nuoto-tre-consigli-per-costruire-la-vittoria-di-una-gara

Nuoto, tre consigli per costruire la vittoria di una gara!

La vittoria non si improvvisa, ma si costruisce giorno dopo giorno e preventivamente si decide come ottenerla

Un pilota di Formula Uno e di Moto GP ripassa il circuito prima di ogni gara per decidere preventivamente come affronterà le curve, con quale marcia e con quale stacco ripartirà accelerando in uscita dalle stesse, curva per curva. Uno sciatore fa più o meno lo stesso.

Un pugile guarda i video degli incontri precedenti dell’atleta che dovrà affrontare per preparare tattiche e valutare come meglio combattere e come difendersi.
Un tennista fa più o meno lo stesso, analizzando i video delle partite precedenti del suo prossimo avversario.

Sono tutti sport individuali, ma mentre in alcuni l’avversario principale da studiare è l’atleta che hai di fronte, in altri il principale avversario da studiare è il campo gara ed è il caso del nuoto.
Allenarsi intensamente facendo anche grossi sacrifici e riuscire a trovare una condizione atletica ideale, potrebbe non essere sufficiente per far bene in gara, perché se ci si vuole preparare veramente nel migliore dei modi a una competizione, è necessario allenare anche la testa a compiere quei gesti tecnici nel modo più efficace per l’atleta, che gli permettano di nuotare il più veloce possibile e ottenere la miglior gestione gara possibile.

La forza mentale di un nuotatore in gara, deve essere quella di conoscere se stesso, le sue potenzialità di gestione gara e la sua preparazione attuale, senza lasciarsi condizionare psicologicamente dagli avversari in vasca e dai loro ritmi impostati in gara: non conta chi è davanti a tutti a metà gara, ma chi arriva primo a fine gara.

Fatte queste premesse, è quindi utile pochi giorni prima della competizione:

  1. sostenere una o più sessioni di allenamento nella vasca dove si dovrà competere, nuotando magari nella corsia dove si gareggerà, possibilmente senza la presenza di altri atleti in corsia
  2. provare e riprovare tutte le fasi di gara, dal tuffo alle virate, fino all’arrivo, impostando e scegliendo le modalità per eseguirle in modo tale da ottenere il miglior risultato possibile dalla propria prestazione
  3. immaginare più volte la gara in tutte le sue fasi, dall’uscita dagli spogliatoi per recarsi al proprio blocco di partenza, al tocco della piastra cronometrica, ripassando ognuna di queste fasi minuziosamente per prediligere scelte tattiche, tecniche e non solo, senza dover improvvisare nulla

La vittoria non si improvvisa, ma si costruisce giorno dopo giorno senza tralasciare nulla e senza sottovalutare nessun aspetto che può incidere anche solo in parte sulla prestazione.

Come diceva Friedrich Nietzsche, “Nessun vincitore crede al caso” e se vi serve qualcosa di più forte e  diretto, allora prendete in esempio Muhammad Ali: “Sono il più grande. Non solo li metto K.O. ma scelgo anche in che round farlo”

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Swim4Life – All rights reserved

Swim4Life Magazine contribuisce dal 2011 a:

  • divulgare l’informazione sul nuoto della categorie Assoluti, giovanili, Paralimpici e Master
  • divulgare informazioni di interesse generale in merito ad alimentazione, salute, tecniche di nuotata e allenamenti
  • divulgare informazioni di interesse generale a riguardo dell’ambientamento bambini all’attività natatoria

Inoltre segue da vicino gli eventi più importanti di nuoto regalando migliaia di immagini realizzate da bordo vasca, offre notizie di anteprima e interviste ai protagonisti del nuoto di tutte le categorie, oltre ad allietare i lettori con svariati argomenti di Lifestyle.

Se il lavoro svolto fino ad oggi ti piace e ti farebbe piacere trovare sempre disponibile e aggiornato Swim4Life Magazine anche in futuro, abbiamo bisogno del tuo contributo.

Aiutaci a sostenere le spese necessarie a mantenere vivo questa Testata Giornalistica Registrata donando a tuo piacere per la nostra attività, te ne saremo immensamente grati!



Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine