21 atleti.

Clicca qui per i risultati completi

Clicca qui per approfondire sull’argomento Classi di Disabilità Atleti

Clicca qui per l’Elenco Convocati della squadra Azzurra

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Ciro Porzio

Consulente informatico, matematico con la passione per le statistiche e apprendista nuotatore. Ricopre diversi ruoli di responsabilità in Swim4Life Magazine.