Festa della Donna, otto motivi per i quali una nuotatrice è un’eroina!

Dolcemente complicate, ma forti e determinate nell’ottenere ciò che vogliono e a difendere ciò che le fa stare bene

Festa della Donna, un argomento sempre tanto discusso quanto sentito, perchè le donne si sa, sono dolcemente complicate a lavoro, sui libri, in macchina e non meno tra le corsie di una piscina.

Nonostante questo loro essere dolcemente complicate, ci sono alcuni aspetti del mondo del nuoto che solo le donne possono capire.

Provate ad esempio solo ad immaginate di dover asciugare una massa di capelli che fa peso sulla forza di gravità, dopo un allenamento intenso, soprattutto durante i mesi più caldi!

Nel nuoto ci sono tante cose che un uomo non potrà mai comprendere o provare sulla sua pelle rispetto a una donna e nel giorno della Festa della Donna ne vogliamo ricordare otto:

  • solo una nuotatrice può capire quanto diventa estenuante dover allenarsi o addirittura dover gareggiare in “determinati periodi del mese”, quando l’unico pensiero che ha è un letto, un film e una tavoletta di cioccolato;
  • solo una nuotatrice può capire quanto si possa diventare competitivi con un’altra donna, soprattutto in ambito sportivo, e quanto sia arduo mantenere il confronto con gli uomini durante gli allenamenti, facendo più fatica a inseguire i loro ritmi che talvolta riusciamo anche a battere diventando per questo eroine;
  • solo una donna può comprendere la complicità che riesce a stabilire con altre donne all’interno degli spogliatoi, lontano dalle vasche;
festa-donna-nuoto
  • solo una donna può riuscire a essere sempre impeccabile nel presentarsi, anche quando si indossa soltanto cuffia e costume;
  • solo una nuotatrice può capire cosa significhi essere sotto prova costume per tutto l’anno;
  • solo una donna può capire la fatica e l’ansia per indossare il costume da gara, imparagonabile oggi alla semplicità di indossarlo per gli uomini;
  • solo una donna può avvertire il vero peso del borsone della piscina, perché se un asciugamani è poca e due sono troppe, non basteranno mai le cose da portare quando si va a nuotare;
  • solo una donna può capire quanto sia difficile dover andare a cena con un ragazzo subito dopo l’allenamento e presentarsi con le occhiaie, dovute non alla stanchezza, ma ai segni degli occhialini dopo le fatiche consumate in piscina;

Le donne sono un elemento essenziale nell’equilibrio dell’universo, anche in quello del nuoto.

Cerchiamo con forza e determinazione di difendere quello che ci appartiene e tutto ciò che ci fa stare bene.

Non ci arrendiamo mai.

Adesso fermatevi per un attimo a pensare a un mondo e più nello specifico, una piscina, il nuoto, senza donne.

Riuscite a immaginarlo?

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Seguici su Telegram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Rosaria Oliviero

Studentessa presso la Facoltà di Farmacia e appassionata swimmer! Un passato da agonista ed un presente da nuotatrice Master la spingono a seguire il nuoto in tutte le sue sfaccettature