Roberta_Crescentini_3

Nascere più volte si può grazie al nuoto! Roberta Crescentini

Nascere più volte si può grazie al nuoto
La Fenice Roberta Crescentini e la sua infinita voglia d’acqua!

Roberta_Crescentini_3

Ecco la 2^ parte dell’intervista a Roberta Crescentini, la Fenice del nuoto! Vi ricordo che torvate la 1^ parte dell’intervista nella categoria Nuoto Master > interviste, oppure cliccando qui!

1.    Che persona era Castagnetti?

Non l‘ho vissuto molto come persona. Come tecnico era giustamente esigente, molto deciso e determinato e gli bastavano poche parole per farsi capire.

2.    Quando ti sei ritirata definitivamente e perché?

Ho smesso definitivamente nel 2004, a 27 anni, senza terminare nemmeno la stagione. Il perché è molto semplice: era diventata solo fatica, non mi divertivo più anzi, era una sofferenza. Era stato deciso di lasciare il lavoro e dedicarsi al nuoto (dato che era l’anno olimpico). Scelta sbagliata, ovviamente parlo per me. Io aro abituata a vedere il nuoto come passione e non come “lavoro”. Sono aumentati i carichi e ad un certo punto dovevo portarmi con me le bombole per quanto ero sott’ acqua. Iniziavo ad avere un brutto rapporto con lo sport che avevo amato tanto…e se non sei convinta di quello che fai, non vai da nessuna parte. Quindi stop e da allora non sono più entrata in acqua per 6 anni!

3.    Come mai hai voluto riprendere nei master? Non pensi che questo mondo sia troppo riduttivo per te che sei stata una nazionale e che hai assaporato una Finale Mondiale oltre ad aver vinto titoli italiani a livello assoluto?

Ho ripreso perché…c’era la squadra master, che ovviamente ogni anno mi diceva “dai entra  con noi!” Un giorno mi presento a bordo vasca, è bastato entrare in acqua 1 volta…2 volte…e già alla terza volta volevo fare le gare! E quindi mi sono tesserata master! Ho iniziato l’anno scorso nel 2010 ed ho fatto solo l’ultima parte di stagione perché a Gennaio mi sono rotta un polso e sono stata 2 mesi abbondanti ferma. Oggi mi alleno 2 volte a settimana per 1 ora con 2500/3000mt, mi diverto, adoro gareggiare e le trasferte.
Non credo che il nuoto master sia riduttivo per me, gareggio per il tempo e le sensazioni che provo durante le gare, so cosa significa allenarsi, dedicarsi ad uno sport, ma non metto limiti a niente. Non avrebbe senso fare un tesseramento agonista, sarei costretta a fare qualche meeting con magari ragazze di 20 anni più giovani che hanno altri obiettivi e visioni diverse, non sento di farne parte.

4.    Come vedi il mondo del nuoto master e cosa significa per te?

Ancora non ho un idea precisa però vedo che si divertono tutti…quindi positiva

5.    Come mai non hai preso parte ai Mondiali Master di Goteborg del 2010?

Sinceramente non l’ho preso in considerazione, era ad agosto e già avevo in mente un bel viaggetto…

6.    Parteciperai agli Europei di Yalta quest’anno?

Passo pure gli Europei 🙂
Però il prossimo anno ai Mondiali di Riccione credo di esserci

7.    Pensi che prima o poi saranno battuti i record fatti con i costumoni? Le variazioni di allenamento, l’inserimento della palestra e ora dell’apnea come sta facendo Cavic insieme a Pelizzari, pensi che sostituiranno la tecnologia dei vecchi costumoni dando molto di più agli atleti?

Io credo che per forza sia così, altrimenti la competizione e lo spirito agonistico non hanno senso. Per un atleta di spessore l’obiettivo è vincere e battere i record, ognuno cercherà di superare i propri limiti ed è questa l’ebbrezza dello sport individuale, battere e battersi!

8.    Come definiresti per te il mondo del nuoto?

Il mio mondo 🙂

9.    Pensi che resterai nei master fino a coprire anche le categorie da M90 e stracciare record su record?

Quello che posso dirti è che continuerò finché mi diverto

10. Conosci il mondo del nuoto master da 1 anno circa. Chi vedi di interessante in questo settore? Lucia Bussotti ad esempio è una ranista e mistista come te ma non è mai stata un’atleta agonista. Nonostante questo ha ottenuto risultati importanti nel nuoto master registrando anche nuovi record italiani. Dove pensi che un nuotatore possa arrivare nella categoria master anche se non è stato un grande nuotatore in passato?

Mi sento molto matricola nel nuoto master, inizio a conoscere da poco alcuni nomi. Visto dove è arrivata Lucia Bussotti credo che la risposta venga da se. Il nuoto è uno sport molto particolare dove una componente importante è la sensibilità all’acqua e ovviamente la galleggiabilità. Lei le avrà entrambe e da sempre, poi avrà aggiunto tanta passione, tanto sacrificio e voglia di vincere.

Dove si può arrivare? Ognuno avrà degli obbiettivi (credo…non so se è una mentalità da agonista) a seconda del tempo che ha da dedicare a questo sport e anche in base a delle motivazioni e gli obiettivi di un Alberto Montini o di un Rico Rolli ad esempio. Saranno diversi da persone che non sono in vetta a graduatorie mondiali ma non hanno un significato minore. Se si è appassionati ad uno sport, ci si dedica, si fatica, ma con tanta voglia di farlo e può essere anche solo questo l’obiettivo.

11. “Senti” l’adrenalina e l’emozione di una gara oggi che sei master o tutto è ormai prassi per te?

Oggi che sono master…è cambiato poco! Quello che mi mancava era proprio la competizione che c’è con se stessi e con gli altri in uno sport individuale. Quando sono sul blocchetto non sono emozionata, ma concentrata sulla gara! Voglio far bene ed esprimermi al meglio!

12. Hai riti scaramantici?

No.

13. Una gara che porti nel cuore?

Bella domanda perché non ci avevo mai pensato! Se del cuore intendi la più significativa, ti dico che è stata una gara fatta malissimo in una selezione. Se intendi invece che mi ha dato più soddisfazioni, è stato un 100 rana agli assoluti.

14. Pensi che un giorno il settore master e quello assoluto si possano incontrare?

Credo di no e sincerante non penso che abbia senso.

15. Hai un sogno nel cassetto da realizzare?

Si,ma stanno nel mio cassetto!

Roberta Crescentini, per Swim4life!

Contentuti Video:

Paco Clienti

Paco Clienti

Paco Clienti
Responsabile Redazione Swim4Life Magazine

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*