L’urlo di Gregorio Paltrinieri, Record Europeo nei 1500 stile!

Gara sopra le righe sostenuta dalle tribune a gran voce dal nuovo tecnico Antonelli e dai compagni di allenamento

Cala il sipario sulla 57esima edizione del Trofeo Sette Colli, valido quest’anno anche come Campionato Italiano Assoluto open per recuperare i primaverili che non si sono potuti disputare a marzo a causa dell’emergenza Covid. Nell’ultimo pomeriggio non sono mancate le forti emozioni, con Alberto Razzetti che cancella lo storico record italiano nei 200 misti di Alessio Boggiatto – clicca qui per leggere – ma anche un Marco De Tullio scatenato che mette la mano davanti a tutti nei 200 stile libero – clicca qui per approfondire.

L’ultimo atto in scena presso lo Stadio del Nuoto del Foro Italico di Roma sono stati i 1500 stile libero, con in vasca il campione olimpico in carica Gregorio Paltrinieri, allenato dal tecnico Fabrizio Antonelli, già autore di una grandissima prestazione negli 800 stile qui al Sette Colli 2020, dove ha nuotato in 7’40″22 a soli 95 centesimi dal suo Record Europeo di 7’39″27 con il quale si laureò campione del mondo a Gwangju 2019.

Non lascia spazio ad interpretazioni il 25 enne emiliano che torna a ruggire dopo una gara sensazionale dove nuota sempre in linea con il suo record europeo, sempre sui 29″5 ogni 50, in modo unico, come un metronomo, scandisce sempre passaggi tra 29″27 e 29″29. Il passaggio agli 800 metri di 7’45″41 che testimonia la gara equilibrata condotta dal campione azzurro che senza mai rompere il ritmo, conclude una gara favolosa, costruita metro dopo metro, fino ad ottenere il Record Europeo con 14’33″10. Migliorata ancora la seconda pretazione all time mondiale alle spalle del Record del Mondo del cinese Sung Yang di 14’31″02.

“E’ troppo bello, non sapevo quanto stessi facendo – racconta un felicissimo Gregorio Paltrinieri – Mi sentivo di andar forte, sapevo che stavo andando bene. 14’33” è davvero un gran tempo. Sono contentissimo. Io credo di essere stato sempre coraggioso negli anni a fare delle scelte giuste. Ho deciso di andarmene e cambiare guida tecnica proprio perchè mi mancava quel poco che ora ho. Sono felice e mi sto divertendo a nuotare in vasca ma anche in acque libere, con la preparazione in mare. Ho fatto una gara bella, la sentivo nuotando che la bracciata era buona e avevo ritmo”

Da notare il grandissimo tifo, proveniente dalle tribune, del tecnico Fabrizio Antonelli e di tutto il team di allenamento che metro dopo metro urlavano per incitare Greg.

Non solo un grande Greg ma un enorme Domenico Acerenza che per la prima volta in carriera rompe il muro di 14’50, con 14’49″98, migliorando il suo personale di 14’51”88, e nuotando ancora il quarto tempo all time italiano alle spalle del 14’48″28 di Federico Colbertaldo, il 14’40″86 di Gabriele Detti e al nuovo primato del campione olimpico Paltrinieri. Sul podio degli italiani anche Ivan Giovannoni, Tiro a Volo Nuoto, con 15’34″27.

Si chiude con tanto spettacolo questa edizione del Sette Colli che ha fatto rivivere le grandi emozioni che a tutti noi erano mancate in questo duro periodo che ci ha visti isolati.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Da questa tre giorni di gare, oltre ai due primati di oggi, registriamo il Record Italiano nei 50 rana della 15enne Benedetta Pilato – clicca qui per leggere – e i sette record internazionali messi a segno dagli atleti paralimpici: quattro Record Mondiali (Simone Barlaam nei 100 stile, 50 dorso e 50 farfalla e Stefano Raimondi nei 50 farfalla S10) e tre Record Europei (Antonio Fantini nei 100 stile s6, Giulia Terzi nei 100 e 200 stile S7) – clicca qui per approfondire.

Risultati Trofeo Sette Colli 2020

Galleria Foto della giornata

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Ciro Porzio

Consulente informatico, matematico con la passione per le statistiche e apprendista nuotatore. Ricopre diversi ruoli di responsabilità in Swim4Life Magazine.