swim-the-castle-2022-marco-fratini

Swim The Castle 2022 ad Anna Masetti, tra i primi classificati anche Marco Fratini

Il medico umbro soddisfatto, “È stata un’esperienza importante per il mio progetto futuro”

Swim The Castle 2022 ha visto trionfare Anna Masetti, che si è imposta tra i 127 atleti partecipanti all’evento organizzato sabato scorso dalla Algiz a Malcesine.

Il percorso da 3 km, che copriva un tratto del Lago di Garda da Località Paina a Malcesine, era aperto ad atleti maggiorenni e minorenni con almeno 14 anni, purché tesserati FIN per la disciplina del nuoto agonistico.

Tre le categorie competitive:

  • dai 14 ai 35 anni compiuti
  • dai 36 ai 50 anni
  • over 50 compiuti

Partenza davanti alla spiaggia di Paina verso nord fino a Località Retelino, con ritorno davanti al Palazzo dei Capitani per poi tornare alla zona di partenza, il tutto con il Castello Scaligero di Malcesine sullo sfondo.

La 18enne della GAM Team Brescia, categoria 14-35 anni, è stata la prima in assoluto su 127 partecipanti a tagliare il traguardo, impiegando 33’23”00.

Subito alle sue spalle Fabio Calmasini, categoria over 50 anni del Nuoto Master Brescia, che ha segnato 33’23”85, seguito da Andrea Pedrazzoli, categoria 36-50 anni, che ha chiuso in 35’06”80.

Swim The Castle 2022 ad Anna Masetti, tra i primi classificati anche Marco Fratini

Tra i partecipanti c’era anche Marco Fratini, attualmente in preparazione per un grande obiettivo da centrare nel prossimo anno e che non ha ancora rivelato.

Il medico umbro, molto impegnato nel sociale supportando attività no profit attraverso raccolte fondi, ha chiuso sesto tra i maschi e ottavo assoluto, nonché quarto della categoria 36-50 anni con il tempo di 38’05”15.

Anche questa prova è andata molto bene, considerando che non ho fatto lavori specifici per il tipo di distanza prevista dalla gara – ha dichiarato Marco Fratini a Swim4Life Magazine – Le acque erano mosse, quindi una vera gara di open water e mi è servita tutta l’esperienza che ho potuto accumulare in questi anni di competizione in acque libere.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Sono partito bene e sul lato controcorrente ho privilegiato il navigare verso la boa piuttosto che curare l’andatura, mentre a favore di corrente sono riuscito a prendere il treno giusto e recuperare due avversari che poi ho battuto in volata.

Il sesto posto assoluto maschile è oltre le aspettative, così come il buon passo registrato”

swim-the-castle-2022

Location e organizzazione hanno fatto la loro parte nel successo dell’evento.

La location era veramente il top, con il Castello alle spalle che offriva uno sfondo fantastico – racconta Fratini – La gara è stata organizzata molto bene, con un bel gran terzo tempo e persone disponibili. Un evento che sicuramente consiglierei.

A differenza di tutti gli altri, ho nuotato con il costume da gara anziché la muta e mi sono trovato molto bene sia per lo scivolamento che il galleggiamento”

Il prossimo obiettivo di Marco Fratini sarà nella Laguna di Dakhla in Marocco dal 29 novembre al 4 dicembre per la Swim Trek “Sahara”, singolare gara a tappe per un totale di 30 km itineranti in mezzo al Deserto del Sahara.

Ricordiamo che la preparazione di Marco Fratini è sempre finalizzata allo scopo di preparare un’impresa titanica, come la 100 km in piscina fatta nel 2020 – clicca qui per saperne di più – con l’obiettivo di raccogliere fondi da donare in beneficenza.

Nell’occasione della 100 km ad esempio, Marco Fratini supportò la AISM – Associazione Italiana Sclerosi Multipla, per sostenere la ricerca per la cura della malattia neurodegenerativa che colpisce il sistema nervoso centrale.

Swim the Castle 2022 – Clicca qui per i risultati completi

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine