Photo © Andrea Staccioli/Deepbluemedia/Insidefoto

Nuoto, Andrea Vergani nuovo re della velocità italiana!

Accesso alla finale dei 50 stile agli Europei di Glasgow conquistato con il Record Italiano, settimo crono Europeo di sempre e 13esimo Mondiale di tutti i tempi

Era nell’aria ed è arrivato stasera nelle semifinali dei 50 stile libero: il Record Italiano di Marco Orsi segnato nel 2014 è caduto sotto le bracciate di Andrea Vergani che ha nuotato le semifinali dei Campionati Europei di Nuoto in corso al Tollcross di Glasgow con il supersonico crono di 21”37, ben 27 centesimi sotto al primato italiano e addirittura 33 centesimi sotto al personale nuotato agli Assoluti di Riccione.

“Finalmente, già stamattina col 21”72 mi sentivo benissimo in acqua e oggi pomeriggio l’obiettivo era provare a fare il record italiano, anche se non mi aspettavo di poter nuotare 21”37 – ha dichiarato Andrea Vergani – Sono felicissimo, un bel record. Domani si punta alla posizione e non al tempo, con l’obiettivo di un podio. Sono arrivato qui in perfetta forma, visto che anche a delfino ho fatto i miei migliori tempi e sono contento”

La prestazione di Vergani vale il secondo crono di accesso alla finale in cui davanti a lui avrà come avversario numero uno il britannico Benjamin Proud che ha nuotato il tempone di 21”11, secondo crono mai nuotato in Europa e terzo all time al mondo, che lo vede femarsi a 20 centesimi dal Record Mondiale di Cesar Cielo e 23 da quello europeo di Frederick Bousquet.

Per il 21enne milanese allenato da Gianluca Caspani si tratta invece del settimo crono Europeo di sempre e 13esimo Mondiale di tutti i tempi, con il quale l’atleta della Canottieri Vittorino da Feltre avrebbe vinto gli Europei di Londra 2016 e il bronzo ai Mondiali di Budapest 2017!

Si ferma purtroppo l’altro Azzurro in gara Luca Dotto che chiude ottavo con 22”06 al termine di una gara in cui non appare il solito Dotto che in questa stagione è riuscito a nuotare soltanto una volta dotto i 22 secondi con il 21”97 registrato agli Assoluti di Riccione.

“Non mi è piaciuta la gara – dichiara un deluso Luca Dotto – Non mi è piaciuto l’arrivo, non ho nuotato bene. Il risultato oggi è la fotografia perfetta di quanto ho fatto in acqua”

Le altre gare della serata:

Fuori Elena Di Liddo e Ilaria Bianchi dai 50 farfalla femminili, chiusi rispettivamente in 26”36 che vale il decimo posto e 26”43 che vale il 12esimo posto, mentre davanti a tutte si è posizionata ancora la svedese Sarah Sjoestroem che ha segnato 25”51.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Le semifinali dei 200 dorso femminili hanno visto dominare l’Azzurra Margherita Panziera che ha nuotato più forte di tutte in 2’07”27, a 11 centesimi dal Record Italiano che ha fatto segnare al recente Trofeo Sette Colli. L’unica che è riuscita a mantenere il suo ritmo è stata la magiara Katalin Burian con 2’07”65 ed è in questo modo che la romana approda nella finale in programma domani sera che si prospetta molto interessante.

Approda in finale per un pelo Piero Codia che si riserva l’ultimo posto utile dei 100 farfalla nuotati in 52”02 peggiorando però notevolmente il 51”59 nuotato nelle batterie di stamattina, mentre si ferma Matteo Rivolta che chiude 16esimo con 53”42.

“Le sensazioni erano buone – dichiara Piero Codia – Invece ho perso mezzo secondo nella seconda vasca. Da un lato sono contento di essere entrato in finale, perchè restare fuori sarebbe stata dura. La finale è un gara a se, quindi spero di poter dare il massimo”

Entrambe le Azzurre passano invece nella finale dei 50 rana femminili che vedranno ai blocchi di partenza della gara di domani sera sia Arianna Castiglioni che ha chiuso quarta in 30”40 peggiorando di dieci centesimi il tempo del mattino, sia Martina Carraro che chiude settima in 30”70 migliorando di nove centesimi il personale nuotato nel 2016, con il riferimento principale che resta la russa Yuliya Efimova che ha nuotato in 29”66 migliorando il Record dei Campionati di 29”88 della lituana Ruta Meilutyte che incontrerà in finale, fermandosi a 48 centesimi dal Record del Mondo.

“Tutto bene, anche se stamattina ho fatto un decimo in meno col record italiano – ha dichiarato Arianna Castiglioni – Questo pomeriggio ho utilizzato una tattica un po’ diversa cercando di accelerare verso la fine, anche se poi vedo che mi accorcio e vado a vuoto. Domani per la finale cercherò di nuotare come stamattina, il podio è aperto e ci proverò”

“Io son contenta, ho fatto il mio record personale e sono in finale – ha dichiarato Martina Carraro – Quindi non potevo chiedere di meglio”

La serata termina con la 4×100 stile libero mista che vede l’Italia chiudere a ridosso del podio della gara che li vide secondo nella scorsa edizione di Londra 2016, con il crono di 3’24”94 nuotato da Luca Dotto in 49”23, Alessandro Miressi che nuota in 47”38, Giada Galizi che nuota in 54”69 e Federica Pellegrini che segna 53”64, non riuscendo a contrastare Francia, Olanda e Russia che si piazzano davanti, rispettivamente con i crono di 3’22”07 che vale il nuovo Record dei Campionati cancellando il precedente di 3’23”64 detenuto dai campioni uscenti dell’Olanda, 3’23”97 e 3’24”50.

Clicca qui per saperne di più sulla medaglia d’argento di Fabio Scozzoli vinta nei 50 rana

Clicca qui per saperne di più sulla medaglia d’argento di Gregorio Paltrinieri negli 800 stile

Clicca qui per saperne di più sulla medaglia di bronzo di Matteo Restivo nei 200 dorso

Clicca qui per saperne di più sulla medaglia d’argento di Ilaria Cusinato nei 200 misti

Appuntamento a domani per l’ultima giornata di batterie eliminatorie a partire dalle 10:00 ora italiana, sempre da noi attentamente raccontate e sempre in Diretta RAI Sport con il commento di Luca Sacchi e Tommaso Mecarozzi, coadiuvati in area mista da Elisabetta Caporale.

Clicca qui per i risultati completi

Clicca qui per il Programma Gare completo

Clicca qui per l’Elenco Iscritti

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Swim4Life Magazine contribuisce dal 2011 a:

  • divulgare l’informazione sul nuoto della categorie Assoluti, giovanili, Paralimpici e Master
  • divulgare informazioni di interesse generale in merito ad alimentazione, salute, tecniche di nuotata e allenamenti
  • divulgare informazioni di interesse generale a riguardo dell’ambientamento bambini all’attività natatoria

Inoltre segue da vicino gli eventi più importanti di nuoto regalando migliaia di immagini realizzate da bordo vasca, offre notizie di anteprima e interviste ai protagonisti del nuoto di tutte le categorie, oltre ad allietare i lettori con svariati argomenti di Lifestyle.

Se il lavoro svolto fino ad oggi ti piace e ti farebbe piacere trovare sempre disponibile e aggiornato Swim4Life Magazine anche in futuro, abbiamo bisogno del tuo contributo.

Aiutaci a sostenere le spese necessarie a mantenere vivo questa Testata Giornalistica Registrata donando a tuo piacere per la nostra attività, te ne saremo immensamente grati!

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine