federica-pellegrini-vola-nella-storia-quinta-finale-olimpica-di-seguito-nei-200-stile-libero

Federica Pellegrini vola nella storia, quinta finale olimpica di seguito nei 200 stile libero!

La Divina zittisce ancora una volta tutti e diventa la prima donna a giocarsi una quinta finale olimpica nella stessa gara

Federica Pellegrini è nella storia, ancora una volta, ancora lei, sempre lei: nell’Aquatics Centre di Tokyo senza pubblico, la Divina si prende il ruolo di protagonista della nottata delle Olimpiadi.

E ancora una volta tante chiacchiere e tanto parlare sull’atleta che da sola muove un intero movimento e sposta gli equilibri di interesse verso il nuoto in un modo che quasi fa paura.

Si, perché quando lei non sarà più tra le corsie a contendersi qualcosa di importante… beh, è meglio non pensarci!

La Divina parte nelle semifinali dei 200 stile libero come assoluta sfavorita avendo segnato soltanto il 15esimo tempo di qualifica che le ha permesso di arrivare a questa gara per un pelo e con non pochi brividi.

Molti avevano già detto che non era più quella di Gwangju e che non avremmo rivisto una Pellegrini capace di arrivare in finale

E invece dalla corsia 8 stupisce ancora e va a stampare un 1’56”44, la terza prestazione stagionale per lei, che le basta per scrivere di prepotenza un’altra indelebile pagina di storia del nuoto mondiale.

Federica Pellegrini entra in finale e diventa la prima donna in assoluto al mondo a disputare una quinta finale olimpica consecutiva nella stessa specialità di gara.

Soltanto un altro è riuscito in tale impresa e si chiama Michael Phelps con i suoi 200 farfalla, un mito nel mito, una leggenda nella leggenda, che adesso porta anche il nome di Federica Pellegrini.

Il tempo le assegnerà la corsia numero 7 nella finale, in cui l’avversaria da battere sarà come da pronostici l’australiana Ariarne Titmus che viaggia con un incredibile 1’54”82, l’unica delle semifinali sotto l’1’55”.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Dietro di lei la cinese della Repubblica di Hong Kong Siobhan Haughey con 1’55”16 e poi l’avvelenata statunitense Katie Ledecky, alla ricerca del riscatto dopo la sconfitta per mano della Titmus nei 400 stile, sconfitta incassata anche agli scorsi mondiali, con 1’55”34.

Non trovo le parole – riesce a dire Federica Pellegrini in area mista in lacrime di gioia – Obiettivo raggiunto ed era un obiettivo più che mai difficile. Ci abbiamo creduto fino alla fine, insieme ad uno staff incredibile adesso sarà puro divertimento. È un anno che nuoto 1’56” e so bene ciò che posso ottenere. Certo adesso mi aspetta la finale e voglio fare del mio meglio. Felice di essere lì e fare un ultimo tentativo”

Primatista mondiale dal 2009, campionessa olimpica nel 2008, argento nel 2004, quarta nel 2016, quinta nel 2012, la quattro volta campionessa mondiale ed europea, portabandiera ai Giochi di Rio 2016, con la quinta finale olimpica di seguito nei 200 stile libero, domani notte l’atleta del Circolo Canottieri Aniene ed allenata da Matteo Giunta disputerà la sua 27esima gara olimpica alla soglia dei suoi 33 anni che compirà il 5 agosto.

Unica donna ad aver conquistato la medaglia iridata in otto edizioni consecutive, Federica Pellegrini arriverà a questa finale senza ufficiali pretese, ma la sua sola presenza in camera di chiamata diffonderà il terrore tra le avversarie, prima tra tutte la Titmus che a sue spese pagate due anni fa in Corea, sa bene quanto sia difficile confrontarsi con la regina del nuoto.

L’appuntamento per la finale è fissato a domani, 3:41 ora italiana, per emozionarci ancora una volta grazie a lei, che con questa finale chiuderà il cerchio di una carriera incredibile e inimitabile.

Video Gara Federica Pellegrini

Risultati completi

Orari, Diretta TV e dove guardare le Olimpiadi – clicca qui

Clicca qui per il Programma Gare Nuoto

Clicca qui per le Iscrizioni Gara Nuoto Italia

Elenco Iscritti Giochi Olimpici Tokyo 2020 Nuoto in vasca – clicca qui

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Seguici su Telegram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine