Nuoto, quanto è importante imparare a guardare il Contasecondi da piscina

Il nuoto si basa sui tempi che vanno osservati in maniera molto attenta soprattutto durante gli allenamenti

Un buon allenamento di nuoto si basa su tempi di recupero corretti e andamenti coerenti con il tipo di lavoro che si deve svolgere per ambire ai risultati che si desidera raggiungere e per questi motivi, come abbiamo sottolineato recentemente in un articolo dedicato l’argomento – clicca qui per saperne di più – è importante che un atleta sia sempre nelle possibilità di poter verificare i propri tempi durante l’allenamento.

È importante che l’atleta impari a osservare i recuperi autonomamente e a memorizzare i propri passi in allenamento in base al tipo di lavoro che sta volgendo, anche per allenarsi a mantenere gli adeguati passi gara in competizione per poter ottenere il miglior risultato possibile.

Chi di voi non si è mai sentito perseguitato dal famoso contasecondi? Esso rappresenta ormai una figura divina per il nuotatore che attraverso il contasecondi analizza serie dopo serie i propri progressi insieme al suo allenatore.

Ogni piscina degna di tal nome, è attrezzata con almeno un contasecondi che normalmente viene messo in una posizione alta e facilmente individuabile da tutti i nuotatori in piscina.

Esistono diverse tipologie di contasecondi, tra i quali anche alcuni molto comodi perché portatili.

Questo speciale contasecondi funziona a batteria ed è realizzato con un ampio quadrante in Forex, protetto da plexiglass trasparente, cornice in alluminio lucidato, maniglia per trasporto e piedini ripiegabili di supporto.

Il particolare che rende unico questo Contasecondi è l’alimentazione a batteria che esclude la necessità di alimentazione con cavi elettrici e adattatori.

Il Contasecondi da bordo vasca portatile a batteria offre il giusto equilibrio tra qualità e prezzo e grazie alle sue dimensioni è ben visibile da qualsiasi punto del bordo vasca e da qualunque corsia della piscina.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Le classiche quattro lancette, ognuna di un colore sgargiante, permettono di tenere sempre sotto controllo le pause e i tempi senza mai sbagliarsi e la comodità di poter essere trasportato si può rivelare molto utile quando si è costretti ad allenarsi per determinati periodi in piscine che purtroppo ne sono sprovviste.

Della stessa qualità, esiste però anche il Contasecondi da piscina con alimentazione elettrica e quindi fisso, che si presenta in una dimensione ancora più grande rispetto a quello portatile.

Nonostante sia stato progettato per essere fisso, questo Contasecondi da piscina si presenta leggero e facilmente maneggiabile grazie alla struttura in alluminio e al corpo in Forex.

Non ha alcuna copertura in Plexiglass ma una verniciatura protettiva antigraffio lucida che rende il quadrante durevole e facilmente leggibile.

Perché il Contasecondi da piscina ha quattro lancette di colore diverso una dall’altra?

Il Contasecondi da piscina ha quattro lancette colorate per permettere facilmente e velocemente all’atleta di individuare quando ripartire, seguendo la lancetta più prossima allo zero o al tempo di recupero incluso la nuotata.

Le diverse tonalità di colore aiutano inoltre i daltonici o leggermente daltonici che hanno difficoltà a riconoscere i colori a verificare e tenere sotto controllo ripartenze, recuperi inclusi nel tempo di nuotata e tempo impiegato per la nuotata.

Non dimenticate che colui che per un nuotatore ha il massimo rispetto più di ogni altra cosa e persona, è proprio il Contasecondi, perché è il primo verso il quale si rivolge lo sguardo una volta toccato il muretto!

Ti piacciono gli articoli da Nuoto mostrati nelle immagini? Cercate nel Settore Racing Speedo – Costume LZR Elite 2

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Seguici su Telegram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine